ALMA consegna il diploma a 52 nuovi pasticceri per la 18^ edizione del Corso Superiore di Pasticceria

Riconoscimenti speciali per Cecilia Tomassi di Palestrina (RM), migliore diplomata del corso

22/01/2015

ALMA consegna il diploma a 52 nuovi pasticceri per la 18^ edizione del Corso Superiore di Pasticceria
Colorno gennaio 2015. Il Corso Superiore di Pasticceria è un corso unico in Italia per chi vuole acquisire e perfezionare le nozioni fondamentali della pasticceria italiana con la guida e l’insegnamento di grandi maestri pasticceri e dei migliori docenti specializzati.
Il corso è della durata di sette mesi con una prima parte di lezioni frontali pratiche e teoriche ed una seconda di stage formativo.

Alla cerimonia di consegna dei diplomi, tenutasi presso lo splendido giardino della Reggia di Colorno, sono intervenuti Andrea Sinigaglia (Direttore Generale ALMA, nella foto mentre abbraccia Cecilia Tomassi), Matteo Berti (Coordinatore Didattico Pasticceria), Giovanni Ciresa (Coordinatore Didattico Cucina) e i docenti della scuola Alessandro Masia, Walter Masut e Renato Dolla.

«In nessun posto al mondo c’è un buffet di torte e pasticcini come quello che abbiamo ad ALMA tutti i giorni» racconta il Direttore Generale di ALMA, Andrea Sinigaglia «Il corso di pasticceria ha aggiunto l’emozione e la fantasia alla nostra scuola. I ragazzi si meritano questo diploma che rappresenta per loro l’avere tutte le carte in regola per entrare in punta di piedi e con umiltà nel mondo della pasticceria professionale.»
Continua Giovanni Ciresa, Coordinatore Didattico di Cucina: «Vedendo i vostri piatti sono rimasto sbalordito, ho girato il mondo per lavoro e queste pièces non hanno nulla da invidiare ai buffet dei grandi ristoranti e dei grandi alberghi. Mi sembra impensabile formare, in così poco tempo, dei ragazzi a questo livello».

«Questa sera la parola d'ordine è emozione: emozione per il percorso che avete fatto in ALMA e per tutti i momenti che abbiamo vissuto insieme a volte dolci, a volte amari ma che si chiudono sempre con una dolcezza estrema» commenta Matteo Berti, Coordinatore Didattico di Pasticceria «Al vostro rientro dagli stage ho visto una grande professionalità e i commenti delle pasticcerie che li hanno ospitati sono stati tutti estremamente positivi e calorosi, questo vuol dire che il corso funziona. Vorrei leggervi il commento di una pasticceria per una studentessa: “Cecilia è stata un grandissimo rinforzo, i suoi punti di forza sono stati sia l'accortezza tecnica che quella artistica, il suo spirito per la pasticceria e la sua motivazione non hanno paragone, non era solo pasticcera ma anche amica di tutto lo staff”»
La parola è poi passata ai docenti della scuola: «Avete la fortuna di fare un lavoro bello che vi darà la possibilità di viaggiare e di scoprire altre culture» a parlare è Alessandro Masia «Fare il pasticcere significa dare da mangiare a chi ha già mangiato, dovrete essere attenti all’impatto visivo e al gusto. Prendete il meglio delle critiche che vi faranno per elevarvi e quando vi faranno un complimento guardate chi è più bravo di voi per non montarvi la testa.»
«E’ stata una soddisfazione vedervi rientrarvi dallo stage» commenta Walter Masut «Ho notato il cambiamento su certi piccoli passaggi che ora fate in maniera professionale, questo mi ha emozionato perché molti di voi sono stati miei studenti anche al corso di tecniche di base, vedervi fare questi passi in avanti in così poco tempo è davvero emozionante».

Conclude Renato Dolla «Io sono stato alunno di questa scuola prima di essere docente, mi ricorderò per sempre una frase che mi dissero e che mi colpì particolarmente: “fare pasticceria è il superfluo ed irrinunciabile”: a distanza di anni la ricordo sempre e la porto nel cuore. Questa frase l'ho presa come spunto ed insegnamento, la pasticceria è eleganza, è cercare di dare sempre il massimo, cercate di trasmettere la vostra passione».


Cecilia Tomassi di Palestrina (RM), migliore diplomata del corso e il suo capolaro "dolce"

Riconoscimento speciale per Cecilia Tomassi, miglior diplomato del corso.
Il Corso Superiore di Pasticceria è rivolto ai diplomati degli Istituti Alberghieri, ai diplomati in altri istituti con un'esperienza di almeno 6 mesi di lavoro continuativo in un laboratorio di pasticceria e ai ragazzi con la qualifica del 3° anno di un Istituto Professionale Alberghiero, il compimento della maggiore età e almeno 6 mesi di esperienza lavorativa.
La prossima edizione avrà inizio 21 Aprile 2015.

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.alma.scuolacucina.it
 

Tag: Alma

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner