Anche a Milano si può conoscere l’autentica cucina gourmet del Sol Levante

06/07/2017

di Loredana Fumagalli
Anche a Milano si può conoscere l’autentica cucina gourmet del Sol Levante

A Milano martedì sera 4 luglio in Via Fiori Chiari, ancora più passeggio del solito. Occhi curiosi verso il numero 1a perché lì era iniziato un convivium a tutto bolle italiane targateFerrari Trento DOC, in un locale che ha fatto dell’eleganza discreta ma di sostanza, il suo fascino silenzioso.

Sì perché il ristorante Sushi B è il custode dell’anima tradizionale giapponese: qui l’autentica cucina del Sol Levante rivive la tradizione in chiave innovativa con una minuziosa ricerca gastronomica per la materia prima. Nella Terrazza Giardino circondata da un felicissimo giardino verticale, i calici di Ferrari rosé hanno introdotto a una degustazione semplice e ordinata in cui anche chi vegano o vegetariano è, ha avuto il suo assaggio di gusto di gran classe.

Il Ristorante Gourmet e il Sushi Bar, intimamente raccolti in spazi freschi rilassati nella disposizione degli arredi e dei loro colori, al Sushi B, sono affidati alle mani creative dello chef executive Niimori Nobuya e dei due Sushi Chef Tetsuaki Maruyoshi Takashi Shimazu. Tre diverse realtà legate dal filo comune della tradizione nipponica, ed è a Niimori Nobuya,che è stato dato incarico di narratore dell’idea culinaria che impronta il locale, dalla più rigida impronta nipponica della sua formazione, a quella fusion, con numerose trasversalità di quella italiana.

Anche a Milano si può conoscere l’autentica cucina gourmet del Sol Levante

Attraverso i percorsi degustazione e il menù a la carte, si può scoprire la sua formazione classica dell’arte culinaria del suo paese d’origine, ma con un approccio gourmet di respiro internazionale, nella sperimentazione in ogni piatto di creatività, rigore e tecniche giapponesi. Sbirciando nella carta Menù mi hanno incuriosito i suoi piatti speciali come il “Gyusuji don” Aberdeen angus marinato con soia, sake, mirin, dashi e zenzero, il “Kakuni” di maiale cotto a bassa temperatura per 40 ore, le mazzancolle, okura e "takenoko" marinati, crema di tofu e sesamo con gelatina di "tosatzu".

Niente a che fare dunque con la cucina giapponese fast food che ha invaso i nostri gusti uniformando le preferenze e le richieste. Spirito kaiseki, questo l’ho imparato lì, il concetto chiave per l’esperienza a tavola al Sushi B, affidarsi, avere fiducia nello chef: se vuoi sperimentare fidati, ti verrà proposto un menù di grande cucina composto da nove portate, un’evoluzione di un ordinario pasto giapponese, che all’origine era solo un piatto e tre contorni, in cui l’armonia di gusto si esalta con la composizione estetica fino ad assumere forme vegetali o animali.
 

Sushi B

Via Fiori Chiari 1/a, Milano
02.89092640
info@sushi-b.it - www.sushi-b.it

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner