Alma, l’offerta didattica si arricchisce grazie a nuovi Corsi

Alma Caseus, è il nuovo grande progetto formativo per una preparazione professionale nel mondo del formaggio

di Silvia Armati

Ultima Modifica: 11/06/2019

ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, il centro più autorevole di formazione della cucina e dell’ospitalità italiana a livello internazionale, amplia la sua offerta formativa verso tutti i professionisti dell’ospitalità che mirano a tenersi aggiornati, introducendo corsi modulabili di alta formazione.

Come diceva Gualtiero Marchesi: «Il segreto di ogni grande Maestro è rimanere sempre un allievo». È con questo spirito che ALMA inaugura questa nuova fase della sua didattica.

I diplomati della nostra Scuola, in questi primi 15 anni, sono stati oltre 4000ha dichiarato Matteo Berti, Direttore Didattico della Scuola motivati da questi numeri, abbiamo compreso la necessità di poter trasmettere i nostri insegnamenti anche ai professionisti che sono alla ricerca costante di innovazione e miglioramento. Per la prima volta, ALMA ha deciso di intraprendere un nuovo percorso nella sua missione, coniugando la consolidata alta formazione con l’aggiornamento. Oggi, come Direttore Didattico di ALMA, sono orgoglioso di presentarvi i nuovi corsi di aggiornamento pensati per i professionisti”.

Eccoli

  • ALMA Caseus, è il nuovo grande progetto formativo per una preparazione professionale nel mondo del formaggio: materia, cultura, taglio, servizio, gestione e comunicazione di questa eccellenza della gastronomia italiana.

  • I corsi di aggiornamento con grandi maestri internazionali, ospiti per la prima volta in Italia per condividere la loro arte e il loro savoir-faire. Grégoire Berger, membro della 50 Best Chefs in the World 2018, porterà tutta la sua esperienza sul tema mignon e dessert al piatto; il pastry chef di calibro mondiale Gregory Doyen si focalizzerà sul Tea Time, un momento sempre più apprezzato dai consumatori; mentre il MOF Arnaud Larher terrà una lezione sul cioccolato e i dolci natalizi. Spesso la tradizione gastronomica italiana e francese vengono viste in antitesi, da diverso tempo, invece, in ALMA promuoviamo la profonda sinergia che accomuna questi due mondi: tecnica e storicità per una preparazione di ampio respiro internazionale.

Una delle caratteristiche che accomuna questi corsi è la loro modularità. Proprio per venire incontro alle esigenze professionali di chi lavora, i corsi potranno essere frequentati e scelti per ogni singolo modulo didattico, ciascuno studiato per un argomento specifico. Per ALMA – ribadisce lo chef Berti – questo rappresenta un punto di svolta: la nostra didattica, da oggi, non si occuperà solo di formare dei professionisti, ma anche di aggiornarli, sempre mantenendo un’alta professionalità come filo conduttore.

Si può insegnare tutto, ma la didattica deve essere sostenuta da etica e rispetto, seguendo un processo senza sosta di accrescimento: si impara in un continuo confronto, mostrando qualcosa fino a insegnarlo. In ALMA siamo fortemente convinti che la qualità del lavoro non sia solo il risultato finale di un processo, ma, al contrario, sia influenzata dalle persone con cui si lavora, da come si lavora e da quale dialogo si crea mentre si collabora. Per riprendere nuovamente le parole del Maestro Marchesi: «La continua curiosità è la chiave per intraprendere la propria crescita professionale», un sentimento che anche il grande professionista non deve mai smettere di nutrire perché, unita a tecnica e passione, fa di lui un vero esperto sul campo”.

I nuovi corsi di aggiornamento ALMA partiranno dall’autunno ma le iscrizioni sono già aperte sul sito www.alma.scuolacucina.it

 

Condividi L'Articolo

L'Autore

Redattore