Da “Il Gambero Rozzo” di Carlo Cambi

 

 “La spiegazione più elementare del perché la cucina italiana è in realtà la sommatoria di tante gastronomie di territorio, è data dal fatto che noi, al contrario di quanto avvenuto in Francia, - e ciò spiega anche il ritardo culturale che abbiamo accumulato in termini di speculazione gastrosofica – la cucina che ha resistito non è stata quella di corte, ma è stata la cucina di casa. Una cucina il cui tempo veniva, e viene ancor oggi, scandito dall’agricoltura. Una cucina che delle diversità territoriali ha fatto di necessità virtù. Una cucina che segue non tracciati e confini amministrativi, ma percorsi agricoli e commerciali, che si dipana lungo le migrazioni antropiche e lungo gli assi invisibili, ma presentissimi, delle vie del gusto legate talvolta anche alle vie della fede”.

  

SPECIALE INFORMACIBO

Nel fine settimana varie iniziative da sabato fino a lunedì Abruzzo, Emilia Romagna, Calabria,

oltre che a Mosca, gemellate per l'occasione in atmosfere di gusto

Parma 25 ottobre 2013. Nel segno dell'Expo 2015, l'Esposizione universale che si terrà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 dedicata al grande tema dell'alimentazione e della sostenibilità, e con l'obiettivo di legare l'Expo alla valorizzazione internazionale del made in Italy attraverso i suoi prodotti alimentari d'eccellenza e la sua cucina, INformaCIBO continua a promuovere, tutti i mesi sino al 2015, eventi e iniziative in tutte le regioni italiane e nei Paesi esteri.

(segue....)



***

 

Da Mosca lo chef Gigi Ferraro del Cafè Calvados prepara

un piatto con prodotti calabresi e abruzzesi


Da Mosca lo chef Gigi Ferraro del Cafè Calvados partecipa, all'interno de “La Giornata mondiale delle Cucine regionali italiani nel segno dell'Expo 2015” , all'evento che vedrà uniti, dal 26 al 28 ottobre, i ristoranti dell'Emilia Romagna, dell' Abruzzo e della Calabria con una ricetta dove spiccano i prodotti abruzzesi e calabresi: “Paccheri Rustichella d'Abruzzo n'duja, melanzana e salsa al peperone”. (segue...)

 

°°°°

Eventi per “La Giornata mondiale delle Cucine regionali italiani nel segno dell'Expo 2015”


Un ponte eno-gastronomico tra Parma, Mosca, l' Abruzzo, l'Emilia Romagna e la Calabria all'insegna del gusto, della cultura e dello spettacolo. Partecipano all'evento anche i ristoranti del parmense: Al Vèdel di Colorno dello chef Enrico Bergonzi e Al Tramezzo di Parma con i piatti preparati dallo chef stellato Alberto Rossetti. Aderisce la Fipe-Confesercenti dell'Emilia Romagna...

(segue...)

°°°°
Un Grande successo

La Giornata Mondiale delle Cucine regionali italiane nel segno dell'Expo e

Il Gelato nel Piatto con Parmigiano-Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop


Parma 30 luglio 2013. E' stato un viaggio nella cultura del gusto, nelle sperimentazioni culinarie degli chef, un “mix di Gusto e creatività”, come ha scritto la Gazzetta di Parma, parliamo della quarta edizione de “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano-Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop".


Un evento sempre più internazionale che da quest'anno con il lancio de “La Giornata Mondiale delle Cucine regionali italiane nel segno dell'Expoha saputo valorizzare ancora di più l'eccellenza italiana e le tipicità regionali, una manifestazione per cantare le lodi delle produzioni culinarie delle venti regioni italiane.

A consuntivo provvisorio, come sempre, rivolgiamo un Grande grazie, non solo ai sostenitori dell'evento a cominciare dai Consorzi del Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano, Fabbri 1905, Parma Alimentare, Fiere di Parma e Ente Fiera di Isola della Scala, ma innanzitutto a tutti gli chef, a quelli che hanno partecipato direttamente e agli altri che ci hanno sostenuto, per il loro amore per l'Italia e per la sua cucina. Tutti hanno contribuito con la loro maestria a dare lustro alle nostre eccellenze, ai nostri migliori prodotti, riuscendo a farsi ambasciatori della nostra enogastronomia in tutto il pianeta.


Un grazie particolare va all'impegno e alla disponibilità delle associazioni degli chef: all'UIR, Unione Italiana Ristoratori (fantastica la loro collaborazione all'evento milanese), al Cim, Chef Italiani nel Mondo e a Ciao Italia, Ristoranti italiani all'estero: tutti validi e preziosi collaboratori, senza di loro non avremmo potuto realizzare i tanti eventi e iniziative....


Con l'Expo sempre più vicino gli appuntamenti del prossimo anno saranno ancora più numerosi perchè l'obiettivo di promuovere, valorizzare, sostenere le nostre eccellenze agroalimentari in vista dell'Esposizione Universale di Milano diventa ancora più importante.


Nei prossimi mesi tutte le novità. Grazie ancora a tutti!


Presto pubblicheremo l'ampia rassegna stampa 2013.

Questi gli articoli usciti negli ultimi giorni:

 

Speciale Cook CIM dedicato a La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali nel segno dell'Expo 2015. Il Magazine della più grande associazione di Chef italiani nel mondo, presieduta da Marco Medaglia


Milano 24 luglio: il Video della serata del 24 luglio a cura di Luigi Martinengo


il Mondo in Tasca: La cucina italiana guarda al 2015


Gazzetta di Parma: Gelato, Parmigiano e Prosciutto: mix di Gusto e creatività. Le ricette degli chef del parmense

Italia a Tavola A Milano Dibattito su Gastronomia e Turismo Si pensa all'Expo per rilanciare l'Italia


Goloso e Curioso: Il Gelato nel Piatto in tre grandi Hotel di Venezia

 

Cronache di Gusto: Il Made in Italy in cento ristoranti nel mondo – Il Gelato tricolore alle Dop italiane

   

Ristorazione & Catering: Il Gelato nel Piatto e Le cucine regionali

  

L'Italiano quotidiano argentino: Al via le due kermesse internazionali “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop” e “La Giornata mondiale delle Cucine regionali italiane nel segno dell'Expo 2015” sulle tavole dei cento migliori ristoranti di tutto il pianeta dal 23 al 28 luglio

 

AISE, Agenzia internazionale Il Gelato nel Piatto e le Cucine regionali di Alta Gastronomia nel segno dell'Expo 2015

  

Italia Chiama Italia: Italiani all'estero. Al via le due kermesse internazionali “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop” e “La Giornata mondiale delle Cucine regionali italiane nel segno dell'Expo 2015   

Corriere del Sud: I Calabresi di Parma promuovono la calabria enogastronomica a Milano   

 

 

 

***

L'Expo 2015 deve valorizzare il Turismo, la Ristorazione italiana e l'agroalimentare

Oggi 23 luglio prendono il via due eventi internazionali

per promuovere il Made in Italy agroalimentare

Gelato di Alta Gastronomia e le Cucine regionali italiane

nei migliori ristoranti di tutto il pianeta


Al via le due kermesse internazionali “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop” e “La Giornata mondiale delle Cucine regionali italiane nel segno dell'Expo 2015” dal 23 al 28 luglio. Dobbiamo trasformare l'Expo 2015 in una calamita per il turismo nazionale con l'obiettivo di far ritornare l'Italia la prima destinazione turistica del mondo.

Dibattito (ad inviti) a Milano mercoledì 24 luglio


Parma 23 luglio 2013. Partono oggi, fortemente connotate Expo 2015, le due kermesse internazionali “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop e Igp” e “La Giornata mondiale delle Cucine regionali italiane nel segno dell'Expo 2015”, promosse dal nostro giornale con il patrocinio, tra gli altri, di EXPO 2015 e dell'ENIT (Ente Nazionale per il Turismo).


L'obiettivo è legare strettamente l'Esposizione milanese, il maggiore evento di richiamo internazionale di questo decennio, alla valorizzazione del Made in Italy.

Urge un piano e una strategia per “catturare” i turisti e portare l'Expo in tutto il Paese per dimostrare che il tema agroalimentare scelto per l'Esposizione (“Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”) è di una attualità dirompente.

Dobbiamo trasformare l'Expo in una calamita per il turismo nazionale con l'obiettivo di far ritornare l'Italia la prima destinazione turistica del mondo. Perchè turismo ed enogastronomia sono il nostro futuro e il nostro vero tesoro!

Lavorare da subito ad un progetto che parte da Milano ma che vada oltre il 2015, questi sono gli obiettivi e gli impegni di INformaCIBO!


Il Territorio e i suoi prodotti in primo piano

La valorizzazione del territorio, attraverso i suoi prodotti d’eccellenza, difendere la qualità della nostra cultura gastronomica e preservare l'autentica cucina italiana nel mondo, con innovazione e creatività, sono questi gli obiettivi delle due manifestazioni internazionali Il Gelato nel Piatto” e “Le Cucine regionali italiane nel segno dell'Expo 2015” che avranno il loro clou, da oggi martedì 23 a domenica 28 luglio in oltre cento ristoranti del pianeta coinvolgendo gli chef di blasonati locali di New York, Bangkok (Thailandia), Hong Kong, Shanghai, Pechino (Cina), Tokio (Giappone), Seoul (Corea del sud), Ankara (Turchia), Boracay (Philippine), Mosca, Montecarlo, Providence (Usa), El Jadida (Marocco), Ohau (Hawaii), Milano, Roma, Venezia, Parma e in tantissimi altri posti.


Una serata di Festa (strettamente riservato ad inviti) con un dibattito sul legame tra ristorazione, turismo e Expo 2015 si svolgerà a Milano (Hotel Enterpres di Corso Sempione) mercoledì 24 luglio dalle ore 19,30 e interverranno, Donato Troiano, direttore di INformaCIBO, Savino Vurchio, direttore Unione Italiana Ristoratori, Giampietro Comolli, Advisor UnPOxExPO, Alfredo Zini, Presidente Ente bilaterale nazionale Turismo. (Continua...)

***

 

Verso La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali

italiane nel segno dell'Expo 2015

23 luglio 2013

 

Dalla ricca e generosa terra di Orsara le creazioni culinarie di Peppe Zullo e poi molte altre le ricette: dalle Hawai, la ricetta del tarantino Mirko Inglese, dall'Indonesia la ricetta bergamasca di Livio Ranza, dall'Egitto una ricetta dello chef Federico Villoni che abbina i sapori laziali a quelli dell'Emilia Romagna, dal Marocco una ricetta della regione Umbria ideata dal bravo Chef Leonardo Concezzi



la ricetta di Peppe ZulloParma 17 luglio 2013. Lo chef Peppe Zullo è conosciuto come un riferimento per la gastronomia pugliese ed è apprezzato da quanti amano gustare i sapori prelibati che donano grandi soddisfazioni al palato.

“Mangiare il territorio” sono le parole d’ordine di questo grande cuoco che ricava la materia prima per la sua cucina dai suoi orti, dai suoi alberi, dalle sue viti, dai suoi oliveti e dai suoi allevamenti.

Dalla ricca e generosa terra di Orsara Peppe Zullo, partecipa alla Giornata delle cucine regionali con due bellissimi piatti: “Agnello della Daunia alle erbe spontanee”, e "Filetto di maiale nero della daunia con cicorielle selvatiche lampascioni e riduzione di mosto cotto".


Dalle Hawaii, il tarantino Mirko Inglese Executive Chef all'Azul del JWMarriott in Ohau, così descrive il suo piatto: “Garganelli calamari e fave in emulsione di riccio di mare”. e poi, Mirko aggiunge: “Il piatto ha due matrici, i garganelli che son emiliani della cui cucina son un ammiratore, e il ragù di calamari e fave con salsa al riccio, di natura pugliese essendo io di Taranto”.


Dall'Indonesia una ricetta bergamasca

Dalla Val Seriana in Indonesia lo chef Livio Ranza presenta questa ricetta: “Carre D'Agnello al forno gratinato con erbe aromatiche e sugo di carne”.


Dall'Egitto una ricetta che abbina i sapori laziali a quelli dell'Emilia Romagna

Lo chef Federico Villoni, classe 1977, dal Leonardo Restaurant @ Fairmont Heliopolis & Towers, Cairo prepara un piatto con la ricetta “Triglia cruda con farcia al prosciutto e parmigiano, granita di mare, vedurine e coulis di pomodoro giallo”


Dal Marocco una ricetta della regione Umbria

Lo Chef Leonardo Concezzi dal Mazagan Beach Resort El Jadida in Marocco, prepara una tipica ricetta della tradizione umbra: “Lombo di agnello arrotolato con lardo di Colonnata foglia d`oro, lasagnetta di patate e porcini, passata di piselli”.

 

***

 

Resoconto della Conferenza stampa alla Camera di Commercio di Parma

(dalla Gazzetta di Parma 27 giugno 2013)

 

***

Il Gelato nel Piatto e le Cucine Regionali nel segno della Notte Rosa e dell'Expo 2015

Conferenza Stampa Mercoledì 26 giugno Ore 11 Camera Commercio Parma  

A Parma Conferenza Stampa per illustrare la quarta edizione de

Il Gelato nel Piatto con Prosciutto di Parma e Parmigiano-Reggiano e prodotti Dop

e la Prima edizione de “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo

Mercoledì 26 giugno alle ore 11

presso la Camera di Commercio Parma Via Verdi, 2

Partecipano, tra gli altri, il Presidente della Camera di Commercio di Parma Andrea Zanlari, il direttore del Consorzio del Parmigiano Reggiano Riccardo Deserti, il responsabile marketing del Consorzio del Prosciutto di Parma, Claudio Leporati, il Vice Presidente della Provincia di Parma, Pier Luigi Ferrari, lo chef stellato Michelin del Ristorante Al Tramezzo, Alberto Rossetti e il direttore di INformaCIBO, Donato Troiano.

***

 

Verso La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali

italiane nel segno dell'Expo 2015

 

Parma 14 giugno 2013. Mentre continiamo a pubblicare le ricette delle cucine della migliore tradizione regionale italiana che ci arrivano da tutto il mondo, proprio oggi l'evento ha ricevuto l'ambito patrocinio da parte dell'Agenzia Nazionale del Turismo. Con una lettera firmata dal Presidente dell'ENIT, Pier Luigi Celli, l'Agenzia concede il patrocinio per "l'alta valenza turisticxa delòla manifestazione".

Intanto ecco le ultime ricette inviateci dagli chef.

Dal locale stellato Michelin "Ristorante Guido" degli chef Luca e Paolo Raschi (sul Lungomare Spadazzi a Miramare di Rimini) ci arriva una bella ricetta tradizionale romagnola: "Saraghina di Romagna".

 


QUI la ricetta Saraghina di Romagna

 

Una ricetta storica e tradizionale dell'Abruzzo rivisitata: "Girotondo al Parrozzo con le Amarene Fabbri" è stata ideata dagli Chef Franco e Laura Loreto del Ristorante la Madonnina del Sorriso a Casalbordino in provincia di Chieti.


QUI il piatto e la ricetta Girotondo al Parrozzo con le Amarene Fabbri


Presto pubblicheremo le ricette di due chef
stellati Michelin: Alfio Ghezzi con una ricetta tradizionale del Trentino e Rosanna Marziale con la sua immancabile ricetta Campana.

 

***

 

In cattedra una ricetta lombarda e una pugliese


Parma 7 maggio 2013. Oggi si passa dalla raffinata ricetta del tristellato

Chicco Cerea: Polsetto di vitello alla bergamasca....

 


….a quella, con i sapori autentici di Puglia, del talentuoso Gegè Mangano: Cappuccino di troccoli (o spaghetti alla chitarre) con ragù di fave e pistilli di zafferano




 

  

 

Il Gelato nel Piatto e Le Cucine Regionali italiane

in un unico piatto

 

Parma 18 aprile 2013. Da Shanghai lo chef Davide Carè prepara una ricetta unica per i due eventi: Il Gelato nel Piatto con Prosciutto di Parma e Parmigiano Reggiano e La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo. Pezzi di territorio e identità golose che si amalgamano a tavola: eccellenze agroalimentari Dop e Presidi Slow Food di un' Italia custode di sapori millenari.


Ecco la ricetta di Davide Carè dal Ristorante  dell'Hotel Shangri La Jin An Shanghai - China

Filetto di Maialino Nero Casertano in Crosta di Pomodorini secchi del Piennolo del Vesuvio affumicati, su letto d’erbe e Prosciutto di Parma Croccante e Gelato al Parmigiano Reggiano e Latte di Bufala.

 

°°°

 

 Verso la Giornata delle Cucine Regionali nel segno dell'Expo

Il Magazine Cook Cim pubblica un ampio servizio

alla kermesse internazionale

 

Parma 1 marzo 2013. Il Magazine "Cook Cim", curato da Pierluigi Maniero, mensile degli Chef italiani nel mondo, che raggruppa oltre 2800 chef italiani che lavorano all'estero, pubblica un ampio servizio dedicato alle ricette della prima tappa della kermesse internazionale promossa da INformaCIBO.

 

Nel numero uscito oggi, Cook Cim pubblica un articolo sull'iniziativa e le foto dei piatti degli chef abruzzesi: Marco Medaglia (ristorante Angelini a Hong Kong), Massimo Pasquarelli (al ristorante del The Ritz-Carlton di Singapore); Walter Potenza (ristorante a Providence (USA); Franco Loreto (Ristorante La Madonnina del Sorriso a Casalbordino Chieti); Nicolino Lalla (Meridien in Thailandia).

QUI le quattro pagine del Magazine dedicate alle Cucine regionali.


***

Da Philadelphia a Casalbordino in provincia di Chieti

per gustare "li Frascarill" di Nonna Gemma

 

Parma 26 febbraio 2013.

Caro INformaCIBO, visto che le Cucine regionali dà la parola ai lettori mi permetto di mandarvi un video. Una ragazza che lavora al ristorante Le Virtù a Philadelphia è venuta in Abruzzo per fare un servizio fotografico nella nostra bella regione...

E' stata a Casalbordino e un giorno le abbiamo fatto mangiare li Frascarill'..., un piatto tipico abruzzese (ma anche dell'Italia centrale) preparato da mia nonna Gemma. E' venuto fuori un video...spero piaccia ai vostri lettori. QUI il Video

Saluti a tutti voi.

 

Domenico Mancini

 

***

I piatti regionali delle regioni italiane

Diamo spazio anche alle ricette dei nostri lettori


Polenta e baccalà vicentinaParma 13 febbraio 2013. Oggi dedichiamo la pagina delle ricette tradizionali regionali ai piatti degli chef del Veneto (di fianco la foto del piatto "Polenta e Baccalà vicentina"), Piemonte e Toscana.

In particolare al piatto dello chef Giuseppe Sardi, di Claudio Patella e di Omar Viero.

Le altre ricette


Intanto, in attesa del prossimo appuntamento mondiale di marzo (presto fisseremo la data), da oggi diamo spazio anche ai nostri lettori che possono inviarci le loro ricette più care.

Accanto ai professionisti della cucina si vuole dare visibilità ai lettori che tramandano i piatti della tradizione di ogni regione di generazione in generazione, che quando stanno ai fornelli trovano il tempo di far rivivere i segreti della nonna e la passione per le cose genuine fatte in casa.


***

 

Prosegue nel segno dell'Expo la Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane

Successo dell’Anteprima con le ricette tradizionali dell’Abruzzo, Puglia, Calabria e Lombardia.

Il prossimo appuntamento con i piatti del Veneto, Emilia Romagna, Campania e Trentino Alto Adige


Eccellenti chef in Italia e nel mondo ci guidano alla scoperta della cucina

tipica regionale italiana nei cinque continenti



Parma 5 febbraio 2013. Lo scorso 31 gennaio si è conclusa con successo la prima Anteprima de “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo 2015”. Uno speciale giro del mondo culinario.


Grande serate nei Ristoranti di tutto il mondo e grande attenzione da parte di tutti i maggiori quotidiani alle ricette delle prime regioni coinvolte nell’evento (Abruzzo, Puglia, Calabria e Lombardia). Moltissimi inoltre i siti web che hanno ripreso e dato spazio ai piatti tradizionali, riconosciuti quali simboli delle cucine regionali italiane.


Le Regioni protagoniste del secondo appuntamento della kermesse internazionale saranno il Veneto, l’Emilia Romagna, la Campania e il Trentino Alto Adige. Gli chef di queste regioni prepareranno nei loro ristoranti in tutto il mondo i piatti della tradizione regionale.


INformaCIBO continuerà a pubblicare tutte le ricette che man mano arriveranno di questa speciale manifestazione che ha prestigiosi main sponsor come Consorzio Parmigiano-Reggiano, Consorzio Prosciutto di Parma, Fabbri 1905 e gode del supporto di Alma (Scuola internazionale di cucina italiana di Gualtiero Marchesi), di Parma Alimentare (il Consorzio che si propone di “sostenere” in Italia e nel mondo i prodotti alimentari tipici e il business dell'agroalimentare della Provincia di Parma) e di Fiere di Parma (che organizza Cibus, la Fiera internazionale, leader dell’alimentazione).


Partner dell'evento i cuochi del CIM (Cuochi Italiani nel Mondo), i Ristoratori dell'Uir (Unione Italiana Ristoranti), e Ciao Italia (Ristoranti italiani nel Mondo), oltre ad altre importanti realtà del panorama agro-alimentare italiano e testate di settore, come Degusta.


La serata del 31 gennaio a Hong Kong con gli arrosticini abruzzesi nel piatto

La serata del 31 gennaio a Hong Kong, svoltasi nel prestigioso ristorante Angelini del Gruppo Shanri-La è stata dedicata alla cucina abruzzese.

Tutte le ricette sono state apprezzate ma una ricetta in particolare ha riscosso gli applausi della clientela…..

Lo chef chetino Marco Medaglia, che pure era stato criticato dalla stampa vastese per l’ardita rivisitazione del “Brodetto alla vastese” ha strabiliato tutti presentando una pietanza povera come l’Arrosticino (presente in tutte le Sagre dell’Abruzzo l'anno scorso gli è stato attribuito dalla Regione il Marchio di Arrosticino d’Abruzzo), trasformandola da ricetta, o meglio da piatto di strada a piatto di gran gourmet.

QUI, in esclusiva, la foto del piatto e la ricetta di Medaglia.

 

Da oggi ripartiamo con le nuove ricette dando spazio alla regione Campania pubblicando una ricetta tradizionale napoletana preparata dallo chef ischitano Gino Randazzo a bordo del Motor Yacht Sai Ram a Montecarlo: “Insalata di Polpo con Patate e Rucola (‘nsalate, e purp che patane).

 

QUI le altre ricette.

 

***

La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo 2015,

si parte il 31 gennaio


In primo piano le ricette dello straordinario paniere di eccellenze enogastronomiche

delle regioni italiane interpretate da eccellenti chef in Italia e nel mondo

 

Il debutto con i piatti regionali dell’Abruzzo, della Lombardia, della Calabria e della Puglia

a Singapore, a Hong Kong, Kiev, Mosca, Milano, Pacentro, Bari, Crotone, Lecce



Parma 30 gennaio 2013. Protagonisti sui tavoli dei ristoranti, non un solo giorno, ma tutto l’anno: i piatti tipici e tradizionali delle cucine regionali italiane entrano nei menu di tutto il mondo e vogliono restarci. Da quest'anno e per tutti gli anni fino….. all’Expo 2015.


Si chiama "La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo 2015”.


Ma è una GIORNATA MONDIALE CHE DURA TUTTO L’ANNO, perché sarà estesa a tutti i mesi del 2013, a cominciare dal 31 gennaio. L'evento clou ci sarà il 23 luglio in concomitanza con l’inizio dell'altra grande manifestazione, promossa da INformaCIBO, “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop”.


I piatti tipici delle cucine regionali italiane nei ristoranti di tutto il mondo

Lo chiamano il Belpaese. E’ l’Italia delle bellezze artistiche e paesaggistiche. Profumi, gusti, colori, ricordi e innovazioni che si possono percepire attraversando lo stivale, dalle Alpi a Lampedusa, seguendo anche quel caleidoscopio di ricette regionali che descrivono, mettendo in armonia tutti i sensi, le prelibatezze del made in Italy. E con la prima edizione de “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane” i piatti tipici delle cucine regionali italiane entreranno nei ristoranti di tutto il mondo. Un’inedita kermesse internazionale che metterà in scena una splendida rappresentazione di saperi&sapori tutta da gustare.


Una Ricetta Tipica e Tradizionale della regioni italiane nei cinque continenti

In occasione dell'evento ogni cuoco, in Italia e nel Mondo, preparerà una Ricetta Tipica e Tradizionale della sua regione. L’obiettivo sarà quello di esaltare i piatti della tradizione familiare, dei ristoranti e delle trattorie: gli antipasti, i primi di mare e di terra, la pasta, la polenta e il riso; i secondi di pesce e di carne, le verdure e un posto particolare sarà riservato ai Dolci.


A promuoverla è il giornale online parmigiano INformaCIBO, ma con esso ci sono il CIM (Cuochi Italiani nel Mondo), l’UIR (Unione Italiana Ristoratori), il Consorzio del Prosciutto di Parma, il Consorzio del Parmigiano Reggiano, Fabbri 1905, Parma Alimentare, Cibus di Fiere di Parma, Alma, Bonat, Degusta, l'Apt dell’Emilia Romagna, la Scuola di Alta Cucina I.F.S.E. - Italian Food Style Education e tanti altri, tutti uniti attivamente per sostenere la “Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell’Expo 2015”.

Le prime ricette che scendono in campo
Dalla Russia lo chef lombardo Francesco Torelli preparerà il “Coniglio alla bresciana con patate al forno e polenta”, lo chef milanese Daniel Evangelista nel suo ristorante Peperoncino ad Ankara cucinerà l“Oss Bus (Ossobuco alla milanese)”, mentre il “Risotto alla milanese” sarà la ricetta di David Galantini, al ristorante Ambrosiano a due passi dal Duomo.

Dalla Puglia le “Strascinate alle cime di rape” dello chef Francesco Caldera al Ristorante di Villa Romanazzi di Bari e la “Tiella alla barese (Patate, riso e cozze al forno alla barese)” preparata dallo chef Michele D’Agostino, coordinatore didattico dell’Ateneo della Cucina italiana della Fic-Federazione italiana cuochi.

Dalla Calabria il giovane chef Luca Abbruzzino prepara il piatto “Tagliolini di castagne con ricotta al timo su purea di cicerchia” mentre “Rivisitazione del Bocconotto di Mormanno con crema e amarena Fabbri” è il dolce che lo chef calabrese Gigi Ferraro prepara a Mosca nel lussuoso Cafè Calvados. Lo Chef crotonese Vincenzo D'Oppido si cimenta con “Spaghetti alici e pandolce”, un primo piatto calabrese al profumo di mare e con vista sulla storia. Ancora due grandi chef con la cucina calabrese: lo Chef Giorgio Trovato, che lavora a Kyev, presenta la ricetta: Variazione di Crustoli mentre lo Chef catanzarese Massimiliano Cartaginese ha ideato una ricetta della più tipica tradizione calabrese, il “Piatto del Morzello".

In questa anteprima, numerose saranno le ricette tipiche della cucina abruzzese: lo chef Marco Medaglia, originario di Chieti e presidente del CIM, associazione di cuochi italiani, che raggruppa circa 3000 chef che operano nei più blasonati ristoranti dislocati in tutto il Mondo, all'interno del prestigioso ristorante Angelini nell’ Hotel ***** Shanri-La di Kowloon presenterà un Menu interamente di cucina abruzzese con “il brodetto alla vastese rivisitato” e la “Chitarra al tartufo dell’Altopiano Aquilano e Pecorino di Farindola”. Un dolce ripreso da una ricetta abruzzese “vecchio stile”, risale addirittura al 1820, “Girotondo di Parrozzo affogato alla crema di confetto”, lo prepara lo chef villese Franco Loreto nel suo ristorante Madonnina del sorriso a Casalbordino (Chieti).

