La ricetta dello Chef  Luca Abbruzzino

  

 

Tagliolini di castagne con ricotta al timo

su purea di cicerchia

 

abbruzzino.jpg

 

Ingredienti per 4 persone

 

per la pasta

150 gr di farina di grano duro

100 gr di farina 00

50 gr di farina di castagne

4 tuorli d’uova e 1 intero

sale e acqua q.b.

 

per la salsa

350 gr di ricotta di pecora

30 gr di pecorino crotonese

15 gr di timo al limone

20 gr di olio extra vergine d’ oliva

100 gr di burro

5 foglioline di salvia

sale e pepe

 

per la purea di cicerchia

200 gr di cicerchia

1 spicchio d’aglio

1 peperoncino piccante

5 gr di maggiorana

120 gr di olio extra vergine d’oliva

sale


Preparazione

Unire le tre farine e impastare con le uova un pizzico di sale e acqua q,b.,fino ad ottenere un impasto dalla consistenza abbastanza dura. lasciare riposare per circa 30 minuti, dopo di che tirare la sfoglia e tagliare i tagliolini.


Cuocere in acqua la cicerchia precedentemente messa a bagno.


In un tegame rosolare l’aglio con un filo di olio e il peperoncino piccante, aggiungere la cicerchia e un mestolo di brodo vegetale, insaporire per qualche minuto, quindi frullare il tutto e passare al setaccio. profumare con le foglioline di maggiorana tritate.


In una ciotola passare la ricotta al setaccio, aggiungere il pecorino, le foglioline di timo tritate un pizzico di sale e pepe e un filo d’olio. formare delle quenelles e metterle in una teglia con carta forno. cuocere in forno preriscaldato a 170 gradi per un minuto.


Sciogliere il burro in padella e rosolare le foglie di salvia che poi andranno eliminate.

cuocere la pasta scolare al dente e saltarla in padella con il burro alla salvia aggiustare di sale se e’ necessario e pepare.

Servire un nido di tagliolini sulla crema di cicerchia e mettere sopra una quenelles di ricotta al timo.

 

Abbinamento Vino: GRAYASUSI, etichetta rame, Gaglioppo 100% , Val di Neto I.G.T. ROSATO, Zona di Produzione: Colline di Strongoli, (KR) - Ceraudo, Az. Agricola.

 

***

 
Il giovane chef calabrese Luca Abbruzzino

 

Il giovanissimo Luca, ha 23 anni ed è una "figlio d'arte": erede di papà Antonio Abbruzzino, uno chef che negli anni ha elaborato una sua personalissima interpretazione della cucina italiana, anzi "locale".

E proprio nel ristorante di famiglia (Antonio Abbuzzino Ristorante Alta Cucina Locale) Luca, dopo gli studi, inizia a lavorare quasi per gioco ma prende subito dimestichezza con la cucina, e grazie alla passione e agli insegnamenti del papà perfeziona la sua tecnica di servizio e si avvicina ai piatti con grande saggezza.

 

L’ingrediente di cui non può fare a meno è il sole, fonte di energia vitale per gli uomini e gli alimenti.. Per la creazione di un piatto, dice, non c’è bisogno di fermarsi a pensare, ma l’intuizione deve nascere spontanea, soprattutto da scene di vita quotidiana. Per le grandissime potenzialità della sua terra, non la cambierebbe mai con nessun altro posto al mondo. Oggi il suo sogno non è diventare un grande chef, ma non smettere mai di crescere.

 

 

 

 

 

Il piatto tipico regionale

 

  

 

 Alta Cucina Locale

 


 

Un ristorante moderno che offre una cucina d'alto livello con piatti innovativi senza perdere di vista la tradizione territoriale.

Uno stile minimal-chic nei toni mélange dell'autunno e della terra ingentiliti da un tocco di colore arancio foncé e dai riflessi metallici dei punti luce sapientemente disposti accoglie l'ospite di Antonio Abbruzzino. Proprio qui lavora suo figlio Luca.

Uno spazio curato e invitante con tavoli in lengo brunito, piattame raffinato su rettangoli di juta nature, bicchieri eleganti e posate stilizzate.

Questo è il regno di Antonio e Luca Abbruzzino, o meglio l'anticamera del loro vero regno: la cucina, schermata da un vetro trasparente attraverso il quale l'ospite può ammiralro, spiarne i gesti che raccontano la sua quotidianità del vivere quel luogo, cercare di indovinare le alchimie culinarie, quasi in una sorta di dialogo silenzioso in cui affetto e condivisione ne scandiscono l'invisibile scambio.


Via Fiume Savuto
88100 Catanzaro (CZ)Italia

telefono: 0961799008

Antonioabbruzzino.it

 

  

  

 

A CURA DI PATROCINO MAIN SPONSOR CON IL SOSTEGNO DI

GLI AMICI DE IL GELATO NEL PIATTO IN COLLABORAZIONE CON PARTNER PATROCINI

 

 

 

Alcune foto inserite nel sito sono state reperite su Internet.

Qualora i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione sono pregati di segnalarlo via e-mail
Tutti i materiali presenti sul sito possono essere riprodotti liberamente, citando la fonte, se non a fine commerciale

 

Editoriale INformaCIBO

di Donato Troiano

partita iva 02288410349

 

Sito realizzato da