Ciliegio, il simposio internazionale a Vignola

di Silvia Armati

Ultima Modifica: 19/02/2019

Si sono aperte ufficialmente le iscrizioni al Simposio internazionale del ciliegio di Vignola, organizzato da Distal, Università di Bologna, Consorzio Ciliegia di Vignola Igp e Accademia nazionale di agricoltura. Da oggi  è possibile iscriversi alla terza edizione dell’evento dedicato al frutto che ha reso famosa nel mondo la cittadina modenese.

Come già nelle precedenti edizioni, il 22 e 23 maggio alla Rocca di Vignola l’International cherry symposium (Ics) riunirà i maggiori esperti mondiali che presenteranno review scientifiche aggiornate sui temi di più stretta attualità.

22 maggio – Il convegno scientifico

I lavori avranno inizio il 22 maggio, con il convegno scientifico, moderato da Raffaella Quadretti. Alle tematiche legate alla commercializzazione e al marketing, esposte da Roberto della Casa, (Italia), seguirà il tema della genetica esposto da José Quero Garcia con la relazione “Nuove tecniche e obiettivi nel miglioramento genetico del ciliegio”. Seguirà l’intervento di Amandine Boubennec (Francia) con “L’innovazione varietale nel ciliegio per produzioni di alta qualità”.

Gregory Lang (Usa) illustrerà il tema “Migliorare le performance fisiologiche e l’efficienza produttiva“, mentre di tecnica parlerà Martin Balmer (Germania) con la relazione “Verso l’alta densità: nuovi portinnesti e sistemi di impianto nel ciliegio“. Il post raccolta sarà trattato da Marco Dalla Rosa (Italia) con la relazione sulle “Moderne tecniche di lavorazione e confezionamento delle ciliegie“. Il tema del cracking sarà affrontato da Moritz Knoche (Germania) con “Nuovi approcci nella difesa delle spaccature dei frutti nel ciliegio”. A concludere, Nicola Mori (Italia) interverrà su “Strategia di difesa integrata a Drosophila suzukii“.

22 maggio – Seminario sulle nuove varietà e nuovi portinnesti

Le nuove varietà e i nuovi portinnesti saranno protagonisti del pomeriggio del 22 maggio quando, al seminario moderato da Ivano Valmori di AgroNotizie e Plantgest, si susseguiranno i seguenti interventi:

Le nuove varietà della Zaiger Genetics (Usa) e della Summerland Rs (Canada)” – Edwige Remy, International Plant Selections

“Le nuove varietà della Sms Unlimited Llc (Usa)” – Marie Laure Eteve, Cot International

Le nuove varietà dell’Inra e del Ctifl (Francia)” – Pierre Millet, Cep Innovation

“Le nuove varietà della Bradford Genetics e della Burchell Nursery (Usa) – Jean Pierre Plail, Star Fruit Diffusion Sas

“Le nuove varietà della Ifg (Usa)”, Christopher Owens, International Fruit Genetics

“Le nuove varietà della Università di Bologna” – Barbara Mila Novak, Kto-Aric Università di Bologna

“Le nuove varietà della Vsuo (Repubblica Ceka)” – Labor Zeleny, Vsuo Genetics and breeding department, Holovousy

“Le nuove varietà della Naik (Ungheria)” – Geza Bujdoso, Naik National agricultural research and innovation Centre, Budapest

“Le nuove varietà della serie Prim e Final (Germania)” – Peter Stoppel, Vitroplant Italia Srl, Italia

“I nuovi portinnesti della serie Weigi (Germania)” – Hubert Siegler, Lwg – Bayerische Landesanstalt für Weinbau und Gartenbau, Veitshöchheim

“I nuovi portinnesti della serie Gisela e Pi-Ku (Germania)” – Johannes Feldmann, Cdb Consortium Deutscher

Baumschulen

“I nuovi portinnesti della serie Krymsk (Russia)” – Frank Mass, Varieties International Llc

23 maggio – Visite tecniche

Le visite in campo saranno organizzate secondo due diversi percorsi, studiati per toccare con mano le innovazioni introdotte in questi ultimi anni negli impianti di ciliegio, insieme alle nuove tecnologie introdotte nelle strutture di lavorazione e confezionamento.

Il primo tour si snoderà attorno al comprensorio di Vignola

Sono previste visite guidate in aziende sperimentali e in frutteti commerciali per visionare insieme le principali novità nel settore varietale e dei portinnesti e per conoscere e apprezzare le innovazioni realizzate nei sistemi di copertura antipioggia e nei sistemi multifunzionali di difesa integrata.

Concluderà la giornata la visita a moderne strutture di lavorazione e confezionamento.

Il secondo tour si svolgerà nel veronese, mentre il terzo tra Bologna e Ferrara

Tecnici esperti e operatori del settore guideranno i visitatori alla scoperta dei sistemi di impianto ad alta e altissima densità. I frutteti pedonali sono modelli ampiamente collaudati e proponibili oggi anche nel ciliegio, grazie a un’ampia gamma varietale e a proposte di nuove forme di allevamento e di protezione dei ceraseti.

Il programma delle visite tecniche dettagliato è in via di definizione e sarà pubblicato online sul sito del simposio

Per partecipare è necessaria l’iscrizione al simposio, scopri i dettagli della registrazione a questo link

Condividi L'Articolo

L'Autore

Redattore