 

E ancora. Antonio Di Cesare, chef al ristorante al Molo di Hong Kong e Massimo Pasquarelli, il primo Chef italiano a conquistare la stella Michelin, parteciperanno con due ricette dell’Abruzzo più tradizionale: Pasquarelli dal ristorante Millennia al The Ritz-Carlton di Singapore cucinerà “Mazzarelle d’agnelletto fritte, conserva d’aglio-olio e peperoncino con ricotta organica Pizzoferratese”. Lo chef Walter Potenza di Giulianova dal suo ristorante a Providence (USA), preparerà le tipiche “Crispelle” e “Il brodetto di pesce alla Giuliese”, mentre lo chef del Ristorante Zunica 1880 di Civitella del Tronto, Sabatino Lattanzi, proporrà i “Maccheroncini alla chitarra con ragù bianco d’agnello e zafferano dell’Aquila”.

Tappa speciale del viaggio sarà l'abbinamento alla quarta edizione de “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop” che si svolgerà dal 23 al 28 luglio 2013.


“La tradizione –affermano i promotori- è una tradizione così ben riuscita dall’essersi consolidata, tanto da entrare di diritto tra gli elementi di giudizio dell’autenticità di un prodotto agroalimentare e quindi anche di una preparazione culinaria. Per questi motivi vogliamo indicare la Grande cucina tradizionale italiana ai gourmet di tutto il mondo in vista dell'Expo 2015”.


***

La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane

nel segno dell'Expo 2015

 

La prima edizione de “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo” è anche

un brindisi mondiale in occasione di un 2013 dedicato a Giuseppe Verdi (200° anniversario della nascita)

 

 

Parma 17 gennaio 2013. Da quest'anno e per tutti gli anni fino….. all’Expo 2015.

Si chiama "La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo 2015”.

Ma è una GIORNATA MONDIALE CHE DURA TUTTO L’ANNO, perché sarà estesa a tutti i mesi del 2013, a cominciare dal 31 gennaio. L'evento  clou ci sarà il 23 luglio in concomitanza con l’inizio dell'altra  grande manifestazione, promossa da INformaCIBO, “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop”. 

 

I piatti tipici delle cucine regionali italiane nei ristoranti di tutto il mondo 

Lo chiamano il Belpaese. E’ l’Italia delle bellezze artistiche e paesaggistiche. Profumi, gusti, colori, ricordi e innovazioni che si possono percepire attraversando lo stivale, dalle Alpi a Lampedusa, seguendo anche quel caleidoscopio di ricette regionali che descrivono, mettendo in armonia tutti i sensi, le prelibatezze del made in Italy. E con la prima edizione de “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane” i piatti tipici delle cucine regionali italiane entreranno nei ristoranti di tutto il mondo. Un’inedita kermesse internazionale che metterà in scena una splendida rappresentazione di saperi&sapori tutta da gustare.

La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo 2015” ideata dal giornale web parmigiano INformaCIBO in collaborazione con CIM (Cuochi Italiani nel Mondo, diretto dallo chef abruzzese Marco Medaglia che lavora all' Hotel ***** Shanri-La di Kowloon nel prestigioso ristorante Angelini, e con l' UIR (Unione Italiana Ristoratori), ha il sostegno del Consorzio del Prosciutto di Parma, Consorzio del Parmigiano Reggiano, Fabbri 1905, Parma Alimentare, Cibus, Alma, Apt dell'Emilia Romagna, il magazine Degusta, Bonat e tanti altri. 

 

L'obiettivo è promuovere e diffondere quella filiera di eccellenze che va dall’agricoltura all’industria, ma anche dalla cuoca di casa agli chef più creativi.

E’ la materia prima e poi l’arte culinaria a dare preziosità e unicità ai menù della tradizione italiana: dall’antipasto al dolce. Il tutto ben accompagnato da vini che fanno parte della stessa orchestra, quella del Belpaese. Dunque, Libiamo ne' lieti calici. Infatti, la prima edizione de “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane verso l'Expo” è anche un brindisi mondiale in occasione di un 2013 dedicato a Giuseppe Verdi (200° anniversario della nascita).

“La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane” vuole anche essere un primo assaggio di qualità verso l’Expo 2015 che vedrà Milano, le Regioni e l’Italia intera protagonisti. 

