A Milano con Pilsner Urquell per il campione italiano della Master Bartender Competition

Il 9 settembre si sfideranno 10 bartender provenienti da tutto il Paese

06/09/2014

A Milano con Pilsner Urquell per il campione italiano della Master Bartender Competition
La Master Bartender Competition da anni trova l'entusiasmo ed il consenso di moltissimi gestori e proprietari di locali con la grande passione per l'unicità di Pilsner Urquell, la loro birra, quella che permette di cogliere un’opportunità unica, non solo funzionale ad un premio, ma che ha in sé altri plus: un’esperienza culturale intorno al prodotto, scoprendone tradizioni e luogo di produzione; il contatto con i mastri birrai, varcata la soglia dello stabilimento di Pilsen, entrando davvero nel mondo Pilsner Urquell e, infine, il confronto con bartender di tutto il mondo ed una visibilità internazionale.

Il concorso di quest’anno è partito in primavera e tante sono state le prove, fino a selezionare i 10 migliori che da tempo si stanno preparando per affrontare la finale nazionale che si terrà il 9 settembre a Milano, al God Save The Food, il ristorante cucina e dispensa in Via Tortona 34. Durante la serata, a “spezzare la tensione” tra la prova di conoscenza e quella di spillatura, ci penserà Andrea Magi, affinatore di formaggi che condivide con Pilsner Urquell la passione autentica per la qualità assoluta del prodotto e il proprio lavoro. Con lui si terrà anche una degustazione guidata di prodotti caseari, in abbinamento alla prima birra chiara al mondo.

Il concorso italiano della Master Bartender Competition è giunto al momento decisivo: si gareggia per il titolo nazionale. È una scelta esclusiva che porta questi professionisti a distinguersi e a puntare ad essere i migliori. Con questa filosofia Pilsner Urquell, già forte di un prodotto premium per unicità, qualità e posizionamento, ha scelto di creare un contest il cui protagonista fosse il bartender.

Pilsner Urquell, che fa dell’eccellenza il suo biglietto da visita, non poteva che rivolgersi a chi ha più a cuore il prodotto, lo ha scelto, ne è il primo ambasciatore e sa bene che per trasferire al cliente la piena esperienza ed il sapore autentico della birra deve conservarla, spillarla e servirla con la massima cura.

A contendersi il titolo di futuro campione italiano, colui che della spillatura di Pilsner Urquell ha fatto punto fermo del proprio servizio al cliente, ci saranno: Giacomo Fogli del Chimney Pub di Pontedera (PI) già campione in carica e secondo classificato nella competizione mondiale, Luigi Bergonzini del Rock Cafè di Modena, Roberto Monteggia del Flamingo Cafè Rhumeria di Angera (VA), Pulcherio Scutti de La Quercia di Termoli (CB), Annalisa Ferri dell' Irish Pub di Genova, Gianluigi Santilli della Contrada Cavalli a L'Aquila, Massimiliano Magi del Rose & Crown di Rimini, Alessandro Marletta del Billiard di Busto Arsizio (VA), Simone De Paolo del Terra di Mezzo di Bari e Marco Picardi dell' Abnormal Gallery di Milano.

Colui che sarà decretato il migliore incontrerà gli altri contendenti a Pilsen in una giornata di grande festa, in occasione dell’Anniversario di Pilsner Urquell, il 5 ottobre. A questo evento, di visibilità internazionale, il “team Italia” partecipa già da otto anni.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner