A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella

La più importante vetrina delle tendenze fashion del Made in Italy

13/12/2013

A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
Donatella Versace rispetta il copione della maison e sceglie il linguaggio più giovane, quello dei jeans ma super intarsiati, quello dei giubbotti lavoratissimi e le maglie impreziosite con gonne in rafia e seta.
Da Iceberg sfila il bianco, rosa, leggerezza, freschezza. Organze sovrapposte, estetica manga. Per la prima volta disegna Alexis Martial, 28 anni, francese, training con Riccardo Tisci ed ex capo di Paco Rabanne. Tutto è un po’ scostato, abitini da meraviglia moderna, shorts con la giacca, top asimmetrici con mini fiorate.

Un’esplosione di colori nella preziosa collezione P/E 2014 del Lanificio Colombo, il brand che ha ottenuto, alla Fiera internazionale Premièr Vision di Parigi il prestigioso Premio PV Awards 2013.  Un riconoscimento nel panorama mondiale del successo italiano dovuto a questa azienda per la capacità fortemente innovativa grazie ad una ricerca di eccellenza nel campo della moda e  all’uso di pregiatissime fibre naturali, seta, cashmere, cammello e vigogna che oltre a speciali trattamenti di tintura, rendono unico ciascun capo. Colori fluo (arancio, lilla, giallo e rosa gerbera) del cashmere fleece, abbinati ai toni naturali (grigio flanella, miele, bianco, fango) del cotone, del lino e della seta, sono i protagonisti di un look fresco, giovane e innovativo. Kate, la giacca icona del Lanificio Colombo, è sempre attuale, senza tempo e convertibile in tutte le stagioni. Kate si evolve e si trasforma anche in giacca caccia dai bordi in suede e in un caban monopetto. La collezione donna Colombo propone outfit intercambiabili e perfetti per ogni ora della giornata e per ogni occasione.  La proposta superchic riserva un sorprendente tessuto duchesse in color block e una maglieria finissima e aderente di cashmere seta finezza 18. L’eccellenza delle fibre nobili traspare dai capi “Hamptons”: lunghi gilet reversibili in cashmere Yangir doppiati con pelliccia di visone, cappotti e mantelle double di puro cashmere e cappotti over confortevoli. I capi estivi sono superleggeri, impalpabili. Soprabiti, caftani, tuniche senza taglia per un confort assoluto. I toni sono naturali e delicati. Meritevoli di nota anche gli accessori ove, nella parte più estiva, il colore regna sovrano. Le tantissime nuance dell’arcobaleno sono ottenute con speciali stampe e tinte manuali. I materiali, estremamente ricercati, sono il cashmere seta super leggero, la garza di lino e il voile di cotone. I temi delle stampe vanno dai macro disegni di ispirazione etnica a quelli floreali più classici, per poi trasformarsi in giochi geometrici  pois-patcwork. Il leitmotif della collezione sono le farfalle brillanti nelle stampe, preziose nelle applicazioni in vero swarovsky. Per la sera pizzi estremamente femminili e punti luce che illuminano stole, sciarpe e avvolgenti: paillette, swarovsky e borchie per un effetto super glamour.

Moda che diventa arte e artigianalità, che racconta maestria. Antonio Marras con i suoi tulle, i pizzi, i parka, conferma la sua mano che trasforma e cambia in una metamorfosi continua. Nero, avorio, arancio, c’è il gioco delle asimmetrie. Antonio Marras si lancia in una sfida personale: quella di avvicinarsi allo sportswear pur non rinnegando la sua passione per la couture e il pezzo unico. Lo stilista contamina preziosi tessuti tapestry e stampe settecentesche ai ricami in plastica e vernice.
Lardini guarda con attenzione allo studio e allo sviluppo della giacca, declinandola in modelli strutturati e non. E aggiunge una capsule di pantaloni, di abiti e di maglie in seta che esaltano il mood della collezione. Giacche costruite e sartoriali, dalle linee e dai volumi estremamente femminili, si alternano a capi classici, monopetto o doppiopetto, d’ispirazione maschile tra i quali un modello oversize destrutturato e con la spalla scesa, che sembra rubato dall’armadio di un uomo. Completano la collezione dei capospalla. Cinque spolverini con vestibilità e lunghezze diverse: quasi retrò, a forma d’uovo, con maniche ¾ e piccoli revers; dalle linee semplici ed essenziali, dove il tessuto prende il sopravvento per i disegni e i colori. I pantaloni – morbidi e ampi con la vita alta; asciutti con la gamba dritta; corti sopra la caviglia o divertenti shorts con risvolto – sono da portare con maglie in seta con micro fantasie a righe o a quadretti e da alternare a abiti essenziali senza maniche scollati o a mezza manica con gonna a pieghe. Ricordano la femminilità i lini, i cotoni, le sete in micro fantasia o in disegni jacquard declinati nei colori pallidi dei rosa, dei celesti e dei naturali, alternati a tinte più vivaci e decise come l’arancio, anche flou, i blue, i neri e i grigi.
“Une very stylish fille”: nel guardaroba cittadino della donna Luisa Spagnoli domina l’eleganza parigina fatta di abiti dall’allure bon ton, giacche corte modello chanel in tessuto bouclé con profili di colore a contrasto, bluse impalpabili e pantaloni a sigaretta che esaltano le caviglie. E’ uno stile per una donna frizzante, chic e sbarazzina che si veste con tocchi leggeri di fiocchi - cinti in vita e applicati sulle maglie – passamanerie e merletti, inserti all’uncinetto hand made su jeans e giacche in denim: ogni dettaglio segna in modo iper femminile anche il capo più essenziale. Persino la giacca in pelle traforata al laser, in morbida nappa o scamosciata, riprende i motivi dei ricami in pizzo ed è rifinita con merlettature. Una camelia occhieggia sulle giacche e sui top, decora i sottili cinturini in vita regalando un’allure senza tempo. Nella valigia per le vacanze il fil rouge è il “french riviera style”: le atmosfere della Costa Azzurra rivivono anche per l’estate 2014 grazie a pizzi macramè, abitini scamiciati e caftani con stampe fantasia in un inevitabile richiamo allo stile di Brigitte Bardot, a piedi nudi a Saint Tropez. Lo stile Riviera Chic ama le righe, il bianco a contrasto con il blu, le vivaci fantasie floreali e i motivi paisley da giocarsi con shorts o pantaloni di cotone rigorosamente bianchi. La palette cromatica ruba i colori e le luci incredibili della costa amata da Matisse e Chagall: tinte pastello, i celesti, gli azzurri e i blu. Per la gran soirée sulla croisette di Cannes, l’abito cappa da divina d’altri tempi in tessuto leggero che diventa malizioso quando il vento si alza sul calare della sera.  Gli accessori hanno un mood un po’ vintage, da vera diva in vacanza: bangle colorati e vistosi, grandi cappelli in paglia a falda larga, coreografici orecchini e collane.

La mano è couture, i pezzi quotidiani in casa Les Copains l’ispirazione è alle geometrie di Mondriani il racconto un incontro tra rigore e femminilità.
Mano decisa anche per Gaia Trussardi. Uno stile più rilassato, la voglia quella di rallentare e raccontarlo anche attraverso un abito, gonne a tubo, spolverini, pantaloni maschili. Un altro volto giovane in questa Milano Collezioni. Il futuro c’è. In passerella sfilano silhouette allungate, richiami all’universo maschile e ai cowboy e accenti sport per la collezione donna che segna il debutto di Gaia Trussardi. Le gonne, allungate, rimangono strette alla caviglia e acquistano un tocco di audacia grazie a un vertiginoso spacco laterale. Portate con bandeau di pelle o di tessuto a lasciare scoperto l’ombelico. Sulle spalle, blazer sartoriali over. Foulard portati al collo sono fermati da un ovale d’oro con il levriero simbolo della maison. Un richiamo al mondo maschile, che rimane una costante in tutta la collezione per la primavera-estate 2014, ma anche al mondo dei cowboy, ricordato anche dai copricapi di paglia impalpabile. Nei bomber di pitone verniciato candido accostati a shorts da boxeur in pelle o nei jogger pants con la coulisse a lasciare intravvedere sandali flat allacciati alla caviglia.
Marcobologna accende la prossima estate illuminandola di riflessi preziosi e di una spensierata “joie de  vivre”. Maxi-dress floreali in seta con balze dalle stampe geometriche/optical sono rivisitati in versione contemporanea con macro-pixel psichedelici. Effetti trompe-l’oeil per distese primaverili “all over” su cotone Piquete chiffon accentuati da corolle e boccioli in plexi fluo, impreziosiscono abiti-trapezio e shorts. Punti luce definiti da greche gioiello arricchiscono decolleté sfrontati, amplificando il coro “peace and love!” che si leva dal pubblico di Woodstock.

Etro riscopre il suo allure ottomano. Stampe rielaborate in sommatoria e riverberi metal e opulenti diventano le ossessioni di stile portate in pedana da Veronica Etro. L’estetica europea si arricchisce dell’amore per il decorativismo esotico. I temi centrali della collezione sono l’abito, la stampa e il metallo. Nei toni più freschi e chiari, è un distillato di esperienze di un viaggio. E’ una storia di incroci, di evocazioni, di recupero della memoria e di emozioni. Una traduzione libera e in tessuto di un sentimento che ricorda Marguerite Duras. I motivi floreali esplodono o si contraggono, si miniaturizzano, si fanno geometrici, si alleano imprevedibilmente. Micro elementi figurativi compaiono in modo quasi sublimale confondendosi tra le volute del Paisley che resta nella sua versione originale, ma assume le tonalità più dolci. La struttura si fa liquida per produrre un risultato opposto: quello di una casualità disciplinata. Il corpo è protetto e avvolto come in una sovrapposizione di parei, le immancabili tasche confermano il senso di praticità. Le cinture, le frange e le passamanerie di metallo attraversano l’intero guardaroba: compaiono, scompaiono, sottolineano la vita, profilano un orlo, rafforzano un tessuto imitandone però la morbidezza sia nella consistenza che nel colore. Anche gli accessori hanno una forte connotazione, raccontano di un nuovo etnico. Una stagione nella quale una sorta di innocenza scivola inequivocabilmente nella sensualità. I colori: freschi, inediti e neutri. Kaki, salvia, avorio si mescolano con giallo, azzurro, cobalto, glicine, menta, corallo e pesca. Il nero è quasi assente. I materiali: garze di seta e cashmere, jacquard, lurex, camoscio stampato, razza, pitone, micropaillettes, metallo e maglia metallica.
Dzemal Mahmutovic, il nuovo designer di Mantù  ha colto l’ispirazione della collezione passeggiando all’alba per le vie di Mantova. Adagiata sull’acqua e simile ad un museo all’aria aperta, Mantova è animata da immagini e colori, resi opachi dalla foschia mattutina. Le architetture coinvolgono e definiscono marcatamente l’immaginazione dello stilista, il quale trasferisce, nei bozzetti prima e nella scelta dei tessuti poi, le proprie impressioni visive e sensoriali. Le stampe ed i ricami riproducono con fedeltà alcuni bassorilievi del centro cittadino, mentre i tessuti richiamano le superfici degli edifici e dei monumenti, ad esempio nel contrasto pieno-vuoto dello jacquard. La sovrapposizione di tessuti impalpabili e l’accostamento di delicate trasparenze disegnano nuovi volumi che valorizzano una bellezza eterea e femminile.

La collezione formata Dsquared2 è ispirata agli anni Cinquanta, e i look hanno un fascino pulito, elegante e vintage, con forme a clessidra sottolineate da un punto vita strettissimo. Grandi protagonisti della sfilata sono stati anche i costumi da bagno: bikini a vita alta con reggiseni push-up decorati da paillettes e perline.
Indossa le cromie calde del sole, suggestioni orientali di viaggi fatti e sognati, ma anche il rigore del bon ton e tanta leggerezza: un insieme di consapevoli e seducenti contraddizioni caratterizza la donna immaginata da Alice Etro per la Collezione Larusmiani P/E 2014. Partendo da Capri come luogo d’incontro con l’uomo Larusmiani, i capi femminili si aprono a nuove contemporaneità ed influenze internazionali. Sono quattro i “mondi” di cui si compone la collezione: Urban e Holiday, ciascuno declinato poi in Day e Night.
Urban Day - Incontro fra blu mare e giallo senape per contrasti decisi a definire linee nostalgicamente anni ’70. Le lunghezze variano dalla giacchina in cotone stretch stretta in vita con baschina al gilet lungo, aperto su pantaloni a zampa o indossabile come abito. Il pantafoulard in seta stampata e interno a contrasto scopre la caviglia e rompe gli schemi sprigionando una leggerezza di ispirazione orientale. Night – Romantica e ricercata, nella sua versione da sera la donna Larusmiani osa con pizzi e frange per capi in bicromia.  Audace la pelliccia estiva in visone rasato reversibile con interno in pizzo nero su seta giallo senape, più moderna la giacca smoking raglan con revers in raso. Holyday Day – Su paesaggi capresi si staglia esotica e fluttuante in cady di seta, satin e crepe de chine la donna Larusmiani. Caftani corti e lunghi si fregiano di motivi floreali nei diversi toni di blu su fondo bianco, che tornano nell’abito lungo arricchito da frange. Night – Fra romanticismo e vanità i capi si tingono di argento chiaro di luna, omaggio alle notti d’estate, mentre organza di seta stampata e ricami a piume di pavone si propongono come piacevoli deviazioni dalla tinta unita.  Una proposta nuova e moderna per la sera è il completo in pizzo argento chiaro di luna, mentre il trench doppiopetto in organza di seta stampata diventa impalpabile in questa interpretazione inedita. Fanno da cornice ai capi la leziosità dei bottoni e la ricercatezza di bracciali, cinture e borse in galuchat colorato. In tutta la collezione stampe, frange e pizzi si rincorrono su tessuti che accarezzano il corpo, incorniciandolo in geometrie fluide.
Una crociera nel colore, tra tessuti fluidi e ultrafemminili, Ermanno Scervino porta la sua donna a fare un viaggio ultraglam solcando il mare su una nave di lusso, in cui il tempo è scandito da pranzi al tavolo del capitano e soirée in lungo. Una tavolozza arcobaleno dipinge i rasi e le sete, con minishorts e gonnelline gialli, verdi e azzurri accostati a un più pacato tortora, sempre chic. Applicazioni di pietre impreziosiscono i revers delle giacche, il bolerino di astrakan è un must have per quando scende la notte se si vuol rimanere sul ponte a guardare ancora un po’ le stelle.

La Collezione firmata Agnona è stata denominata collezione Zero e si articola su diverse categorie di prodotto fino ad oggi non familiari all’Heritage del marchio. Il cashmere double è presentato in forme e colori dal content estivo, inserendo quindi un concetto di seasonless che Pilati adotterà anche nelle collezioni future. Il concetto della collezione trasla forme e funzioni; adotta una ricerca su linee ampie e a corpo, così come parallelismi e asimmetrie. La waistband di pantaloni e gonne è stata ridisegnata rispettando l’anatomia del corpo femminile, in armonia con un’attitudine contemporanea che si rivolge al collocarsi fuori dagli schemi convenzionali classici connotati al passato. La linea di calzature si sviluppa su strutture dal design iconico per eccellenza e sviluppano modellerie dal look contemporaneo e sportivo. Le borse sono il risultato di uno studio che coniuga funzione con design originale e essenzialista. Gli occhiali fanno uso di materiali in contrasto come corno e gomma, ottenendo un look quasi unisex e quindi timeless.
Fabiana Filippi si fa sedurre dalla sera. Il marchio di maglieria  deluxe umbro ha presentato per la prima volta, durante la fashion week milanese, una serie di abiti lunghi da sera e da cerimonia. Tuniche in seta lavorata in punti luce, sono rese ancora più preziose dall’applicazione di cristalli sul collo. Il suède è un fedele compagno e con la rafia diventa colletti dal sapore vissuto e top di raso.