 

Una Ricetta Tipica e Tradizionale della regioni italiane nei cinque continenti 

In occasione dell'evento ogni cuoco, in Italia e nel Mondo, preparerà una Ricetta Tipica e Tradizionale della sua regione. L’obiettivo sarà quello di  esaltare i piatti della tradizione familiare, dei ristoranti e delle trattorie: gli antipasti, i primi di mare e di terra, la pasta, la polenta e il riso; i secondi di pesce e di carne, le verdure e un posto particolare sarà riservato ai Dolci. 

 

La cultura gastronomica, agricola e turistica italiana al centro della kermesse 

“La tradizione –affermano i promotori- è una tradizione così ben riuscita dall’essersi consolidata, tanto da entrare di diritto tra gli elementi di giudizio dell’autenticità di un prodotto agroalimentare e quindi anche di una preparazione culinaria”.

 

Si parte il 31 gennaio

Il primo appuntamento mondiale si svolgerà giovedì 31 gennaio quando  le ricette tradizionali della Puglia, dell'Abruzzo, della Calabria e della Lombardia saranno presenti nei menu dei ristoranti di Hong Kong, di Pechino, di Mosca e di alcuni ristoranti dell’Abruzzo, della Lombardia e della Puglia e della Calabria.

 

Dal 17 al 19 marzo a Venezia

Iniziative durante “Gusto in Scena” il Congresso degli chef stellati promosso da Marcello Coronini,  che si terrà a Venezia (17-19 marzo)  per rappresentare il meglio della nuova cucina italiana.

 

Appuntamento clou il 23 luglio

L’iniziativa si svolgerà mese per mese per tutto il 2013 con anteprime ed eventi  ed avrà il suo clou il 23 luglio quando in moltissimi ristoranti dei cinque continenti si svolgerà “La Giornata Mondiale delle Cucine Regionali italiane nel segno dell'Expo 2015” e in concomitanza inizierà l’evento de  “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop”.

 

A Milano grande serata il 24 luglio

Altro grande appuntamento si terrà Giovedì 25 luglio a Milano, una serata speciale  all’Hotel Enterprise con tante novità e i piatti delle due manifestazioni preparati dagli chef dell’Uir e non solo.

 

Note

Per informazioni e adesioni scrivere a: Raffaele D'Angelo: <drraffa1@tin.it>

L’iniziativa delle Cucine Regionali si abbina alla quarta edizione de “Il Gelato nel Piatto con Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma e prodotti Dop” che si svolgerà dal 23 al 28 luglio 2013.

 

Il CIM – Cuochi Italiani nel Mondo, diretto dallo chef abruzzese Marco Medaglia. Il CIM è una associazione di cuochi italiani che raggruppa circa 3000 chef che operano nei più blasonati ristoranti dislocati in tutto il Mondo.

Il CIM ha un Network, indipendente, libero e democratico dove i grandi chef discutono liberamente, di Cucina Italiana, prodotti, offerte di lavoro e informazioni varie.

Gli chef del Cim hanno alla base un ingrediente che li unifica tutti: la grande passione per il loro lavoro. Tutti, partendo dai loro borghi italiani, sono riusciti a conquistare i palati dei gourmet dei cinque continenti valorizzando all’estero il buono e il bello dei prodotti italiani. Insomma, quel sistema agroalimentare italiano che tutti ci invidiano e che fanno boom nelle esportazioni.


L’UIR – Unione Italiana Ristoratori. La filosofia di questa associazione si basa sulla valorizzazione della cucina italiana di qualità con particolare attenzione alle varie realtà regionali.

“Vogliamo -dice il direttore Savino Vurchio- essere “ristoranti per la gente”, cioè offrire agli avventori sempre il meglio dei prodotti nel rispetto della tradizione, la cordialità nell’accoglienza al giusto prezzo, il tutto unito all’amore per il mondo dell’arte: questa è la formula vincente che propone l’Unione Italiana Ristoratori ai gourmet di tutto il mondo”.

 

 

 

 

 

 

I piatti regionali italiani

nel mondo

 

 

 

 

La rassegna stampa del debutto del 31 gennaio 2013

 

 Le prime ricette

 

 

Cosa scrivono gli altri..

Sottocoperta:

le ricette delle regioni italiane

Cucina Italiana:

la cucina regionale

 

A CURA DI PATROCINO MAIN SPONSOR PATROCINI

CON IL SOSTEGNO DI IN COLLABORAZIONE CON PARTNER GLI AMICI DEL GELATO NEL PIATTO

 

 

 

 

 

 

 

Alcune foto inserite nel sito sono state reperite su Internet.

Qualora i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione sono pregati di segnalarlo via e-mail
Tutti i materiali presenti sul sito possono essere riprodotti liberamente, citando la fonte, se non a fine commerciale

 

Editoriale INformaCIBO

di Donato Troiano

partita iva 02288410349

 

Sito realizzato da