A Brescia il cibo come mezzo di comunicazione dal Seicento a Warhol

Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita: il Tema di Expo Milano 2015 sulle tele

19/02/2015

A Brescia il cibo come mezzo di comunicazione dal Seicento a Warhol
Brescia 19 febbraio 2015. A Brescia il 24 gennaio scorso è stato aperto un grande evento che segna il forte legame che unisce il cibo alle arti figurative e coniuga la tradizione enogastronomica con la cultura artistica italiana, in un arco temporale di oltre quattro secoli.
Fino al prossimo 14 giugno 2015 Palazzo Martinengo di Brescia continua ad ospitare la mostra “Il cibo nell’arte. Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol”, che presenta oltre 100 opere di maestri dell’arte antica quali Campi, Baschenis, Ceruti, Figino, Recco, Ruoppolo, Stanchi, che dialogheranno con autori moderni e contemporanei, da Magritte a de Chirico, da Manzoni a Fontana, a Lichtenstein, fino a Andy Warhol.

In linea con il Tema di Expo Milano 2015Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”, la mostra rivela attraverso un criterio iconografico e cronologico quanto i pittori, attivi tra il XVII secolo e il XIX, amassero dipingere i cibi e i piatti tipici delle loro terre di origine e sarà anche un’occasione per scoprire alimenti oggi scomparsi.

“Esponendo cento opere focalizzate sul tema cibo, perlopiù appartenenti alla storia dell’arte italiana, dalla fine del Cinquecento a oggi, stringiamo un forte legame con il Tema di Expo Milano 2015 – sottolinea il curatore della mostra Davide Dotti . – Si compie un viaggio nell’arte, nel cibo e nei luoghi: gli artisti erano molto sensibili alla tradizioni delle loro terre d’origine, così ad esempio, nei quadri dei napoletani ricorrono il casatiello e le sfogliatelle, nei quadri dei toscani e degli emiliani i salumi, nei quadri dei lombardi la cacciagione”.

Dal Seicento a Warhol il cibo come mezzo di comunicazione in oltre quattro secoli
Tra i capolavori in mostra i “Mangiatori di ricotta” di Vincenzo Campi, il “Piatto di pesche” di Ambrogio Figino (la prima natura morta della Storia dell’Arte italiana, dipinta circa cinque anni prima della Canestra di Caravaggio), quello che la critica specialistica ritiene essere il più importante pendant di nature morte di Giacomo Ceruti detto Pitocchetto, il “Tavolo con angurie” del pittore divisionista Emilio Longoni e “l’Ultima Cena” di Andy Warhol, un acrilico su tela che reinterpreta in chiave pop il Cenacolo di Leonardo.
“La mostra è suddivisa in dieci sezioni, che mi piace pensare come dieci portate: l’allegoria dei cinque sensi, mercati dispense e cucine, la frutta, la verdura, pesci e crostacei, selvaggina da pelo e da penna, carne salumi e formaggi, dolci vino e liquori, tavole imbandite, il cibo dell’arte del XX secolo. – sottolinea il curatore – Ai nostri visitatori offriamo un menu artistico”. A chiudere idealmente il percorso espositivo ci sarà l’installazione dell’artista Paola Nizzoli con la Piramide alimentare.

“Mi auguro che questa mostra lasci un appetito non solo artistico. Scoprire la nostra tradizione gastronomica attraverso gli occhi degli artisti può sicuramente stimolare l’appetito intellettuale. – sottolinea Davide Dotti, che aggiunge con entusiasmo – Su cento opere 26 sono inedite, scovate tra collezioni private. Sono molto felice di presentare quelle di Giacomo Ceruti detto il Pitocchetto, con i suoi quadri di tavole imbandite, mai esposte in pubblico prima d’ora”.
Accompagna la mostra un catalogo Silvana Editoriale con approfonditi saggi storico-critici e un testo dello chef Massimo Bottura.

Enti promotori:
Associazione Amici di Palazzo Martinengo
Provincia di Brescia
Regione Lombardia
EXPO 2015

Costo del biglietto: € 10 intero, € 8 ridotto, scuole € 5
Telefono per informazioni: +39 030 5785122
E-Mail info:info@amicimartinengo.it
 

Il Gruppo Cremonini main sponsor della mostra IL CIBO NELL’ARTE

Biglietto ridotto per i titolari della tessera “Roadhouse Grill Club”

Il Gruppo Cremonini, insieme a Montana e Roadhouse Grill, è main sponsor della grande mostra “IL CIBO NELL’ARTE - Capolavori dei grandi maestri dal Seicento a Warhol”, aperta al pubblico a Palazzo Martinengo fino  al 14 giugno 2015.
Cremonini, uno dei principali gruppi europei nel settore agroalimentare, ha colto con entusiasmo l’opportunità di sostenere la prima e più importante mostra dedicata ai temi di EXPO Milano 2015 per offrire un ulteriore approfondimento degli argomenti affrontati nella grande Esposizione Universale “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”; Cremonini sarà presente a EXPO 2015 con un proprio spazio espositivo all’interno del padiglione “Cibus è Italia”.

Grazie alla partnership con l’ente organizzatore della mostra, tutti i possessori della tessera Roadhouse Grill Card, presentandola alla biglietteria, possono usufruire di uno sconto speciale, acquistando il biglietto di ingresso al prezzo di 8,00 Euro, anzichè 10,00.

Roadhouse Grill è la catena di steakhouse del Gruppo Cremonini che conta 60 locali distribuiti in 11 regioni italiane, con oltre 5 milioni di clienti serviti all’anno e circa 500.000 iscritti al Roadhouse Grill Club.

Per informazioni sulla mostra vai al sito dedicato
Il “Tavolo con angurie” del pittore divisionista Emilio Longoni

“Mangiatori di ricotta” di Vincenzo Campi

Tag: Brescia

Newsletter

Speciale: EXPO 2015: MANGIARE ALL'ITALIANA, la kermesse dedicata al made in Italy del gusto presentata da Arte & Gusto a Parma. Grandi protagonisti il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano DOP

...
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner