Al Salone del Gusto di Torino presentato il Settimo Salone della Mozzarella

Il Salone Internazionale della Mozzarella e della Dieta Mediterranea a Salerno dal 29 novembre al 2 dicembre

20/11/2012

Al Salone del Gusto di Torino presentato il Settimo Salone della Mozzarella

Salerno 19 novembre 2012. Arriva a Salerno il Salone internazionale della mozzarella e della dieta mediterranea dal 29 novembre al 2 dicembre. Giunto alla settima edizione, l'evento quest'anno trova collocazione per la prima volta presso il Centro Agroalimentare sito nella zona industriale di Salerno, in cui la struttura permetterà di sviluppare ulteriormente il programma del salone. 

Infatti il programma si arricchisce non soltanto delle tradizionalidegustazioni di prodotti tipici della dieta mediterranea, primo fra tutti la tanto celebrata mozzarella doc, ma si terranno anche show cooking, laboratori di cucina, incontri di educazione alimentare per ragazzi e convegni per gli adulti, il tutto si svolgerà all'interno di un percorso che da Salerno si snoderà verso Paestum, sede storica della manifestazione, alla riscoperta della storia e dell’archeologia di una terra senza tempo.

***

Torino 29 ottober 2012. Grande partecipazione di pubblico al Salone del Gusto e Terra Madre di Torino per la presentazione del Settimo Salone Internazionale della Mozzarella e della Dieta Mediterranea.

Alla presenza del direttore dell'evento Donato Ciociola, di Nerio Baratta, responsabile promozione e comunicazione per il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, di Luciano D'Aponte, responsabile olivicoltura e valorizzazione Regione Campania e di una vasta platea sono state illustrate le linee guida dell'edizione 2012 del Salone, che quest'anno si terrà a Salerno 29 novembre al 2 dicembre.

"Stand, spettacoli, appuntamenti culturali e gastronomici sono previsti nell'estesa sede del Centro Agroalimentare di Salerno - ha dichiarato in apertura il Direttore Donato Ciociola - struttura funzionale che non ha eguali nel centro-sud e che si presta benissimo ad accogliere uno degli eventi gastronomici più importanti del Meridione. Un cambio di scena che non abbandona, però, le origini - ha tenuto a sottolineare Ciociola - Paestum, infatti, è una delle tappe fondamentali del percorso culturale ed enogastronomico con cui il Settimo Salone si propone di far conoscere e promuovere la Regione Campania.

Percorsi storico-artistici ed enogastronomici, organizzati da esperti del settore, che porteranno i tantissimi visitatori previsti (circa 30.000) a conoscere le bellezze della terra campana, dalla magia di Salerno e le sue Luci d'Artista, che ogni anno trasformano il capoluogo di provincia in un vero e proprio "giardino incantato", alle antichità di Paestum, uno dei siti archeologici più importanti del mondo, fino agli incantevoli paesaggi del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, senza tralasciare le molteplici aziende sparse sul territorio, in un itinerario che alla cultura e alla storia unisce il bagaglio fondamentale delle tradizioni popolari e dell'economia locale".

Foto: Gianluigi De Cinque (INformaCIBO)Nerio Baratta, che ha rappresentato ilParco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano in vece del suo Presidente Amilcare Troiano, ha voluto sottolineare la forte presenza dell'ente parco a sostegno di attività ed eventi atti a promuovere cultura e territorio, di cui "il Salone della Mozzarella rappresenta un tassello fondamentale". 

"Oltre a ringraziare la Regione Campania che ha ospitato nei suoi spazi questa presentazione, è doveroso ringraziare la Camera di Commercio di Salerno, il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, i comuni di Salerno e di Capaccio e l'Istituzione Poseidonia per l'impegno con il quale stanno partecipando alla realizzazione di questo settimo Salone, - conclude Donato Ciociola - un grazie particolare va, inoltre, a Demetrio Cuzzola, presidente di Unimpresa Provinciale Salerno, per la supervisione e la costante collaborazione che sarà determinante per la buona riuscita dell'evento". promozione e comunicazione per il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, di Luciano D'Aponte, responsabile olivicoltura e valorizzazione Regione Campania e di una vasta platea di curiosi sono state illustrate le linee guida dell'edizione 2012 del Salone, che si terrà a Salerno.

Al Salone del Gusto di TorinoStand, spettacoli, appuntamenti culturali e gastronomici si terranno nell'estesa sede del Centro Agroalimentare di Salerno, struttura funzionale che non ha eguali nel centro-sud e che si presta benissimo ad accogliere uno degli eventi gastronomici più importanti del Meridione. Un cambio di scena che non abbandona, però, le origini: Paestum, infatti, è una delle tappe fondamentali del percorso culturale ed enogastronomico con cui il Settimo Salone si propone di far conoscere e promuovere la Regione Campania. Percorsi storico-artistici ed enogastronomici, organizzati da esperti del settore, che porteranno i tantissimi visitatori previsti (circa 30.000) a conoscere le bellezze della terra campana, dalla magia di Salerno e le sue Luci d'Artista, che ogni anno trasformano il capoluogo di provincia in un vero e proprio "giardino incantato", alle antichità di Paestum, uno dei siti archeologici più importanti del mondo, fino agli incantevoli paesaggi del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, senza tralasciare le molteplici aziende sparse sul territorio, in un itinerario che alla cultura e alla storia unisce il bagaglio fondamentale delle tradizioni popolari e dell'economia locale.

La Regione Campania era presente al Salone del Gusto con circa 50 aziende e 20 presidi, come ha sottolineato Luciano D'Aponte nel suo intervento, una presenza importante distribuita su un'area di circa 700 mq. Nerio Baratta, che ha rappresentato il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano in vece del suo Presidente Amilcare Troiano, ha voluto sottolineare la forte presenza dell'ente parco a sostegno di attività ed eventi atti a promuovere cultura e territorio, di cui "il Salone della Mozzarella rappresenta un tassello fondamentale".

"E' doveroso ringraziare il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, i comuni di Salerno e di Capaccio e l'Istituzione Poseidonia per l'impegno con il quale stanno partecipando alla realizzazione di questo settimo Salone, - conclude Donato Ciociola - un ringraziamento particolare va, inoltre, a Demetrio Cuzzola, presidente di Unimpresa Provinciale Salerno, per la supervisione e la costante collaborazione".

L'appuntamento è dunque dal 29 novembre al 2 dicembre, con il Salone Internazionale della Mozzarella e della Dieta Mediterranea.


Il V Salone della Mozzarella a Paestum 2010

Fotogallery di Gianluigi De Cinque I piatti di Carlo Cracco e flash sulla Manifestazione

La mozzarella di bufala campana by Cracco & Gardini al Salone della Mozzarella di Paestum di Giulia Cannada Bartoli(dal sito di Luciano Pignataro)

Le precedenti edizioni del "Salone"Fotocronaca di INformaCIBO

Per una vacanza a Paestum

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner