fbpx

Notte Bianca del Cibo italiano, tanti eventi in Emilia Romagna

di Silvia Armati

Ultima Modifica: 12/07/2018

Da Rimini a Piacenza, passando per Bologna e naturalmente Forlimpopoli… parte dall’Emilia- Romagna il gran tour della Notte Bianca del Cibo italiano che il Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo in accordo con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali hanno proclamato per il 4 agosto nell’ Anno del Cibo Italiano al fine di valorizzare il patrimonio enogastronomico nazionale, dedicandola a Pellegrino Artusi, nato il 4 agosto del 1820 a Forlimpopoli.

E proprio dalla cittadina romagnola partono i festeggiamenti dove sotto la rocca al calar del sole i sommelier Ais presentano i migliori vini di tutta la regione nella terza tappa di Tramonto DiVino: il road show del gusto che promuove gli abbinamenti vino-cibo territoriali con i consorzi dei prodotti a marchio Dop e Igp, e poi la cena sotto le stelle, show cooking e laboratori didattici in collaborazione con i Musei del gusto, mostre d’arte e musica dal vivo.

Dall’entroterra alla costa, il Grand Hotel di Rimini celebra l’Artusi con ricette preparate dallo chef Claudio Di Bernardo, dimostrazioni di pasta tirata a mano dalle Mariette e una mostra di disegni sul cibo realizzati da Federico Fellini.

I festeggiamenti al Fico Eataly World di Bologna

Anche Fico Eataly World a Bologna festeggia la notte bianca del cibo italiano. Nei punti ristoro di Fico si potranno assaggiare ricette tratte dal manuale artusiano, sarà possibile visitare la mostra ‘100-120-150 Pellegrino Artusi e l’unità italiana in cucina’, assistere a dimostrazioni, eventi e show-cooking, e partecipare allo speciale ‘Aperitivo con delitto’ a cura di Bottega Finzioni dal libro ‘Brividi a cena. Misteri e manicaretti con Pellegrino Artusi’ (ed. Loggione).

La notte Bianca del Cibo del 4 agosto tra le proposte turistiche regionali

La notte Bianca del Cibo entrerà anche a far parte delle proposte delle destinazioni turistiche regionali. Destinazione Emilia coinvolge il territorio con manifestazioni a tema come ‘Notturni stellati omaggiano la cucina dell’Artusi’, visite guidate, degustazioni, cene con menu a base di piatti dal ricettario artusiano e show cooking, protagonisti i suggestivi castelli del piacentino, reggiano e parmense.

Visite guidate, degustazioni di vini, cene con menu a base di piatti dal ricettario artusiano, prodotti tipici, sono protagonisti delle iniziative proposte dalla Destinazione Romagna tra i lidi Ferraresi, le colline Ravennati, i dolci pendii, le rocche e i borghi di Forlì, Cesena e Rimini.

Coivolti anche i social per la promozione di tutti gli eventi in programma

Per l’occasione la Regione Emilia Romagna ha pensato a un’azione di comunicazione nei siti e sui social per pubblicizzare tutti gli eventi in programma e per promuovere le sue 44 eccellenze Dop e Igp, la cultura rurale e il paesaggio. Tre elementi, ha sottolineato l’assessore regionale alle politiche agricole Simona Caselli,indivisibili perché assieme garantiscono grande visibilità all’Emilia-Romagna non solo a livello nazionale ma anche nel mondo, dal Canada alla Cina“.

Condividi L'Articolo

L'Autore

Redattore