Alla Maison Brunello Cucinelli va in scena un mix di artigianalità e hi-tech, sport e glamour, Oriente e Occidente nei capi della nuova collezione, dove lo spirito lussuoso e sportivo è emerso con precisione, dando vita a forme definite dai materiali e dagli interventi high tech.. I top si abbinano a pantaloni biker o jogger, in alternativa alle gonne di diversi modelli che vanno dal tubino fluido in seta doppia e vita alta, alla leggerissima maxi gonna in mussola di seta, fino alla silhouette a trapezio, realizzata in un mix di lavorazioni e materiali.  Tessuti con lane leggerissime, sete, mussole di cotone, organze e materiali pregiati. Vincono i toni del cipria, del biscotto, dello zenzero e del rosa pompelmo ma anche del blu royale e space.
Fil rouge della proposta creativa SS 2014 di Ragno sono proprio i volumi ampi che si armonizzano perfettamente con l’uso di materiali quali il voile di viscosa e il jersey fiammato per realizzare outfit dal classico allo sportivo. Ragno ha voluto dare vita ad una collezione easy to wear, dalle linee dinamiche, enfatizzate dall’introduzione dei dettagli particolari quali i fondi stondati e i giochi di lunghezze. Must have della nuova stagione è il denim elastico declinato su pantaloni, gonne e giacche ideate per accontentare tutte le vestibilità. Non ultima infine, la ricca proposta di costumi da bagno per essere al top anche in spiaggia: modelli con coppe conformate studiate in cromie più classiche si alternano a bikini dal taglio giovane e frizzante realizzati in tonalità fluo, divertenti stampe camouflage e arricchite da ricercati dettagli in pizzo, per coprire tutti i gusti e le esigenze di vestibilità. Un mix di colori ampio, che spazia dal classico bianco, nero e blu, fino ad includere nuance delicate e femminili come il giallo mimosa, il rosso geranio oppure più decise come il melanzana e il marrone bruciato, diventa la base per una collezione adatta a un target trasversale e assolutamente contemporaneo.

Benvenute nel fantastico mondo di Valisère, dove le creazioni di lingerie vi accompagneranno in un viaggio affascinante. Realizzata a mano in Europa, la nuova collezione di Valisère ricorda una terra lontana fatta di sogni stuzzicanti, avventure audaci e momenti intimi. Non dovrete far altro che scegliere il vostro modello preferito tra una delle tre linee della collezione Valisère e dare vita alla vostra magica favola. In base all’umore, potrete trasformarvi nella sognante e raffinata Regina della Natura oppure fantasticare di essere una principessa prossima al matrimonio reale ispirata alla raffinatezza dei modelli reali. Raffinato pizzo elasticizzato, esclusivo raso jacquard effetto pizzo, Swarovski elements e raso lucido monoelastico si incontrano per accarezzare magicamente le curve e regalare un vitino da vespa. O ancora risvegliare la vostra sirena interiore.
Seducente come il mare al tramonto, la donna Bagutta si rispecchia nella trasparenza e nella fluidità dell’acqua, tema ispiratore per la prossima estate. La nuova collezione disegnata da Angelo Figus, direttore creativo del marchio, racconta la femminilità di una sirena contemporanea. Rosa, verde, acqua, oro, corda, lavanda, corallo: anche la percezione del colore sfuma in delicati dégradé. La fusione cromatica si riflette nella sovrapposizione dei materiali, con strati di seta leggeri e a contrasto. Capo icona della stagione, l’abito camicia proposto con taglio a portafoglio e caratterizzato da ampie pieghe, come i sofisticati prendisole anni ’50 con collo maschile importante e polsi risvoltati. Il linguaggio del tatto regna nei tessuti: rouches frastagliate e leggere per garze di seta impalpabili, geometrie dinamiche per inediti goffrati, nuovi drappeggi asimmetrici per i top in garze di cotone e lino tagliate. Il gioco dei volumi si rispecchia anche nelle camicette smanicate e nei freschi camicioni che reinterpretano i dettagli sartoriali di plastron, pieghette e impunture in un look più spigliato. Sul fronte delle stampe, fiori damascati lucido opaco, jacquard preziosi, e ancora micro pois e micro righe. La seduzione parla anche dai dettagli: sottocolli e sottopolsi a delicati pois per il denim, o eleganti perle smaltate e bottoni gioiello che arricchiscono scolli e polsini per i capi più eleganti.

La donna Fracomina è una donna solare, che ama vivere la vita e assaporare intensamente le emozioni ed in questo ultimo mood si prepara alla stagione più vitale e frizzante. Lo stile è caratterizzato da uno spirito selvaggio che rappresenta al meglio il lato sexy e seduttivo del brand, per un vero e proprio inno alla spensieratezza della stagione estiva. I motivi sono tropicali, fantasie animalier e camouflage fanno da sfondo ai colori accesi presi dai fiori più vivaci. Fiori stampati dai toni sgargianti illuminano e danno vita ad abiti e top. I colori sono vivi e brillanti, i toni del verde military e del crema ben si accostano a colori come lime, smeraldo e rosa fragola.
Chiara Baschieri si è lasciata ispirare da un mood anni ’70: ironico nella scelta dei tessuti fantasia e colorato abbinati a contrasto con tessuti più sobri. La gonna lunga in cotone traforato, la tuta fantasia con un’ampia scollatura a V e l’abito lungo taglio impero da portare con sandali ultra piatti, il giorno come la sera.

Appassionata, ricercata e femminile: è la nuova collezione Jacob Coheen dedicata alla donna. Per il prossimo anno propone un total look che vuole accontentare la donna più esigente che ama il dettaglio, la cura nella confezione e la perfetta vestibilità. In primo piano il denim, con innumerevoli varianti di modelli con le nuove vestibilità skinny e high-waist in tessuti comfort e super stretch, arricchiti da materiali elastici altamente performanti che, uniti ai tagli sartoriali, garantiscono il massimo comfort e una linea impeccabile. Ampia la gamma chino’s pants e ini-shorts a cui si affiancano le nuove salopette ed i “pant-suit” che ricordano un “composer” camicia pantalone. A completare il look Jacob Coheen propone gonne a pareo, abitini dalle linee sixties, giacche, giubbini, trench. Tra i nuovi modelli di pantalone troviamo “Beky” con la nuova vestibilità regular o straight realizzati con un nuovo denim ad effetto memoria che evita le sformature d’uso, “Flair” proposto sia chino sia denim con taschine applicate sul davanti, “Scarlet” dal taglio “anni 50” dalla lunghezza capri con chiusura zip al centro dietro o laterale per dare una massima pulizia al capo.

Luxury Edition è composta da modelli di carattere che, grazie a dettagli sempre nuovi, assumono sfaccettature diverse ed inedite. La collezione Primavera/Estate 2014 propone capi straordinariamente ricercati come i denim indaco con trattamento perlato, cuciture in filato a contrasto pastello e tag in serpente pastello ricamato. Il tutto confezionato in uno speciale bauletto rosa confetto con chiusura in nastro di raso nero.
Sportmax, il marchio trend oriented del gruppo Max Mara si lascia trasportare da un’estetica soffice e iperfemminile, senza rinunciare a un tocco di modernità. Collezione con tagli lineari e forme stondate di grande sensualità. Gli abiti, dalle spalline sottilissime e dagli innesti in seta see through seguono i lineamenti della figura in modo sciolto e rilassato, i coat in suede accompagnato fluidi in movimento. Ossessione di stagione il pois, motivo che si staglia ingigantito sulle felpe kntiwear o sulle T-shirt che si trasformano in midi dress, in un gioco di contrasti tra il bianco, il cipria o il beige con il nero.

Ricami di rose e di farfalle si posano sugli abiti di organza, fra trasparenze audaci e bagliori di cristalli, nella collezione disegnata da Anna Molinari per Blumarine. Le donne della griffe avanzano nelle loro vesti di organza brevi e sbarazzine o lunghe fino ai piedi come tuniche botticelliane, cosparse da ricami di ali di farfalla e rose candide, il fiore della casa di moda. Pantaloni ampi al ginocchio e giacchine brevi in sangallo si alternano in passerella a dress bustier cipria sovrastati da veli effetto nudo, mentre camiciole in organza sono indossate con pencil skirt nei colori del maquillage.
Prima la camicia boyfriend declinata in chemisier da portare con la giacca gonfiata dal vento e gonna con baschina. Poi, top e corolla jacquard in lurex che brilla di fiori leggeri. E’ uno sportswear perbene, che trasforma il bomber in panneggio di seta impalpabile, il coat in una sahariana di suède dalla mano di burro, i bermuda da ciclismo brocade.
“Ho colto l’ispirazione della collezione passeggiando all’alba lungo le vie di Mantova”: questo è il primo incontro di Dzemal Mahmutovic con la città.  Le architetture coinvolgono e definiscono marcatamente l’immaginazione dello stilista, il quale trasferisce, nei bozzetti prima e nella scelta dei tessuti poi, le proprie impressioni visive e sensoriali. Le stampe ed i ricami riproducono con fedeltà alcuni bassorilievi del centro cittadino, mentre i tessuti richiamano le superfici degli edifici dei monumenti, ad esempio nel contrasto pieno-vuoto dello jacquard. La costruzione del capo e l’attenzione alla linearità delle forme riconfermano l’eccellenza che da sempre accompagna il brand mantovano. La sovrapposizione di tessuti impalpabili e l’accostamento di delicate trasparenze disegnano nuovi volumi che valorizzano una bellezza eterea e femminile. La scelta di colori opachi e del platino ricrea la solennità del trascorrere dei secoli, così manifesto nello sbiadire degli intonaci di case e palazzi del centro storico e dell’onirica atmosfera cittadina all’alba.

La linea St Tropez di Antony Morato, una cartolina degli anni 60 nella costa azzurra di B.B. e al mondo sexy e spensierato che lei ha rappresentato come icona di bellezza e della gioia di vivere. Look beach-chic dai tessuti cotonieri, naturali e freschi, con dettagli in corda su righe bianche e blu. Il denim è arricchito da impunture rosse, stampe di ancore e risvolti a righe.
Seducente come il mare al tramonto, la donna Bagutta si rispecchia nella trasparenza e nella fluidità dell’acqua, tema ispiratore per la prossima estate. La nuova collezione disegnata da Angelo Figus, direttore creativo del marchio, racconta la femminilità di una sirena contemporanea. Rosa, verde, acqua, oro, corda, lavanda, corallo: anche la percezione del colore sfuma in delicati dégradé. La fusione cromatica si riflette nella sovrapposizione dei materiali, con strati di seta leggeri e a contrasto. Capo icona della stagione, l’abito camicia proposto con taglio ea portafoglio e caratterizzato da ampie pieghe, come i sofisticati prendisole anni ’50 con collo maschile importante e polsi risvoltati. Il gioco dei volumi si rispecchia anche nelle camicette smanicate e nei freschi camicioni che reinterpretano i dettagli sartoriali di plastron, pieghette e impunture in un look più spigliato. La seduzione parla anche dai dettagli: sottocolli e sottopolsi a delicati pois per il denim, o eleganti perle smaltate e bottoni gioiello che arricchiscono scolli e polsini per i capi più eleganti.

E’ il mare, simbolo incontrastato dell’estate, declinato nelle sue infinite suggestioni e influenze, l’ispirazione della collezione GAS Primavera Estate 2014: dal rigore delle divise marinare al look sportivo ispirato alla vela, dal glamour delle crociere d’altri tempi al sapore work/vintage ispirato all’abbigliamento degli operai portuali, fino alla spensieratezza del look understated tipico delle giornate da trascorrere sulla spiaggia.
 
Mandarina Duck presenta una nuova gamma di prodotti in grado di soddisfare le esigenze di ogni giorno e di accompagnarti dal mattino fino a sera, mentre sei in viaggio o ad un appuntamento di lavoro, combinando stile e funzionalità.
Think Tank, un vero “serbatoio di pensiero”. Tank è pensiero che emoziona. E’ forma che protegge. E’ sicurezza da amare. Nata negli anni ’80, con un design grintoso e riconoscibile, Tank torna con un design che la consacra tra le icone di tutti i tempi.
Femminile e forte, Heritage è la linea dedicata alle donne che amano affrontare ogni sfida con successo. E’ la giusta compagna d’avventura anche per il business con un design elegante ed essenziale che non rinuncia alla praticità e ad un’ordinata organizzazione interna. I materiali sono moderni grazie ai trattamenti studiato da Mandarina Duck che rende la pelle impermeabile e resistente. Heritage è la linea ideale per le donne che non rinunciano mai ad un  tocco di eleganza. La sintesi delle forme e la perfezione delle geometrie questa linea rappresenta la vera essenza della borsa. Il contrasto tra la pulizia dei contorni e l’accostamento di diversi colori e tipi di pelle, crea un mix fresco e innovativo. Il charms pendente in plexi semitrasparente ricorda gli style anni ’80 e conferisce un tono easy.
La sensualità incontra lo stile, l’eleganza e il bon ton si vestono di vivacità, la femminilità sposa il design e raffinate lavorazioni nella nuova collezione borse Valentino Orlandi P/E 2014. Di ispirazione orientale con decori in fior di pesco, è l’handbag best seller della nuova stagione, che richiama la delicatezza della Donna di classe a cui il brand dedica i suoi modelli. L’intramontabile rosa, declinato nella sua versione compatta e pastosa, emblema dello stile lezioso e timido al tempo stesso, ne esalta il potenziale femmineo ed una compiaciuta vanità.

Pizzo macramè, ricami floreali e trame intrecciate si uniscono e sovrappongono, grazie ad una maestria artigianale e lavorazioni accurate, alle più preziose vernici glitterate, e attraverso attente combinazioni bilanciano pennellate neo-imperiali alla più vistosa modernità. Cestini, shopping bag, pochette e tracolline ne riprendono il motivo con sfiziosa ironia. Torna in auge il sapore bob ton del plissè anni ’50 che veste le proposte con leggerezza ed armonia: splendide creazioni dalle piegoline evergreen donano quel tocco chic anche la più casual dailywear. Non mancano i secchielli traforati, must have dell’estate, in tutte le tonalità dello spettro dei colori, e i modelli trapuntati in pieno stile chanel. Una collezione icona del gusto inconfondibile firmato Valentino Orlandi, azienda con quasi quarant’anni di esperienza nel settore della pelletteria, da sempre votata al fascio femminile e all’esclusività.
Alchimie di colori, giochi arditi e materiali inediti: ecco la collezione P/E 2014 di Le Pandorine. Una collezione allegra, coloratal leggera e pratica, connubio perfetto tra ricercatezza, funzionalità e femminilità. Tra le novità assolute della nuova collezione emergono il modello Horse dalla forma smussata molto capiente e ben strutturata e con tracolla a grossa catena in resina, disponibile anche in versione Mini; il Pack Bag, lo zaino bombato ultra chic interamente in ecopelle con un piccolo manico a cinturino per una presa più comoda e le doppie bretelle per un trasporto pratico. Forma completamente inedita per la New Luxury realizzata interamente in suede e dalla linea arrotondata con una particolare pateletta con profilo a contrasto e rifinito con piccole borchie, che le conferiscono un tocco rock ma allo stesso tempo chic. A rendere ancora più vasta la collezione ci pensano le nuovissime linee delle Bag in the bag e Sweet bag realizzate in gomma opaca e nei colori fluo che conferiscono all’accessorio un simpatico effetto giocoso e chic e le inedite Sail Bag dalla texture rinnovata grazie al pvc semitrasparente su cui prendono vita giochi di vedo non vedo creati dai disegni intonati con la scritta centrale presente sul fronte della borsa.

La nuova collezione donna SS/2014 di SuperDuper Hats si ispira a “Libere!” di Paula Izquierdo, saggio che racconta la storia di 21 donne che hanno affermato la loro personalità in un mondo pieno di pregiudizi. Mata Hari, Simone de beauvoir, Joséphine baker, Edhit Piaf e Janis Joplin diventano così le nuove muse di SuperDuper Hats e il punto di partenza per ripensare ad una nuova libera idea donna. I materiali e i colori dei nuovi cappelli spaziano dai tessuti jacquard alle paglie intrecciate, fino ad arrivare a trasparenze metalliche e fiori di vernice, dipingendo così un universo femminile nelle sue molteplici sfaccettature.
Luce come ispirazione e ricerca. Design e innovazione si fondono nella nuova collezione di L’ed per la Primavera Estate 2014 in un mix di tendenze e materiali. La nuova collezione si compone di sei modelli differenti, tra i quali due assolute novità. Oltre all’iconica Light, la maxi-shopper Domino e la pochette Ira, si aggiungono tre nuove proposte: la bandoliera, il bauletto e la little satchel. Tutti i modelli sono declinati in sei differenti linee caratterizzate da diversi ed esclusivi accostamenti di pellami e materiali hi-tech, all’insegna della sperimentazione.

La collezione di sciarpe e foulard di Paolo Bottazzi per la prossima stagione calda ha come denominatore comune un utilizzo del colore non convenzionale e un po’ sfrontato, con combinazioni dal carattere forte e a tratti provocatorio. Le creazioni – interamente realizzate in Italia da partner dislocati nei distretti di Como e Prato – spaziano dalle grandi e avvolgenti sciarpe, ai formati più contenuti per un consumatore più classico, ai piccoli foulard rinnovati da nuovi disegni e colori. La collezione è realizzata con lavorazioni artigianali e tessuti pregiati, in alcuni casi combinati tra loro in modo inedito per renderli più moderni e scoprire effetti innovativi: modal e cotone o seta; seta chiffon resa più moderna dall’utilizzo di colori forti, in parte stemperati dalla trasparenza; mussola di cotone e seta; jacquard fiammato; crespo di seta lavato; cashmere e seta. Tra le creazioni più particolari: un modello in georgette con stampa fatta a mano, così che ogni sciarpa risulta essere un pezzo unico; e una sciarpa 100% seta composta da due veli di seta tenuti insieme tra loro dai ricami che formano il disegno del motivo.
La prossima collezione di calzature La Martina per la prossima estate presenta numerose novità sia nei modelli prodotti, che nei materiali e nei colori utilizzati.  Tra le novità della collezione estiva per la donna non potevano mancare mocassini cuciti a mano con laccetti, preziosi ricami sullo specchio o accessori in metallo o vaschetta traforata, e sandali a fasce o infradito, caratterizzati come da tradizione da dettagli ed accessori personalizzati La Martina. E poi anche le ballerine dalla massima femminilità con fiocchetti e ricami, sandali bassi o dal tacco alto con fasce, con multicolor ad abbracciare il piede e mocassini da barca con frangia e laccetti, o con vaschetta ricamata. Per la donna più sportiva la novità assoluta è la sneaker con zeppa interna, per chi non vuole rinunciare ad essere glamour, che si aggiunge alle comodissime sneaker, sia basse sia alte con fondo a cassetta.

Nero Giardini propone una vasta gamma di calzature capaci di soddisfare le esigenze di tutti. La nuova linea presenta modelli accattivanti per lei, caratterizzati dal design essenziale e pulito simbolo del brand.
Un gusto retrò rivisitato con freschezza, quasi ironia, per colorare l’estate di idee originali da mettere ai piedi. Ecco la collezione per la prossima stagione di the Flexx, il marchio confort toscano che sta avendo sempre più successo in tutto il mondo per l’ottimo rapporto qualità-prezzo ma soprattutto per il confort e il carattere delle sue collezioni. Le zeppe e i sandali della collezione estiva ricordano quelli che portava la nonna negli anni sessanta, forme understatement, comode e rassicuranti da Italia del dopoguerra. I wedges hanno tacchi ricoperti di corda e pelle o effetto sughero, tutte rigorosamente in vitello morbido o elastico super confortevole. Qui i pellami o i nabuk hanno un effetto tessuto, come nelle espadrillas più strutturate, con bordi di corda e cuciture a vista, che sfoggiano vitelli stampati o trattati per effetti metallizzati o laminati. L’effetto è un casual chic che non ti aspetti, curioso per i riflessi luminosi che impreziosiscono fondi semplici e naturali. La famiglia “casual” si fa notare per linee giocose quasi infantili, in colori pastello (cipria, panna, light blue, camel, kaki..) o colori sgargianti. (rosso, blu, tabacco..) I fori, di tendenza per l’estate anche nell’abbigliamento, sono utilizzati su diversi modelli della collezione ma sui flat con cinturino e suola in gomma carrarmato antiscivolo creano un effetto di “scarpa-giocattolo” che colpisce. Tra i sandali spiccano gli infradito con sottopiede pitonato e i coloratissimi “Gladiola” con applicazioni di fiori fatti a mano. Mentre i tacchi, mai superiori ai 6 cm, in vitelli morbidi e colori naturali evocano ancora una volta un immaginario romantico: le scarpe da tango.

A quale donna non piace abbinare scarpe, borsa e accessori? Spesso però risulta difficile e complicato trovare i giusti abbinamenti, ma con Fabi diventa tutto più semplice, in quanto le sue collezioni mettono a disposizione un’ampia gamma di prodotti pensati per essere abbinati e combinati tra loro con un tocco di classe ed originalità.
Borsalino lancia la collezione per la primavera estate 2014. Cappelli di paglia e tessuto, cromie sobrie, raffinate e senza clamori, tra i toni del naturale, del bianco e del nero. Giochi di bicolore che dettano una tendenza di stagione nel contrasto di tesa e calotta. Molta attenzione per il “Semi caldo” modello di paglia traforata, intrecciato da sapienti artigiani in Ecuador. Ancora una volta un viaggio nell’eleganza.
 
Salvatore Ferragamo presenta le nuove collezioni di gioielli ispirate ai dettagli iconici dei celebri accessori della Maison. Le nuove linee preziose di Ferragamo sono allineate all’essenza del brand e ripercorrono l’intera storia dell’accessorio della Maison nobilitandone i dettagli: dall’inconfondibile fiocco che adorna la celebre scarpa Vara alle Miniature preziose che riproducono nei minimi dettagli calzature più amate dallo stilista fiorentino. La line Vara si ispira all’iconica fibbia utilizzata da Salvatore Ferragamo come decorazione dell’omonima calzatura. Composta da anelli, collane, bracciali e orecchini in oro rosa o in oro bianco e diamanti, la collezione Vara si caratterizza per le forme delicate, femminili ed eleganti. I sottili fili d’oro danno vita ad un piccolo fiocco richiamando l’effetto gros grain della celebre fibbia.
Bijoux sculture che inneggiano alla forza. Dalle viscere della mitologia greca, le Amazzoni sono protagoniste di questo viaggio onirico nel passato e si risvegliano incarnandosi nella donna contemporanea. Mito e storia, coraggio e forza, la donna Sciumè si munisce di accessori audaci ed imponenti. Forme sperimentali e concettuali si fondono con colori acidi dall’effetto gessato, pietre luminose su galvaniche argento invecchiato. Un miscuglio di nuove tecniche e ricerca da cui nascono pezzi di armature dal tocco glam. Cappelli sofisticati ed eleganti dalle falde larghe, studiati per adornare il viso, vivono di un’atmosfera in stile “Colazione da Tiffany”, impreziositi da intrecci di maglie oro ed iridescenti dall’apparenza metallica. Accessori carichi di charme, che mettono in risalto i lineamenti ed intrigano con le loro forme definite, donando alla donna un’attitude che incanta l’occhio di chi l’osserva. Cerchietti come corone briose. Una palette di colori dagli accostamenti eccentrici che danno un’impronta iconica all’outfit rendendolo girlish e di tendenza.
Pianegonda: gioielli in argento 925°/00 veramente made in Italy declinati in otto collezioni dal design innovativo e prezioso, pensati per la donna contemporanea che ama celebrare la vita.  La collezione Cosmos con pietre colorate e cerchi in argento ricreano un universo e prezioso di pianeti che orbitano nello spazio. Intrecci di anelli d’argento si ritrovano nelle linee Joy4Me e Joyful. “Celebra la vita” è inciso sui gioielli della collezione Joyful in 8 lingue diverse, un messaggio e un invito alla vita per tutto il mondo. Argento e acetato si uniscono in catene dalle forme armoniose dando vita a Unity una collezione glamour e moderna. I quarzi idrotermali insieme all’argento, creano un’esplosione di luce e colore che illumina gli anelli e i pendenti della collezione Brightness, espressione della felicità interiore di ogni donna. Eleganza e sensualità caratterizzano le collezioni Infinity, preziosi composti da fili in argento che seguono le sinuose forme femminili. L’iconico cuore dalle curve sinuose e dalla punta a freccia è interpretato nella collezione Powe con l’ebano, un materiale caldo e unico nel suo genere. Proposto, invece, in argento rodiato o vermeil rosè nella linea Provocation per un mix esplosivo di elementi contrastanti.
Trés Jolie Mini New: nuovi, preziosi e lucenti charm per creare gioielli sempre diversi. Romantiche forme arricchiscono la linea rendendola ancor più versatile ed accattivante. Semplicemente perfetta per ogni donna. Girlish e sbarazzina oppure sexy e rockabilly, la collezione Pin up trae ispirazione dall’iconografia del tatuaggio traditional. Colorata, originale e stravagante è dedicata alla donna grintosa e trasgressiva. Cerchi si susseguono in un ritmo suggestivo ed ammaliante. Piccole gioie brillano della collezione Falling Star. Eleganti e preziose visioni. Un rincorrersi di luci, colori, riflessi che incantano. Sfavillante e charmant la collezione B-Tring.

E’ il mio alter ego, il piccolo universo portatile, la dimensione esteriore ma al tempo stesso più intima di me! La mia borsa parla di me, del mio stato d’animo, della mia forma, della mia vita! Ma come fanno gli uomini a vivere senza? Charm in argento con particolari smaltati; Charm in argento placcato oro 18K con particolari smaltati; Charm in argento con dettagli placcati oro, zirconi bianchi e rossi; Charm in argento placcato oro e zirconi bianchi e verdi; Charm in argento con zirconi bianchi e particolari smaltati; Charm in argento placcato oro con zirconi bianchi e particolari smaltati. Tutti firmati Rosato.

Milano impazza per i fiori

A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
A Milano impazzano i fiori: la moda femminile e volitiva in passerella
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner