Al via a Milano Host 2015 - International Hospitality Exhibition

In programma a FieraMilano a Rho dal 23 al 27 ottobre

22/10/2015

Al via a Milano Host 2015 - International Hospitality Exhibition
Milano 23 ottobre 2015. Al via oggi Host 2015 - International Hospitality Exhibition, in programma a FieraMilano a Rho da oggi venerdì 23 a martedì 27 ottobre - la più importante manifestazione mondiale per le filiere Horeca, foodservice, retail, Gdo e hotellerie.
Quest'anno ci saranno oltre 1.900 espositori provenienti da 5 continenti e 60 Paesi, numeri da record!

Al Padiglione 2, stand A32 C23 ci sarà lo stand Pentole Agnelli.

Agnelli da sempre accompagna chef stellati e gourmand nelle loro cucine, inoltre collabora anche alla kermesse internazionale "Mangiare all'italiana" promossa da INformaCIBO.
L’azienda bergamasca di Lallio, nata nel 1907 e fiore all’occhiello del gruppo Alluminio Agnelli, è leader nella produzione di strumenti di cottura in alluminio puro. Una vasta gamma di prodotti di altissimo profilo, dalle pentole professionali al family cooking che, apprezzati dai miglior chef, stanno facendo il giro del mondo. Ne è dimostrazione lo shoowroom newyorkese Baldassare Agnelli Usa: 120 metri quadrati nel cuore di Manhattan che raccontano la passione del Gruppo per la tradizione culinaria italiana.
Agnelli sarà anche partner tecnico degli showcooking e dei contest che animeranno questa edizione di Host.

Un full di appuntamenti internazionali
Host2015 cala un full di eventi world-class. A partire da EXIHS - Excellent Italian Hospitality Services (pad. 10), il “contenitore del bello” per vivere l’accoglienza haute de gamme, progettato da Studio Dante O. Benini & Partners Architects, che ritorna con un mood sempre più d’avanguardia e luxury oriented. Un laboratorio di idee e di emozioni nuove, che interpreta le tendenze globali per proporle con un codice di lettura univoco ma sempre differente.

Le quattro anime del progetto, Mind, Work, Gym e Relax, rivisitano altrettanti “non-luoghi” per dare spazio a nuovi stimoli che rispondono alle esigenze di una nuova generazione di viaggiatori top: “L’ho definita ‘nomadic, bohémien e luxury’ – spiega l’architetto Benini –: ‘nomadic’perchéfatta di persone che viaggiano continuamente in tutto il mondo; ‘bohémien’perchéama l’informalitàe passa senza problemi dalla riunione d’affari informale alla cena a piedi scalzi a bordo piscina; ‘luxury’, perchéin questa alternanza tra business e leisure richiede sempre servizi di altissimo livello, che la aiutino a tradurre il tempo in benessere”.
L’area Gym si arricchisce di un’anima wellness/spa e l’area Mind diventa un boutique hotel, mentre l’area Work è suddivisa in due corner, uno più tradizionale e uno ultra-tecnologico, e l’area Relax sposa il concetto di “multicommensalità”. Altra novità, un “polmone verde”che declina le essenze vegetali in layout.

Un progetto che segue non tanto i cambiamenti nelle ricette e nei gusti in sé, quanto delle tecnologie che segnano l’evoluzione e tracciano gli scenari futuri. Tutto questo è IdentitàGolose Future (Pad. 4, Ristorazione professionale), l’evento realizzato in partnership con Identità Golose, il più prestigioso momento d’incontro in Italia per gli chef stellati internazionali. Attraverso 3 appuntamenti al giorno, 2 interpreti (un esperto e un cuoco), show-cooking e assaggi guideranno alla scoperta di macchinari e tecniche, insieme con nuovi ingredienti che rinnoveranno le ricette della tradizione.
“Saràmolto forte l’idea di coniugare le tecnologie con naturalitàe gusto – commenta Paolo Marchi, Ideatore di Identità Golose –. Le tecnologie innovative rimangono sempre un elemento importante, ma la creativitàrimarràcentrale, in linea con la filosofia di IdentitàGolose che mette sempre l’uomo al centro. Un esempio lampante ci arriva dal mondo della pizza, cotta con tecniche sempre nuove che ne mantengono il sapore”.
Del resto è sempre più evidente come le cucine dei grandi chef siano laboratori dove vengono messe a punto non soltanto le più innovative idee gastronomiche, ma anche le tecniche, le tecnologie e le attrezzature più evolute: proprio come nella Formula Uno dove si sperimentano le soluzioni più avanzate che verranno poi applicate sulle auto di ogni giorno, anche il futuro della cucina più quotidiana nasce dietro le quinte della ristorazione stellata.

Altro appuntamento dal fair molto internazionale sarà What it Takes to Be Great: WCE All-Stars a cura di WCE - World Coffee Events (Pad. 24).
WCE porta i vincitori dei campionati mondiali 2015 della caffetteria insieme a prestigiose figure del settore ad esibirsi raccontando le loro esperienze. I WCE All-Stars 2015 parteciperanno a una serie di moduli interattivi, con performance su richiesta e dimostrazioni visive, imperniati sulle diverse aree di competenza rappresentate dai barista champion: latte art, preparazione manuale, assaggio, skill sensoriali. I moduli didattici, condotti da esponenti leader del settore, si concentreranno su “cosa serve per essere grande” e tratteranno temi quali: design del caffè, tostatura, scelta delle materie prime, creazione di una base clienti e innovazione.

Sempre in tema di campionati, da non perdere il Cake Designer World Championship e The World Trophy Of Pastry Ice Cream Chocolate a cura di FIP - Federazione Italiana Pasticceri (Pad. 14, Gelato-Pasticceria) dove la Nazionale italiana di pasticceria e cake design e altre 30 squadre internazionali si sfideranno in prove artistiche. I pasticceri gareggeranno in tre categorie: pezzo artistico in pastigliaggio e monoporzione gelato, pezzo artistico in cioccolato con cioccolatini, pezzo in zucchero artistico e torta moderna. Le squadre di cake design dovranno esibirsi con le diverse tecniche applicabili sulla pasta di zucchero, ispirandosi anche alla tradizione e cultura del proprio paese.
“Parlando di tendenze – commenta Roberto Lestani, Presidente FIP e Campione del Mondo di Cioccolateria – i due campionati saranno un’occasione unica di incontro e confronto fra le culture di diversi territori e fra le visioni dei piùautorevoli maestri internazionali come Kristina Rado dall’Ungheria o Lisa Mansour dagli Stati Uniti per il cake design, Dewen Wang dalla Cina, o dall’Italia, il maestro d’intaglio Girolamo Brescia. A Host èmolto importante la sinergia tra la creativitàdei maestri gelatieri e le aziende che producono le tecnologie, nelle quali tra l’altro noi italiani abbiamo una leadership mondiale riconosciuta”.
Le nazioni già iscritte per il mondiale di cake design sono: Ucraina, Svezia, Serbia, Russia, Italia, Spagna, Venezuela, Svizzera, Norvegia, Giappone, Francia, Ungheria, Cuba, Tunisia, Perù, USA; per il mondiale di pasticceria sono: Italia, Francia, Grecia, Cipro, Spagna, Giappone, Turchia, Polonia, Algeria, Romania, Messico, Thailandia, Austria, Tunisia, Cile e Perù. A corollario dei campionati, i Maestri si esibiranno in performance dall’alto profilo artistico.

Tra i protagonisti a Host2015 un ruolo di primo piano sarà giocato dal Consorzio Promozione Caffè, organismo che raggruppa le principali aziende che producono e commercializzano caffè nelle varie tipologie - torrefatto, decaffeinato, solubile e in capsule/cialde. Insieme a UCIMAC, Associazione dei costruttori di macchine per caffè espresso ed attrezzature per bar, il Consorzio Promozione Caffè promuoverà in uno spazio ad hoc denominato la “Coffee District” (Pad. 24). Un evento multidisciplinare che vedrà la partecipazione di esperti del mondo caffeicolo, istituti di ricerca ed enti internazionali. Obiettivo: divulgare e valorizzare la cultura del caffè con approfondimenti sui temi di maggiore rilevanza, quali i trend del mercato nazionale ed internazionale e gli scenari futuri, con un focus sul monoporzionato; il rapporto tra gli italiani e il caffè, con presentazione dei dati dalla ricerca sui miti e riti intorno alla bevanda più amata nel nostro Paese, realizzata da Astra Ricerche; le relazioni tra caffè, salute e benessere dell’organismo; l’impegno dell’industria del caffè per una bevanda sempre più sostenibile; la formazione e la cultura del caffè di qualità.

L’anima food di Host si fa cultura e show
Il Network Del Gusto, a cura di APCI - Associazione Professionale Cuochi Italiani in collaborazione con Italian Gourmet e apropositodime.com (Pad. 2, Ristorazione professionale)sarà unacinque giorni di lezioni live animate dai migliori professionisti per una ristorazioned’eccellenza adatta ai diversi format: dalla colazione al catering e banqueting, ristoranti e hotel fino al dolce. La Nazionale Apci Chef Italia reinterpreta le cucine regionali in linea con gli obiettivi di sostenibilità di EXPO. Il tutto “condito” da case history con la formula Toc Talks che mixeranno lifestyle e professionalità. A moderare una importante food blogger.

Il ruolo della consulenza per la progettazione, gestione e organizzazione dei servizi nel settore alberghiero e della ristorazione professionale diventa perno per un servizio di successo nei Workshops B2B and Seminars, “Il meglio della consulenza nell’ospitalità”, a cura di FCSI - Foodservice Consultants Society International (Pad. 2, Ristorazione professionale). Gli esperti FCSI ne illustranole peculiarità con case history ed esempi pratici e, per consentire un approfondimento specifico e personalizzato, Membri Consulenti Esperti FCSI saranno a disposizione per organizzare brevi workshop di consulenza mirata “Ask the expert”.

Negli Incontri a cura di Assofrigoristi (Pad. 2, Ristorazione professionale ) un calendario serrato di dibattiti e tavole rotonde con la formula “bar camp” focalizza temi e strumenti per intervenire con modalità efficaci per la qualità alimentare e la qualità del freddo: la manutenzione frigorifera nell’LCA, le opzioni tecniche di installazione, il connubio fra energy management e manutenzione, la geolocalizzazione in-store e la gestione smart dell'impianto; saranno anche presentate esperienze di impiantistica HVAC&R integrata.

Sarà invece compito della Federazione Italiana Cuochi (pad 18) scoprire il più talentuoso chef tra tutti quelli italiani ed eleggerlo “Cuoco dell’anno”, riconoscimento che da più di 10 anni, organizzato insieme Unione Cuochi Regione Lombardia, scova e porta alla ribalta i più creativi in cucina.

Le suggestioni del bancone
Una vera e propria Arena Dolce è la proposta di FIPE - Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Pad. 18, Gelato-Pasticceria), dove laboratori e aree workshop rappresenteranno i format che valorizzano il dolce di produzione propria, con servizio e ambienti accoglienti per rientrare tra le modalità più diffuse persino di light-lunch. In un palinsesto dai ritmi televisivi, i Maestri del gelato si avvicenderanno con le mille possibilità di impiego del cioccolato e sarà tentato il record Guinness per il più alto numero di varietà di gusti a base di cioccolato.
I campioni della pasticceria si cimenteranno invece nel dolce tipico milanese, il Panettone, un omaggio anche all’Expo, in linea con gli obiettivi di diffusione internazionale di canoni di tipicità e di unicità delle proposte gastronomiche territoriali. Un particolare spazio sarà offerto al cioccolato in tutte le sue realizzazioni, dalla pralineria alla scultura con la collaborazione di celebri Maestri.
I driver che condurranno operatori i questa arena specialistica ma di forte impatto culturale e professionale saranno la scelta degli ingredienti e la loro provenienza, la competenza nella elaborazione di ricette della tradizione rese “attuali”, la capacità di interpretare e soddisfare le tendenze contemporanee, i nuovi format, il food design e, non ultima, l’arte del servizio.

Sì, macome sarà il bar del futuro? Per rispondere a questa domanda nasce l’idea di Futurbar, a cura di Consorzio FIA e Comufficio (Pad. 10 – Arredo) e progettato dall’arch. Simone Micheli, dove la tecnologia avrà un ruolo centrale nei locali concepiti negli anni prossimi a venire. Interattivo e tecnologico, l’ambiente del futuro sarà in grado di fondere spazio reale e virtuale grazie a una tecnologia non invasiva e invadente, ma piuttosto in grado di evocare sensazioni e mondi sempre diversi.
Anche il concetto di architettura e interior design cambia, perché non si lavora più con i volumi, gli spazi fisici e le luci, ma con gli strumenti digitali. Il contenuto virtuale colora lo spazio in maniera diversa, creando un’atmosfera suggestiva nella quale confluiscono sollecitazioni sonore, luminose, olfattive.

Con Enjoy the Table inoltre, a cura di ALTOGA - Associazione Lombarda Torrefattori e Importatori di Caffèe Grossisti Alimentari e ART - Arti della Tavola e del Regalo (Pad. 22)sarà possibile annusare profumi, gustare sapore, ma non solo. Apprezzarne i colori e le forme. Un format di eventi che prevede giornate tematiche dedicate a feste , tradizione, benessere e street food, il cui comune denominatore è costituito da valori condivisi: socialità, cultura, sostenibilità e innovazione. Un percorso articolato dove i riflettori saranno puntati sulla stretta alleanza tra il cibo, gli strumenti per valorizzarlo e l’arte della “mise en place”, un itinerario coronato dall’aroma del caffè.

Profumo di caffè, e non solo
Con Barista Bonanza a cura di SCAE - Speciality Coffee Association Europe,l’eccellenza del caffè è ancora più al centro di Host2015. Una serie di dimostrazioni e presentazioni didattiche finalizzate all’eccellenza del caffè: è Barista Bonanza, presente presso due postazioni. Al “Coffee Stage” esperti impegnati in seminari di 45 minuti sui diversi tipi di caffè e su argomenti di natura economica e commerciale. Nella seconda postazione, world-class prepareranno caffè speciali da tutto il mondo. Una straordinaria opportunità per scoprire la varietà di tecniche dei baristi di alto livello, con caffè da torrefazioni locali e l’impiego di macchine espresso, o diversi caffè filtrati preparati con vari stili.
“Ispiriamo eccellenza nel mondo del caffè attraverso l’innovazione, la ricerca, l’educazione e la comunicazione”–afferma il direttore esecutivo di SCAE David Veal –. Attualmente contiamo 3.000 membri di 90 paesi e abbiamo sezioni locali attive in oltre 30 paesi. Abbiamo voluto questa partnership con gli organizzatori di HOST Milano per portare avanti la nostra missione, che èdi offrire a sempre piùpersone un’esperienza diretta dell’eccellenza del caffèattraverso dimostrazioni e, naturalmente, degustazioni con l’aiuto di alcuni dei migliori Baristi del mondo”.

Workshop e seminari
A cura di AIFBM
Anche AIFBM - Associazione Italiana Food & Beverage Managerha scelto Host2015 per presentare un evento di grande livello in collaborazione con Locali Top. In un’area lounge (Pad. 24), confortevole e dal design curato, verranno ospitati non solo i F&B Manager italiani e internazionali che parteciperanno alla fiera, ma anche una serie di incontri, tutorial, eventi con un palinsesto ben delineato. Obiettivo è sottolineare la crescente importanza di questa figura non solo delle strutture alberghiere, ma anche di tutte le strutture ricettive in cui l'offerta ristorativa gioca un ruolo fondamentale e, come tale, merita di essere gestita con approccio strutturato e manageriale.

Un’area educational dedicata al mondo beverage e food, un momento di incontro e confronto importante nato con l’intento di reinterpretare la mixability e lanciare ‘nuovi riti’ del bere miscelato avendo come comune denominatore una sola parola: ibridazione. Con Mixer Educational –Un modo nuovo di interpretare la mixability Pad. 22), Mixer e Planet One metteranno a disposizione degli operatori importanti nomi della produzione e della distribuzione, arricchendo ancora di più il palinsesto Host e favorendo lo scambio di nuove idee e input per migliorare l’attività professionale e il business.

L’Arte Bianca alla riscossa
A Host2015, per la prima volta in un evento fieristico, Università della Pizza presenterà una panoramica delle pizze italiane più diffuse in un’ottica gourmet. La pizza gourmet è una realtà nata all’Università della Pizza come risultato della ricerca su farine, lieviti e tecniche. Solo chi frequenta i 3 livelli di formazione di Università della Pizza impara a realizzare una pizza gourmet allo stato dell’arte e apprende come applicare interamente il Manifesto della Pizza Italiana Contemporanea stilato dai più noti giornalisti enogastronomi d’Italia.

“Le Pillole di Primo Piatto” è il nome dell’iniziativa che APPAFRE - Associazione Produttori Pasta Fresca Della Piccola E Media Impresa e la scuola di Pasta “Primo Piatto”( pad 7) presenteranno in occasione di Host2015. Al Pad. XX L’iniziativa si articolerà in una serie di corsi brevi, le Pillole, su vari temi relativi alla produzione di pasta e alla ristorazione a base di pasta, destinati agli operatori del settore ed a chi ha intenzione di diventarlo. Alternati ai corsi sono previsti anche momenti di degustazione dei prodotti dei soci APPAFRE.

Campionato Europeo della Pizza
Host2015ospita il Campionato Europeo della Pizza 2015 a cura di Pizza e Pasta Italiana, attesi più di 80 concorrenti in due giorni di gare. Largo alla fantasia: i partecipanti presenteranno la propria pizza della casa, con ingredienti e abbinamenti estrosi. Ma non solo: seminari di pizza, show-cooking con i maestri pizzaioli, pizza a metro e le nuove tendenze vegan, vegetariane, “free from”per la pizzerie del nuovo millennio, affrontando temi quali la formazione di alto livello e il pizza counseling, fino alle alternative senza carne e derivati animali nelle ricette classiche, come la margherita, alle più elaborate.

I convegni
“Un progetto per la sostenibilitàdel prodotto a marchio”è il significativo titolo dell’incontro organizzato da FairSuperBrands il23/24 ottobre al Centro Congressi Stella Polare.Una due giorni per discutere l’impatto dei prodotti a marchio della GDO sulla sostenibilità in Europa, che metterà a confronto operatori, consumatori e pratiche per alimentare la presa di coscienza degli aspetti ambientali e sociali connessi ad ogni fase della filiera agroalimentare, dalla produzione al consumo di cibo, e alla comprensione di quanto le scelte, le abitudini e i criteri di approvvigionamento possono influenzare gli effetti sul ambiente e sulla società.

#TourismReload a cura di Teamwork in collaborazione con Hospitality Project,è un incontro che si pone l’intento del recente Decreto Cultura e Turismo è incentivare e rilanciare il settore turistico alberghiero a partire dalla rinnovata qualità delle strutture. Si tratta di una grande opportunità. Ma come sfruttarla? Dove reperire le risorse finanziarie? Come impiegarle in modo efficace, ottimizzando gli investimenti? Queste ed altre domande trovano risposta in #TourismReload, innovativo workshop che mette a disposizione competenze e idee di esperti, con interventi sui fattori di crisi e successo, estetica e funzionalità del design, corretta programmazione del budgeting.

Gli eventi delle aziende
Carpigiani Gelato University, a cura di Carpigiani, realizzerà in occasione di Host, avvalendosi dei propri prestigiosi docenti, eventi formativi di grande spessore.Tra gli argomenti trattati grande spazio verrà dato al gelato nella ristorazione, alle nuove affascinanti realizzazioni con il gelato soft ed agli aspetti gestionali di un locale di successo.

Milano Latte Art Challange, a cura di Trismoka, è la sfida definitiva per gli artisti della Latte Art sarà invece la Milano Latte Art Challenge organizzata da Trismoka: 12 baristas si confronteranno in 9 discipline, dalle figure tradizionali fino alle tecniche più complesse. Alle fasi finali accederanno gli 8 migliori baristi, che si confronteranno in un testa a testa da cui uscirà il campione assoluto, proclamato da una giura di 3 giudici qualificati. A rendere ancora più sfidante la competizione, le severe direttive che imporranno di riprodurre al meglio figure proposte dall’organizzazione.

Per informazioni aggiornate sugli eventi 2015: http://host.fieramilano.it/eventi.
Per informazioni aggiornate su Host: www.host.fieramilano.it, @HostMilano, #Host2015
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner