A Roma ha chiuso con successo la 5a sessione plenaria di Big&Small

“Restart the system. Ripensiamo lo sviluppo” di Methos, Archi’s comunicazione e Studio Valla

20/11/2012

A Roma ha chiuso con successo la 5a sessione plenaria di Big&Small

Roma, 17 novembre 2012 - Sono terminati i lavori della quinta sessione plenaria di Big&Small, contenitore tecnico pensato nel 2008 da Methos che, in collaborazione con Archi’s comunicazione e Studio Valla, ha promosso una due giorni di riflessione sul mondo del commercio italiano. Oltre 30 i relatori che si sono incontrati, giovedì 15 e venerdì 16 novembre, nelle sale dell’hotel Rome Cavalieri, nella capitale, in 4 panel legati dal titolo “Restart the system. Ripensiamo lo sviluppo”.

La seconda giornata, venerdì 16 novembre, ha ospitato due tavole rotonde. Nella sala san Pietro, infatti, il giornalista umbro Federico Fioravanti ha moderato gli interventi di Giordano Pierlorenzi, direttore del Centro sperimentale di design Poliarte Ancora, Antonio Romano, founder di Inarea, Stefano Parisi, presidente di Confindustria digitale,Fabrizio Alberton, partner Reply consulting srl, Matteo Flora, founder di The fool, e Barbara Bianchi, social media analyst, sul tema “E. Commercialmente comunicando”. Relatori che hanno riflettuto su futuro del brand, passaggio dall’uomo abile all’”uomo virtuale”, multicanalità, attuale livello di alfabetizzazione informatica legata alla grande distribuzione organizzata (Gdo) e all’impresa italiana.

“Siamo a pieno titolo nel network, con Methos e Studio Valla – ha detto Luca Broncolo, amministratore unico di Archi’s comunicazione –, per l’elaborazione di strategie per lo sviluppo di impresa. Abbiamo, così, offerto a chi è intervenuto il nostro modello di sviluppo, che mette insieme tecnologia, design, responsabilità nell’utilizzo di internet, strategie, formazione e relazione. Tutte unite nella valorizzazione di un ‘user experience’ con al centro l’utente di internet”.

Contemporaneamente, nella sala Leonardo, Valerio Valla, founding partner di Studi Valla, ha moderato un incontro su “Programmazione.Eu. Nuove sfide, nuove regole” a cui hanno preso parte Anna Cinzia Bonfrisco, senatore della Repubblica e membro della V Commissione permanente bilancio, Riccardo Ercoli, membro della Direzione generale Economic&financial Affairs, Giampietro Castano, responsabile dell’Unità di gestione Crisi aziendali del Ministero dello sviluppo economico, Francesco Tufarelli, capo di gabinetto del Ministro per gli affari europei, Laura Tassinari,direttore generale Filas spa, Carlo Medaglia, membro della Consulta permanente Agenda digitale, Stefano Turi,direttore generale Sviluppo Lazio spa, e Massimo Baldinato, membro del gabinetto del commissario Antonio Tajani.

Al centro della programmazione europea e, quindi, del dibattito sono state i 23 milioni di piccole imprese in Europa che oggi resistono in forza di un futuro di aggregazione, innovazione e sviluppo. “Siamo consapevoli – ha detto il senatore Bonfrisco – che i prodotti di eccellenza vanno sostenuti in quel processo di internazionalizzazione che forse oggi è un po’ debole. Attività come queste di oggi servono ad aiutare i nostri imprenditori, il tessuto economico italiano, a poter individuare la strada giusta, il modo di percorrerla e da chi farsi aiutare per farlo”.

La giornata di lavori si è chiusa con la quarta ed ultima tavola rotonda in programma, nella quale Mauro Rosati,segretario generale della Fondazione Qualivita, Albino Russo, responsabile dell’Ufficio studi Ancc-Coop, Riccardo Deserti, direttore generale del Consorzio del formaggio Parmigiano reggiano, Fabio Massimo Pallottini, direttore generale del Centro agroalimentare Roma, Bruno Colucci, direttore di Carniato Europe, e Giuseppe Ambrosio, direttore generale del Consiglio per la ricerca e la sperimentazioni in agricoltura, hanno discusso su “Eccellenza.it. Reindirizzare il retail&food”, moderati dal giornalista Giampaolo Sodano.

“Iniziative come quelle di oggi – ha commentato Sodano - servono a rendere consapevoli operatori del settore, dei media, i manager della distribuzione che esiste nel nostro Paese un problema di difesa della qualità del prodotto gastronomico italiano. Argomento di rilievo soprattutto in un momento di criticità economica, in cui bisogna fare in modo che non si risparmi sul cibo, che è la salute del cittadino”.

La due giorni è stata, infine, occasione per rinnovare l’invito a tutti i convenuti ai prossimi appuntamenti del network Archi’s comunicazione, Methos e Studio Valla. “Con il Centro sperimentale di design Poliarte Ancona – ha conclusoLuca Broncolo – faremo partire due corsi di formazione e alta specializzazione in ecodesign e design communication, a Nocera Umbra. Questo sarà uno dei prossimi appuntamenti, con Methos e Studio Valla, insieme a quello di Assisi, a febbraio 2013, con ‘Pillole di Big&small’”. 

Maria Cristina Costanza (Avi News)

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner