Presentata a Milano la Guida Michelin Italia 2010:

le trelle da cinque passano a sei 

 

 

La più bella famiglia della ristorazione italiana

conquista la terza stella Michelin

 

I grandi piatti d'autore del ristorante

“da Vittorio” alla ribalta della Guida Michelin 2010

 

Chicco Cerea con mamma Bruna alla Triennale di Milano durante la premiazioneMilano 24 novembre 2009. Nell'edizione della Guida Michelin Italia 2010 entra da protagonista un nuovo Tre Stelle, il ristorante ”da Vittorio” della famiglia Cerea.

L'aveva annunciato INformaCIBO nelle scorse settimane sulla scia dell'indiscrezione pubblicata da Elio Ghisalberti su “L'Eco di Bergamo”.

Un tre stelle meritatissimo che è un premio alla migliore cucina italiana!.

 

Con la famiglia Cerea sul podio delle tre stelle, passano da una a due stelle sette nuove insegne: Piazza Duomo ad Alba e l'Antica Corona Reale a Cervere; Il Mosaico, all'interno delle Terme Manzi Hotel sull'isola di Ischia; La Madia a Licata in provincia di Agrigento; Il Pellicano a Porto Ercole in provincia di Grosseto; la Trenkerstube dell'Hotel Castel a Tirolo in Alto Adige e il Met all'interno dell'Hotel Metropole a Venezia.

 

Le Tre Stelle alla famiglia di Chicco Cerea.

Finalmente la celebre rossa si è schiodata dalle solite 5 tre stelle (il massimo riconoscimento) assegnate, meritatamente, nelle passate edizioni agli inossidabili ristoranti Dal Pescatore a Canneto sull'Oglio (Mantova), Al Sorriso a Soriso (Novara), Le Calandre a Rubano (Padova), l’Enoteca Pinchiorri a Firenze e La Pergola dell'Hotel Hilton a Roma, per aggiungere quest'anno il ristorante “da Vittorio” di Brusaporto (Bergamo).


La terza stella conquistata dalla famiglia Cerea ha messo d'accordo tutti: un applauso scrosciante, quasi un'ovazione, ha accolto, alla Triennale di Milano dove è stata presentata oggi la Guida, la notizia della terza stella assegnata al ristorante bergamasco.


Chicco Cerea e la sorella RaffaellaRaggiante e visibilmente soddisfatto il giornalista del L'Eco di Bergamo, Elio Ghisalberti, che ha sottolineato ad INformaCIBO come le tre stelle ai Cerea rientra benissimo all'interno della filosofia della Guida Michelin, “se c'è un ristorante di alto valore -ci ha detto Ghisalberti- che aveva le caratteristiche per meritare questo premio questo era proprio “da Vittorio”: un ristorante completo, con un suo alto spessore e sostanza. Un premio che va alla continuità di una grande famiglia di ristoratori che tengono in alto i valori dell'arte culinaria italiana”.


Anche per il bergamasco, Alberto Lupini, direttore di “Italia a Tavola”, il premio è strameritato perchè va al lavoro di un'intera famiglia a partire da mamma Bruna, Chicco, Bobo, Raffaella, Francesco, Barbara. Non a caso, ed è la prima volta che accade, -precisa Lupini- sulla Guida Michelin vengono citati i nomi degli chef e questa volta ci sono i nomi di Chicco e Bobo”.


Chi conosce bene la famiglia Cerea è la giornalista del Corriere della Sera, Marisa Fumagalli, che sottolinea come “le tre stelle al ristorante “da Vittorio” sono ampiamente meritate, perchè dietro al ristorante c'è una famiglia che lavora con grande impegno e -ti prego di sottolinearlo, tiene a precisare Fumagalli- senza superbia alcuna. Oggi -ha conclude la cronista del Corriere- viene premiata la vera e la migliore cucina italiana”. Per l'enogastronomo Marco Gatti del Club Papillon e giornalista a Il Giorno il ristorante dei Cerea è di “caratura internazionale: una realtà ristorativa completa, dalla brigata di cucina al servizio impeccabile fino alla materia prima eccellente che proviene dall'eredità di papà Vittorio”.


La famiglia Cerea con papà Vittorio (Foto INformaCIBO 2004)Ed è toccato proprio a Chicco Cerea  ricordare il padre. Chicco nel ringraziare la direzione della Michelin per il premio ricevuto si è commosso parlando di suo papà Vittorio. Del grande ristoratore Vittorio Cerea che ha fatto crescere, insieme a mamma Bruna, una nidiata di figli di talento e di grande generosità.


Oggi Vittorio Cerea, dall'Alto del cielo, guardava sereno la sua grande famiglia (undici componenti “e -aggiunge mamma Bruna- 22 con tutti i bambini”) alla quale dal 1966 (data di inaugurazione del primo Da Vittorio) ha dedicato tutta la sua vita.


Gli insegnamenti di Papà Vittorio hanno portato l'intera famiglia Cerea a costruire, passo dopo passo, questo meritatissimo successo.Il Relais Gourmands alla Cantalupa di Brusaporto in provincia di Bergamo è la naturale continuazione, accompagnato dall'estreo del giovane Chicco, del ristorante "da Vittorio" di Viale Giovanni XXIII di Bergamo centro.

 

Da Vittorio Relais & Chateaux

Brusaporto (BG), Via Cantalupa,17

Tel. 035 680849

 

relaisdavittorio@davittorio.com

www.davittorio.com

 


Fausto ArrighiOggi ci siamo soffermati solo su questo meritatissimo tre stelle  mentre nei prossimi giorni faremo una fotocronaca più dettagliata della Guida Michelin 2010, curata dal bravo Fausto Arrighi, direttore della Guida Michelin Italia, che sarà in vendita dal prossimo 26 novembre a 23 Euro.  

Leggete  all'inizio di pagina (a fianco pagina) tutti gli altri stellati.

 

E qui sotto i ristoranti che si sono aggiudoicati una nuova stella:

Andreini Alghero

Ortica Bedizzole

Roof Garden (H San Marco) Bergamo

Vicolo Santa Lucia (H Carducci 76) Cattolica

Baldin Genova/Sestri Ponente Genova

Al Vigneto Grumello del Monte

Sissi Merano

Castel Fragsburg Merano/Freiberg

Le Robinie Montescano

Hostaria del Mare Modena

La Fornace di Barbablù (R. Palazzo Vescovile) Noli

La Locanda di Bu Nusco

Il Piastrino Pennabilli

Cafè les Paillotes Pescara

Meridiana Piove di Sacco

La Fenice (H Villa Carlotta) Ragusa

Glass Hostaria Roma

Antonello Colonna Roma

Savino Mongelli Santa Vittoria d’Alba

Osteria del Pomiroeu Seregno

Cinzia da Christian e Manuel Vercelli

L’Accanto ( GDH Angiolieri) Vico Equense

Maxi (H Capo la Gala) Vico Equense

Kleine Flamme Vipiteno.  

 

 

 

 

 

 

 

Fotogallery: il Menu "da Vittorio" gustato alla triennale di Milano

 

Guida Michelin Italia 2010 Le Stelle delle Regioni

 

 Verso la presentazione della Guida Michelin 2010

Intervista al direttore della guida Michelin Fausto Arrighi

 

“Viaggio attraverso le ricette del Buon Ricordo”:

un Ricettario affianca la Guida Ristoranti 

 

 Guida ai Ristoranti di Milano di Mariella Tanzarella 

 

 Guida Ristoranti "Sole 24 Ore" del Gastronauta

Davide Paolini

 ***

Vissani primo nella Guida del Gambero Rosso 

 

 Debutta Flos Olei 2010 La Guida ai migliori extravergine di tutto il mondo  

 

Il Mangiarozzo 2010 la Guida anti-guida di Carlo Cambi
Le ricette e I vini del Mangiarozzo
 

 

 Guida Ristoranti Espresso 2010 di Gigi Padovani 

 

I 5 Grappoli di Duemilavini

La Guida dell'Ais

 

Panini Autore Guida

Ristoranti d'Italia de L'Espresso

  

Guida Ristoranti 2010

 de L'Espresso

L'Italia del mangiare bene Enzo Vizzari

 

Paolo Marchi

presenta la Guida

Identità Golose 2010

 

Vini d'Italia L'Espresso

 

  Guide 2009

 

  Guide 2008

 

Le precedenti edizioni

 

 

 

[home page]

[mission]

[redazione]

[collabora]

[contattaci]

[link]

 

2003 ©opyright ::  INformaCIBO.it