La ricetta dello Chef  Giorgio Trovato

  

 

Variazione di Crustoli

 

Al miele di corbezzoli, alla vaniglia su zabaione, alle clementine di Corigliano Calabro, alla riduzione di liquirizia

 

 

 

Per i Crustoli

500 gr di farina 00

100 ml di olio extravergine

50 ml di acqua

50 ml di cointreau

5 gr zucchero semolato

3 gr sale iodato

Dopo aver realizzato una fontana con la farina, incorporiamo man mano tutti gli ingredienti ottenendo un impasto bello liscio ed omogeneo.

Effettueremo poi  una sorta di grissino, che taglieremo in pezzi da circa 7 cm, con l’aiuto di un cesto in vimini provvederemo ad incavarli.

Una volta pronti friggeremo in abbondante olio di oliva, suddividendo quanto ottenuto in tre parti uguali.

Una parte sarà coperta da semplice zucchero al velo. Una seconda parte caramellati con del miele ai corbezzoli. La terza parte con miele millefiori.

 

Per le salse :

Zabaione

8 torli

150 gr zucchero semolato

50 ml succo fresco di clementine di Corigliano Calabro

 

Liquirizia

100 gr liquirizia

50 ml panna fresca

Prendete le 8 uova e separate i tuorli dagli albumi. Mettete lo zucchero  e i tuorli  in una ciotola di acciaio con il manico e dal fondo spesso (che dovrà poi essere posta a bagnomaria), e sbattete con una frusta (o con lo sbattitore elettrico)

fino a che non si formi una crema gonfia, spumosa, liscia e quasi bianca.

Unite a poco a poco il succo di arancia, sempre sbattendo per fare assorbire bene il liquido, e quando tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati, immergete la pentola a bagnomaria in un'altra pentola più grande che la contenga, riempita per 1/3 di acqua caldissima: il fuoco deve essere molto basso e l’acqua non deve mai bollire, ma piuttosto deve mantenere un lieve fremito.
Mescolate con la frusta per circa 10-15 minuti, finché non vedrete la crema gonfiarsi, addensarsi e diventare vellutata. A questo punto potete togliere lo zabaione dal fuoco.


Se invece volete gustarlo freddo dovrete mescolarlo di tanto in tanto fino a raffreddamento avvenuto, per evitare che il vino si separi dalla crema depositandosi sul fondo.

 

salsa alla Liquirizia

Sciogliete a bagnomaria la liquirizia ed incorporate una volta del tutto liquida la panna

Tipico dolce della tradizione natalizia, riletto in chiave moderna ed accoppiato con alcuni dei prodotti di punta della produzione della Piana di Sibari (Cs).

 

Vino Abbinato: Greco di Bianco D.O.C, Greco bianco 100%, zona di produzione: Bianco (Rc), Azienda Agricola Lucà, Bianco (RC).

 

***

 
Lo chef calabrese Giorgio Trovato a Kyev

 

Giorgio Trovato, di origini calabresi, si trasferisce, dopo la fine del Liceo Classico, a Siena dove si laurea in Scienze dell’Amministrazione. A Siena ha modo di riprendere la sua passione per la cucina.

Segue l’Etoile a Sottomarina, vari stages, nei quali si impadronisce di nuove tecniche e nuove esperienze. Sono gli anni delle collaborazioni con il Maestro Giorgio Nardelli, attuale Rettore dell’Ordine dei Maestri di Cucina della Fic, matura esperienze in locali a due stelle Michelin e di tre stelle in Spagna. Riconosce l’importanza del territorio e l'idea di cucina fatta essenzialmente di qualità delle materie prime diventino le basi su cui basare il proprio operare.

 

Alterna varie esperienze, piccole Osterie, in compagnie di Nonni e Nonne, dove ha modo di riappropriarsi di antiche ricette per poi reinterpretarle in chiave moderna.

E’ curatore di eventi con enti ed istituzioni, in varie manifestazioni tese alla valorizzazioni dei prodotti toscani sia sul territorio nazionale che all’estero, si occupa di formazione ed in particolare attraverso l’Associazione “Food  for fun” sviluppa un progetto teso alla realizzazione di corsi specifici per bimbi dai 3 ai 12 anni.

 

 

 

 

 

 

 

Il piatto tipico regionale

 

  

 

Giorgio Trovato

 

 

 

AttualmenteGiorgio è consulente per conto di Trovato Food Project. È consulente in Ucraina in qualità di Executive Chef e Restaurant Manager in una prestigiosa struttura sita a Kyev in Ucraina.

 

Stefano's Fine Food Factory, compagnia che si occupa sia di importazione di prodotti italiani che di ristorazione attraverso lo Stefano's Fine Food Restaurant, situato in una delle zone piu' antiche e famose di Kyev.
 

 

  

  

 

A CURA DI PATROCINO MAIN SPONSOR CON IL SOSTEGNO DI

GLI AMICI DE IL GELATO NEL PIATTO IN COLLABORAZIONE CON PARTNER PATROCINI

 

 

 

Alcune foto inserite nel sito sono state reperite su Internet.

Qualora i soggetti o gli autori fossero contrari alla loro pubblicazione sono pregati di segnalarlo via e-mail
Tutti i materiali presenti sul sito possono essere riprodotti liberamente, citando la fonte, se non a fine commerciale

 

Editoriale INformaCIBO

di Donato Troiano

partita iva 02288410349

 

Sito realizzato da