A Minsk in Bielorussia il 7 e 8 dicembre un evento di Alta Gastronomia

"Ad ogni prodotto la sua storia ad ogni uomo la sua interpretazione". Una generazione di chef che punta sulla qualità

04/12/2012

A Minsk in Bielorussia il 7 e 8 dicembre un evento di Alta Gastronomia

Minsk 2 dicembre 2012. La cucina italiana continua ad avere estimatori in tutto il mondo. I prodotti made in Italy sono sempre più richiesti, gli chef italiani attirano i buongustai di ogni paese e la gastronomia italiana ha raggiunto una maturità piena e di assoluta qualità. 

Da qualche anno a calcare la scena è una generazione di giovani chef che ha viaggiato, ha studiato e che fa ricorso sempre più a tecniche per esaltare la qualità dei prodotti.

Una generazione di trenta-quarantenni che cresce e presenta al meglio la “nuova cucina italiana”, in Italia e nel Mondo.

Oggi vogliamo segnalare una iniziativa che si inserisce bene in questo contesto e che avrà luogo in Bielorussia. L'evento vedrà protagonista un bravo chef italiano che ha girato il mondo e uno chef stellato che, per l'occasione, gli farà compagnia in cucina per due serate dove la tradizione e l'innovazione, pardon l'”evoluzione”, della cucina italiana saranno al centro dell'evento per suscitare negli ospiti emozioni sempre nuove.

Giuseppe Zanotti, executive chef del Ristorante Falcone di Minsk in Bielorussia, è l'organizzatore delle due serate di Gala riservate non solo ai goumet del luogo ma anche ai giornalisti della carta stampata e web oltre che alle televisioni della Bielorussia.

 

 1zanotti.jpg

 Lo chef Giuseppe Zanotti


2zanotti-sacco.jpg


Zanotti con la famosissima cantante Sarah Conner

Giuseppe Zanotti con la famosissima cantante Sarah Conner e un amico


Verso l'evento del 7 e  8 dicembre 2012 in Bielorussia con gli chef Giuseppe Zanotti e Marco Sacco

 

In dettaglio l'evento

L'evento si terrà il 7 e 8 dicembre

Con Giuseppe Zanotti, ai fornelli ci sarà lo Chef Marco Sacco, patron del ristorante Piccolo Lago e titolare di due meritate stelle Michelin.

Il 7 Dicembre la serata sarà in onore della cucina Tradizionale Piemontese e l'8 Dicembre la serata è dedicata all'Evoluzione... il tutto col motto: “Ad ogni prodotto la sua storia ad ogni uomo la sua interpretazione”.

“In Bielorussia -ci dice Zanotti aderente al Cim-Cuochi italiani nel mondo diretto dallo chef Marco Medaglia- finora non è stato mai organizzato un evento di questo livello e l'interesse, a circa un mese dall'iniziativa, è già molto alto sia tra i cittadini che tra i giornalisti”. 


Parliamo di Giuseppe Zanotti il re del Made in Italy con l'Aceto balsamico di Modena, il Parmigiano Reggiano e il Prosciutto di Parma 


Giuseppe ZanottiGiuseppe Zanotti viene dall’Emilia Romagna, una regione che è famosissima per le sue tradizioni culinari.

Basta dire “Bologna” e la memoria subito fa vedere queste appetitose immagini: lasagne, tortellini, ragù alla bolognese

Per non menzionare il famoso Prosciutto di Parma, il canonico aceto balsamico di Modena che costa più del cognac ed il formaggio più conosciuto al mondo, il Parmigiano Reggiano. Dove c’è Parmigiano ci sono anche piatti abbondantemente conditi con esso, verdure cotte al forno, fantastici ripieni per tortelli e ravioli. Tutti questi simboli italiani si trovano sui piatti preparati con grande arte culinaria dallo chef del ristorante Falcone.

I successi professionali di Giuseppe Zanotti potrebbero essere descritti in un libro. Questo libro avrebbe delle pagine dedicate al tempo passato nei migliori ristoranti di Parigi e Parma; un’affascinante storia sul Singapore ed il lussuoso hotel 5* Marina Mandarin; una storia di tante pagine sulla Tailandia e sull’hotel 5* Dusit Thani Pattaya di proprietà del figlio del Re della Tailandia, dove Giuseppe ha vinto una medaglia d’oro in una competizione internazionale contro 63 chef italiani; e, senza dubbio, la saga indiana in omaggio al 5* Hyatt Regency Mumbai, che è valsa a Giuseppe il titolo di “miglior ristorante italiano di Mumbai” secondo la famosa rivista Dna. Nello stesso tempo il Gambero Rosso descrive il ristorante guidato da Giuseppe come «uno dei migliori ristoranti italiani all’estero».

Subito prima di arrivare a Minsk Giuseppe ha curato con successo l’apertura del 5* Intercontinental Resort Hua Hin in Tailandia. La sua cucina ha affascinato tante celebrità tra cui Domenico Dolce e Stefano Gabbana, ufficiali di Singapore ed India, famose star del cinema e della musica, etc. Giuseppe Zanotti non è solo un grande chef ma anche un bravo manager. A dimostrare questo e’ la sua carriera di successo presso migliori catene di alberghi del mondo. Organizzare il lavoro giornaliero dei ristoranti nelle migliore catene alberghiere richiede tanta professionalità ed il solo fatto che uno chef di tale livello abbia accettato di venire a Minsk è molto importante per la storia della ristorazione in Bielorussia.


Il lussuoso ristorante Falcone

“Il Ristorante Falcone ha aperto 5 anni fa ed io -afferma Zanotti- sono arrivato qui da soli due anni, dopo aver peregrinato per 10 anni in grandi alberghi a 5 stelle in Asia (catene tipo Hyatt, Mandarin Oriental, Dusit Thani, Intercontinental ecc...). Dopo tanti anni ho deciso di ritornare nel mondo dei ristoranti privati e mi trovo bene, sono soddisfatto di dirigere la cucina di un ristorante che punta sulla qualità e sull'originalità”.

FALCONE infatti è il primo ristorante a Minsk inserito nella guida dei ristoranti italiani nel mondo riconosciuti dalla Federazione Italiana Cuochi.
Il ristorante ha un suo stile ricercato e frequentato da molti Vip. Nella lussuosa sala principale è capace di ospitare ben 82 persone. Ogni giorno si suona musica dal vivo. C'è anche una sala riservata per 12 persone e una sala per bambini, dove l'animatore crea un'atmosfera di favola e di festa.


Ristorante Falcone Minsk/Belarus 

indirizzo: Minsk, Ul. Korolya, 9

Cellulare: +375 29 377 77 76 - Telefono: +375 17 200 29 99 - Telefono/Fax: +375 17 200 27 78

www.falcone.by - Per contatti QUI



Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner