“Coltivare e custodire”: il pane è il protagonista della terza edizione

Da oggi al 27 giugno 2020 appuntamenti in streaming per celebrare le corrette pratiche in agricoltura per tutelare la salute dell’uomo e del pianeta

di Silvia Armati

Ultima Modifica: 22/06/2020

Il festival “Coltivare e custodire”, è un appuntamento ideato dalle aziende vitivinicole Ceretto e dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo

Filo conduttore e tema degli incontri dell’edizione 2020 è il pane, simbolo per eccellenza della tradizione contadina.
Protagonisti le donne e gli uomini che stanno dedicando le loro energie e i loro talenti a quanto ruota intorno al mondo del cibo sostenibile, in questo caso il pane. Dalla coltivazione di diverse varietà di cereali di alta qualità, alla trasformazione in farine, alla produzione di pane secondo tecniche tradizionali, al ricostruire riti di comunità intorno al forno: a partire dal campo fino alla tavola.

Ecco una sintesi degli appuntamenti online che si svolgono dal 22 al 27 giugno

22 giugno, ore 18:30, streaming online.

23 giugno, ore 18:30, online. Le Conversazioni: Storie intorno al mondo del pane “Le buone pratiche dal mulino al forno”

Il commento di Carlin Petrini

“Alimento semplice ma dal potentissimo valore simbolico, il pane ci racconta di una saggezza con- tadina dimenticata e ci ricorda di far parte della stessa comunità. Da sempre elemento di condivisione, solidarietà e compagnia (dalla sua stessa etimologia cum panis), testimonia la necessità na- turalmente umana di fare rete – afferma Carlo Petrini, Fondatore di Slow Food Internazionale e Presidente dell’Università di Scienze Gastronomiche – Anche per questo motivo quest’anno abbiamo scelto questo tema, per ricordarci in un momento così difficile, che la sola via d’uscita è nella lotta all’individualismo e nella vittoria del bene comune”.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Redattore