100 chef da tutta la Penisola a Parma il 9 settembre per "La strada del Buon Ricordo lunga 50 anni"

Il menù sarà esaminato da una giuria composta da grandi chef

29/07/2014

100 chef da tutta la Penisola a Parma il 9 settembre  per "La strada del Buon Ricordo lunga 50 anni"

Parma agosto 2014. Si avvicina l’appuntamento di martedì 9 settembre quando una lunga e sorprendente tavolata si snoderà nel centro di Parma per festeggiare i 50 anni di quella che è stata la prima associazione di ristoratori a nascere in Italia.

Nel 1964 al Circolo della stampa di Milano nasceva infatti i Ristoranti del Buon Ricordo e saranno proprio loro ad organizzare a Parma “100 Chef per una sera - La strada del Buon Ricordo lunga 50 anni”, ovvero una cena veramente straordinaria, da Guinness dei Primati, per festeggiare i 50 anni del Buon Ricordo, da mezzo secolo impegnato a valorizzare le tante e varie cucine del Belpaese.

Ecco qui sotto la recente presentazione che si è svolta presso il Municipio della città emiliana.


Parma 29 luglio 2014. Una tavolata di 300 metri, 1000 commensali, 100 chef da tutta la Penisola, 170 commercianti e piatti della buona cucina Made in Italy. Questi gli ingredienti di ‘100 chef per una sera – La strada del Buon Ricordo lunga 50 anni‘ (il Telegiornale di TV Parma) , la cena organizzata dall’Unione Ristoranti del Buon Ricordo che si terrà il 9 settembre nel centro storico di Parma.

A presentare ieri l'iniziativa in Municipio è stato Ovidio Mugnai, il presidente dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo, con il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e l'assessore alle Attività produttive Cristiano Casa.
“Abbiamo scelto Parma -ha detto Mugnai nel presentare l'evento– perché è la città che rappresenta il buon cibo nel mondo. Non ci aspettavamo, però, un’accoglienza tale. L’amministrazione era entusiasta della nostra proposta”.
"Siamo orgogliosi che l'Unione del Buon Ricordo abbia scelto Parma - ha affermato l'assessore Cristiano Casa - abbiamo un progetto turistico che mette al centro l'eno-gastronomia, e mille commensali fra Piazza Garibaldi e strada della Repubblica saranno un altro bel biglietto da visita. In un mese ha aggiunto Casa - sono arrivate 200 richieste di adesione ai club di prodotto, un modo per mettere a sistema gli operatori proponendo, raccontando e dando vita ai nostri prodotti".

100 chef per una sera nel centro storico di Parma
La tavolata, "elegantemente apparecchiata e imbandita", si snoderà fra piazza Garibaldi, strada Repubblica e portici del Grano.
Il cuore del centro storico di Parma è stato scelto dal Buon Ricordo perché "città simbolo della qualità alimentare e della cultura gastronomica italiana". La cena sarà "raffinata ed esclusiva", come quella organizzata nell'aprile del 1964 al Circolo della stampa di Milano per tenere a battesimo la nascita del Buon Ricordo (la prima associazione fra ristoratori sorta in Italia) e i primi 12 ristoranti associati.

Ora i soci sono 111 e il Buon Ricordo è il portabandiera della varietà e della qualità delle cucine regionali italiane, che in mezzo secolo ha contribuito a salvaguardare e valorizzare.

"Cento ristoranti del Buon Ricordo - si legge nel comunicato diffuso dagli organizzatori- collaboreranno in vario modo alla realizzazione di un menu esemplare, capace di evocare (e proporre) la più rappresentativa tipicità della cucina italiana. L'aperitivo, con prodotti e vini delle regioni italiane a fare da appetizer, sarà servito in piazza Garibaldi, da cui si snoderà la tavolata. Il servizio sarà curato dai ristoratori del Buon Ricordo e dagli allievi della Scuola alberghiera di Salsomaggiore. Dopo il dessert, il dopo cena sarà ospitato nella suggestiva cornice dei Portici del Grano, dove si gusteranno caffè, superalcolici, piccola pasticceria e dove si farà l'ultimo brindisi in amicizia. A fare da sottofondo e accompagnamento ai vari momenti, musiche verdiane".

Ai commensali sarà donato, in ricordo della cena, il piatto del 50° dipinto a mano dagli artigiani della Ceramica Solimene di Vietri sul Mare, realizzato in edizione speciale datata e numerata. In distribuzione solo il 9 settembre, non sarà più possibile averlo in nessun'altra occasione, proprio a sottolineare la storicità e l'unicità dell'evento.

A fare da corollario alla cena, fin dalla mattina Parma sarà pronta per accogliere al meglio i partecipanti, che fra l'altro avranno la straordinaria possibilità di visitare la zona monumentale della Pilotta, che racchiude due gioielli artistici della città, il Teatro Farnese e la Galleria Nazionale, aperti gratuitamente per loro.

Una Mostra "diffusa" dedicata alla gastronomia italiana dal 1964 al 2014 verrà allestita nelle vetrine di un centinaio di negozi affacciati sui luoghi dell'evento, che resteranno aperti anche la sera, mentre nella chiesa sconsacrata di S.Ludovico di via Cavour si potrà visitare una Mostra storica dei piatti storici del Buon Ricordo, da quelli dei 12 ristoranti fondatori del 1964 ai 111 del 2014. Curata dall'Associazione collezionisti del Piatto del Buon Ricordo, sarà per ogni visitatore una full immersion in quelli che sono stati 50 anni di gastronomia italiana, raccontati dai piatti decorati a mano dai maestri artigiani di Vietri sul Mare.

"Festeggiamo il nostro compleanno – ha aggiunto il presidente Mugnai - facendo quello che sappiamo fare e ricordando anche, praticamente, che la qualità dei prodotti e dei modi di cucinarli e porgerli è uno degli asset, non sempre adeguatamente gestiti e promossi, del nostro Paese. In un'occasione così festosa e di qualità non potevamo pensare solo a noi stessi e quindi abbiamo deciso di devolvere una somma di denaro a Avis Parma Centro e a Parma Facciamo Squadra e di offrire alla Mensa dei Poveri di Padre Lino prodotti regionali, che i nostri ristoratori faranno arrivare nei giorni precedenti l'evento".

Il programma dettagliato della serata, che prevede numerosi eventi, sarà comunicato sul sito www.100chefperunasera.com e www.buonricordo.com, dove sono anche precisate le modalità di sottoscrizione.

Programma e informazioni
Il programma dettagliato della serata, che prevede numerosi eventi, sarà comunicato via via su www.100chefperunasera.com e www.buonricordo.com, dove sono anche precisate le modalità di sottoscrizione. La quota di partecipazione è di 85 €.
Per chi vuole pernottare a Parma, sono stati approntati pacchetti prenotabili on line dal sito www.100chefperunasera.com.

Informazioni - Unione Ristoranti del Buon Ricordo
Tel. 02 80582278 - segreteria@buonricordo.com

Unione Ristoranti del Buon Ricordo
L'Unione Ristoranti del Buon Ricordo promette da 50 anni un viaggio tra i sapori e i colori della cucina italiana. Le oltre cento insegne racchiuse sotto il suo marchio, distribuite dal Nord al Sud dell'Italia, rappresentano la migliore espressione della cucina regionale e disegnano la mappa della gastronomia e dell'ospitalità Made in Italy.

Quella dell'Unione dei Ristoranti del Buon Ricordo è una storia lunga, consolidata e gloriosa. A una felice e puntuale idea di Dino Villani, uomo di cultura e maestro di comunicazione, si associò un gruppo di ristoranti di qualità con l'obiettivo di ridare notorietà e prestigio alle tante espressioni locali della tradizione gastronomica italiana, a quell'epoca poco valorizzata. Era la primavera del 1964. Chi si associava assumeva l'impegno di praticare una linea di cucina tipica del territorio, di tenere sempre in carta "una specialità" che ne doveva essere la rappresentazione più rigorosa ed esemplare. A chi consumava quella specialità veniva donato un piatto decorato a mano dagli artigiani di una "città della ceramica" (Vietri sul Mare) che doveva appunto costituire il "buon ricordo" di una degustazione che, per qualità e rigore, doveva essere veramente difficile dimenticare. Piatti divenuti oggetto di collezionismo, ancor oggi decorati a mano dagli artigiani delle Ceramiche Solimene di Vietri.

Oggi i Ristoranti del Buon Ricordo sono 111 (di cui 12 all'estero) e la cucina "del territorio" non è più né segreta né negletta. Gode anzi di grande considerazione da parte di storici, dietologi, nutrizionisti e, soprattutto, dei consumatori.
E loro ne sono stati gli antesignani.
Nella delgazione della regione Marche sarà presente a Parma Luciano Scafà (Ristorante Davide a Porto San Giorgio)
e consigliere nazionale  dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo

Presidente dell'Unione Rstoramnti Buon Ricordo

Ovidio Mugnai - Hotel Villa Carlotta

Consiglieri

Antonio Pagani – Ristorante I 5 Campanili - Vicepresidente
Vincenzo Barbieri – Ristorante Barbieri
Carlo Bianconi – Ristorante Granaro del Monte
Sergio Carboni - Locanda degli Artisti
Gabriele Carraro – Ristorante Il Burchiello
Luigi Concutelli – Ristorante Bassetto
Genuino Del Duca – Ristorante Enoteca Del Duca
Lucio Marangoni – Trattoria Guaiane
Franco Marini - Ristorante Là di Moret
Sergio Mauri - Ristorante La Rimessa
Aldo Morassutti – Trattoria Da Toni
Luciano Scafà - Ristorante Davide
Luciano Spigaroli – Ristorante Al Cavallino Bianco
Giuseppe Stancampiano – Ristorante La Scuderia
Paolo Teverini – Ristorante Prêt a Porter

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner