Birra artigianale, Mipaaft per tutelare consumatori e filiera

Siglato accordo tra Icqrf e Unionbirrai: c'è la possibilità di segnalare abusi nell'uso della denominazione "Birra artigianale"

di Silvia Armati

Ultima Modifica: 29/12/2018

Tutelare la birra artigianale prodotta da piccoli birrifici indipendenti e non sottoposta, durante la fase di produzione, a processi di pastorizzazione e di microfiltrazione”, promuovere la filiera e salvaguardare i consumatori. Lo annuncia il ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo – Mipaaft in una nota, dove si parla dell’accordo siglato dall’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari con l’Associazione Unionbirrai, associazione di categoria nazionale dei piccoli birrifici indipendenti italiani (Pbii), i piccoli produttori di birra artigianale.

Scopo della collaborazione è la tutela della Birra artigianale, così come definita dalla legge 154/20165, “la birra prodotta da piccoli birrifici indipendenti e non sottoposta, durante la fase di produzione, a processi di pastorizzazione e di microfiltrazione”.

L’accordo, spiega la nota del Mipaaft, riguarda in particolare la condivisione delle linee guida volontarie per gli associati ad Unionbirrai, relativamente alle pratiche di microfiltrazione e ai processi produttivi, l’attivita’ di formazione a beneficio di produttori e consumatori, e soprattutto la possibilita’ di segnalare all’Ispettorato eventuali abusi nell’uso della denominazione ‘birra artigianale’.

Con questa collaborazione, dato il successo che sta riscuotendo la birra artigianale in Italia, il ministero intende “valorizzare e riconoscere – conclude la nota – tutte le realta’ grandi e piccole della filiera, promuovere i produttori italiani e sensibilizzare i consumatori di fronte alle eccellenze del nostro Paese”.

Il 77% degli italiani beve birra e il 55% lo fa tutte le settimane

Il successo della birra artigianale va avanti da tempo tanto che secondo l’indagine di AstraRicerche per AssoBirra infatti, il 77% degli italiani beve birra e il 55% lo fa tutte le settimane (almeno una volta e nella fascia dei consumi più frequenti, di persone tra i 35 e i 55 ann). L’86% dei connazionali la consuma a casa, l’81% nei locali. La ricerca rivela un forte desiderio di conoscenza sulla birra: l’83% vorrebbe saperne di più.

Birraio dell’Anno torna al teatro TuscanyHall (ex ObiHall) di Firenze, da venerdì 18 a domenica 20 gennaio 2019

Tutte le informazioni su InformaCibo

Condividi L'Articolo

L'Autore

Redattore