La ricetta degli Chef Franco e Laura Loreto

 

 

Girotondo al Parrozzo

 

 

 

 

 

Ricetta per 6 persone

 

Parrozzo vecchio stile

- gr 200 zucchero

- gr 200 farina di fecola

- gr 50 semolino

- gr 150 uova

- gr 200 mandorle tostate

- gr 30 mandorle amare

- buccia di un arancio tritato

- un cucchiaino caffè di aurum

- un cucchiaino aroma di mandorla

- gr 20 bicarbonato di sodio

- gr 300 olio extravergine d’oliva

 

Procedimento

Separate i tuorli dagli albumi, quindi montate gli albumi con lo zucchero.

Amalgamate in un recipiente a parte farina, mandorle tritate finemente, tutti gli aromi e il bicarbonato di sodio

quindi la semola, l’olio d’oliva e fecola di patate.

Ottenuto l’impasto omogeneo unire gli albumi montati lentamente.

Versare in un recipiente a mezza sfera ben unto e infarinato.

Cottura 35 minuti a 170°

 

Crema al confetto

- gr 50 Confetto alla mandorla

- gr 30 confetto alla frutta

- gr 150 tuorlo d’uovo

- gr 150 panna non zuccherata

- gr 150 latte

- gr 100 zucchero

 

Procedimento

Mettete a scaldare a fuoco moderato in un pentolino latte e panna.

A liquido caldo, quasi 70° versate i tuorli e lo zucchero montati in precedenza.

Mescolare con un frustino e attendere che vada in ebollizione facendo attenzione che non si attacchi al fondo.

Iniziata l’ebollizione togliere subito dal fuoco, e versare i confetti frantumati e girare con costanza fino a quando la

crema si sia raffreddata.

 

Preparazione del semifreddo

- gr 200 ricotta di pecora

- gr 125 mascarpone

- gr 125 panna non zuccherata

- 1 baccello di vaniglia

- gr 50 tuorlo

- gr 25 acqua

- gr 85 di zucchero

- gr 100 di parrozzo tostato per 10 minuti a 100° e poi sbriciolato

 

Procedimento

Montare le uova aiutandovi con un rotore elettrico.

Mettete acqua e zucchero sul fuoco e mescolate bene, quando prende a bollire versate dentro le uovo mentre montano e

far girare il frullatore fino al raffreddamento.

Quindi aggiungete mascarpone e ricotta, il parrozzo e amalgamate lentamente.

Versate il semifreddo dentro degli stampi a forma di mezza sfera, che ci ricorda la forma del parrozzo.

Ponetelo in congelatore per almeno 6 ore.

 

Finitura

- gr 30 cioccolato fondente

- zucchero a velo

- cacao

- 6 amarene Fabbri

 

Procedimento

Sformare il semifreddo e ponetelo su un piatto possibilmente fondo.

Versate la crema di confetto almeno di 2 cm

Spolverate di zucchero e poi di cacao

Fate colare il cioccolato sul semifreddo che avete scaldato in precedenza, e in cima l’amarena.

 

L'idea del Piatto

Caro Donato

ti spiego l'idea che mi ha portato ad ideare questo dolce. L'ho chiamato "Girotondo" perché girando attorno a Pescara, la Patria del Parrozzo (tipico dolce pescarese), la memoria è andata ai luoghi della zona: dal mare verso l’altopiano Appenninico. La presenza della pastorizia con la produzione eccellente di formaggi e ricotta di pecora; proseguendo poi verso Sulmona, con i suoi buoni confetti e continuando per la strada  osservo anche tanti ulivi che danno il nostro buon olio abruzzese.

 

Così ho deciso  di unire ricotta di pecora, olio e confetti al parrozzo; in più ho pensato il dolce come semifreddo che ci ricorda le basse temperature dei nostri monti, ma nello stesso tempo con la presenza  del cioccolato, mandorle e olio ho ridato calore al dolce.

Concludendo con la così detta ciliegina sulla torta, non poteva mancare una amarena Fabbri, prodotta al nord d’Italia, a conferma che i prodotti di tutta l’Italia sono buoni ed eccellenti.

Buona riuscita dell'evento e ciao.

Franco Loreto

 

 

***

 

Lo Chef Franco Loreto del Ristorante Madonnina del Sorriso

 

Lo chef Franco Loreto, la sua inseparabile Laura e lo staff

 

Aria nuova, aria buona nel chietino zona campagna/mare.

Siamo a Casalbordino, una zona non notissima in provincia di Chieti, vicina al mare e in aperta campagna tra Casalbordino e Villalfonsina. In questo territorio, dove primeggia l'agricoltura e il buon vivere, da alcuni anni, è nato il ristorante Madonnina del Sorriso, a dieci chilometri da Vasto.


Ai fornelli lo chef Franco Loreto, nato a Villalfonsina, e in sala la prediletta e inseparabile moglie Laura.


Tutta in salita la strada di chi vuole fare grande cucina in questa zona, eppure in poco tempo il bravo Franco è riuscito a far calamitare in questa località i gourmet del circondario e non solo.


Apprezzabile e di alto livello la sua ristorazione che si basa in grandi piatti di pesce ma non disdegna la cucina tradizionale. Qui si apprezza una cucina solida, senza svolazzi, con i piedi ben posati per terra, cioè sul territorio. Le esecuzioni di Franco convincono perchè ha fantasia, estro e buona professionalità.

Ecco come INformaCIBO  l'anno scorso  aveva descritto il ristorante di Franco Loreto: Madonnina del Sorriso.

 

 

 

 

Il piatto tipico regionale

 

  

 

    

Madonnina del Sorriso

di Franco Loreto

Via San Rocco 11

66021 Casalbordino Chieti

 

www.madonninadelsorriso.it 

 

  

  

 

A CURA DI PATROCINO MAIN SPONSOR CON IL SOSTEGNO DI

GLI AMICI DE IL GELATO NEL PIATTO IN COLLABORAZIONE CON PARTNER PATROCINI

 

 

 

Alcune foto inserite nel sito sono state reperite su Internet.

Qualora i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione sono pregati di segnalarlo via e-mail
Tutti i materiali presenti sul sito possono essere riprodotti liberamente, citando la fonte, se non a fine commerciale

 

Editoriale INformaCIBO

di Donato Troiano

partita iva 02288410349

 

Sito realizzato da