Al Festival del Gelato di Firenze si decide il miglior gelatiere d'Europa

Organizzata dal 12 al 14 settembre al piazzale Michelangelo

08/09/2014

Firenze 6 settembre 2014. – Dopo un tour che ha fatto tappa nelle principali capitali europee, il Festival del Gelato si chiude con una tre giorni da sballo organizzata dal 12 al 14 settembre al piazzale Michelangelo a Firenze.

Un gran finale che vedrà l'elezione del miglior gelatiere d'Europa tra i diciassette che si sfideranno.
L’appuntamento è dal 12 al 14 settembre 2014 al piazzale Michelangelo (orario 12-24), per un week end pronto ad appagare non solo il palato, ma anche gli occhi grazie alla straordinaria vista che Firenze saprà regalare ai visitatori. In gara i maestri gelatieri che hanno vinto le tredici tappe del tour per un totale di 17 i maestri gelatieri.

Dieci le città italiane toccate dal tour estivo e tre quelle europee (Amsterdam, Norimberga e Nizza) per promuovere storia, cultura e innovazione del gelato italiano di alta qualità.

La sfida finale, all’ombra della statua del David, vedrà trionfare il maestro gelatiere che otterrà il punteggio più alto, espresso da una giuria tecnica di esperti e giornalisti, combinato al voto del pubblico.
I maestri gelatieri si sfideranno in una gara a colpi di creatività con i gusti che hanno partecipato e vinto in una o più tappe di Gelato Festival 2014.

A difendere i colori di Firenze e della Toscana ci saranno: Geri Lagati de il Re Gelato, Firenze con Cote d’Azur (vincitore a Nizza), Ilaria Scarselli con il gusto L’olandese (tappa Amsterdam), Giampiero Burgio della Gelateria Gippino con il gusto I’David (tappa Lignano Sabbiadoro), Giampaolo Doti, della gelateria Ghibli di Marina di Campo, Livorno con il Cremino (vincitore a Lecce e Milano), Lorenzo Bellini della gelateria Laboratorio del Gelato (tappa Viareggio) con Crema dimenticata (Viareggio), Marco Tumino della Gelateria DolceAmaro di Viareggio con Cheesecake (tappa Viareggio). E inoltre: Fabrizio Fenu, proclamato a maggio 2014 migliore gelatiere d’Italia, con il gusto al Pecorino Fiore Sardo Dop con pere caramellate al miele di Sulla (Firenze) e vincitore in Olanda con Bottarga di Marceddì e sedano candito (Amsterdam), Gianluca Tenuzzo con Crema al vino macarò e mustazzolu (Lecce), Aroa Monge con Crema catalana e uva fragola (Roma), Roberto Iacozzilli e Antonio Pascale con Roma e dintorni (Roma), Francesco Mastroianni con Cuore di Brontolo (Milano), Marco Serra con Nero+Arancia (Torino), Giovanna Bonazzi con la Sbrisolona del 12 Apostoli con recioto bianco (Verona, l’unica ad aver vinto giuria tecnica e popolare insieme), Monsué Rullo con La grande bellezza (trionfatore a Napoli, Senigallia e Norimberga), Antonio Tedesco con Curcuma all’uva sultanina (Napoli) e Pierluigi D'Ambrosio con Miele di Ailanto con meringa (Lignano Sabbiadoro).

Il Buontalenti, Caterina e Ruggeri – Il tour 2014 de Il Buontalenti, il laboratorio mobile di gelato artigianale più grande mai costruito e intitolato all’artista rinascimentale che viene ritenuto l’ideatore del dolce freddo (1559), si conclude al Piazzale Michelangelo. Un viaggio che ha visto protagonisti anche Caterina e Ruggeri; la prima con l’FB Village, l’aula didattica dove si svolgono i corsi Gelatiere per un Giorno e Gelato Show Cooking, e con lo spazio dedicato alla degustazione di Nutella Ice Cream, l’altro con il percorso degustazione di Gelato Festival® e i Gelato Cocktail in collaborazione con Fabbri.

Gli sponsor di Gelato Festival 2014
Nutella sarà presente in qualità di Gold Sponsor con il Nutella Ice Cream.
Fabbri, silver sponsor di Gelato Festival®, proporrà i suoi Gelato Cocktail.
Sponsor tecnico di tutto Gelato Festival® 2014 Clabo Group, azienda di Jesi leader di mercato nel settore degli arredi per la ristorazione e conosciuta soprattutto per le vetrine che espongono il gelato artigianale e che sono perfino nella sede Apple a Cupertino.

Gelato Festival® è ambasciatore del gelato italiano, in questo percorso ha al proprio fianco Expo 2015 e ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Gelato & salute uniti dal calcio – Il gelato, per l’elevata presenza di latte, è una fonte di calcio e di vitamine. E’ un alimento perfetto per assicurare il giusto apporto nutrizionale sia a giovani che anziani e contribuire alla buona salute delle ossa. Per questo F.I.R.M.O. Fondazione Raffaella Becagli è stato al fianco di Gelato Festival® in quattro tappe del tour e sarà ancora presente anche nella finale europea.

La Gelato Card® - L’ingresso al festival è gratuito. Chiave d’accesso per Gelato Festival® è la Gelato card che dà diritto a cinque assaggi e a un Gelato Cocktail, il gelato in versione da bere realizzato in collaborazione con Fabbri. La card permette inoltre di seguire i corsi Gelatiere per un Giorno e Gelato Show Cooking nell’Fb Village e di votare il gusto preferito imbucando la scheda nelle urne presenti alle casse, per ottenere un assaggio extra. La card costa 7 euro, la ricarica costa 5 euro.

La Dop, denominazione di origine protetta per il gelato.
L'idea lanciata dal direttore generale per la politica commerciale internazionale del Ministero dello Sviluppo Economico, Amedeo Teti, è piaciuta subito all'assessore regionale all'agricoltura, Gianni Salvadori, che ha aggiunto anche un commento scherzoso "Dopo la copertina dell'Economist (che ritrae il presidente del Consiglio Renzi con un gelato in mano, in una barchetta ndr) della scorsa settimana, tedeschi e francesi non potranno dirci di no sulla Dop del gelato".

L'occasione è stata la conferenza stampa di presentazione della finale europea del Gelato Festival tenutasi a Palazzo Vecchio con anche la presenza del sindaco Dario Nardella ha, tra l'altro, lanciato l'dea che l'anno prossimo il Gelato Festival potrebbe tenersi alle Cascine, il parco dove è ormai alle porte l'apertura di Expo Rurale 2014. "Ho visto il successo di Expo Rurale – ha detto – e se lavoreremo bene potremo avere successo anche con il Gelato Festival alle Cascine". Anche questa proposta è piaciuta all'assessore Salvadori, che ha sottolineato come sia "importante portare la città in campagna" e come il prodotto gelato sia adatto sia per la Dop sia per ribadire il concetto di ruralità. Questo perché – ha aggiunto - "in questo prodotto si riassumono la qualità, le radici nel territorio, le origini e perché vi sono ottimi spazi di mercato. Per tutto questo dico sì alla Dop e al GelatoFestival alle Cascine".

Durante la conferenza stampa è stata ricordata l'origine fiorentina del gelato, con la "crema gelato" del Buontalenti, che seguì Caterina dei Medici, diventata regina di Francia, alla corte di Versailles, dove la "crema gelata" fu presentata e grandemente apprezzata. Regione Toscana, Comune di Firenze e Ministero dello Sviluppo Economico sono fra i partner che hanno sostenuto Gelato Festival.

 
Il Gelato più grande del Mondo è firmato Fabbri 1905, la famosa azienda bolognese dell'Amarena
(da una foto di repertorio di Sigep Rimini)
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner