Arriva a Expo la Festa della Pizza: il Padiglione Russia le dedica il suo tipico "pirog" sabato 20 giugno

Il pirog curata dai cuochi del “Cafè Pushkin” di Mosca sarà dolce

17/06/2015

Arriva a Expo la Festa della Pizza: il Padiglione Russia le dedica il suo tipico "pirog" sabato 20 giugno
Milano Expo 2015. Sabato 20 giugno arriva la Festa della Pizza a Expo. In quest'occasione, si cercherà di battere il record della pizza più lunga del mondo, sfornando una pizza margherita di un chilometro e mezzo lungo tutto il decumano. La pizza, amata in tutto il mondo, è un simbolo riconosciuto dell'Italia.

A un capo del decumano, il Padiglione Russia dedicherà alla Festa della Pizza una pietanza altrettanto simbolica per la Russia: il Pirog. Il pirog, tortino dolce o salato, sempre servito con una farcitura, ha qualcosa in comune con la pizza: il forno a legna. Ma mentre la pizza viene cucinata a temperature molto elevate e in pochi minuti, il pirog, storicamente, cuoce lento e a lungo.

Il pirog proposto questo sabato dalla cucina del padiglione, curata dai cuochi del “Cafè Pushkin” di Mosca, e che verrà offerto ai visitatori del Padiglione Russia, sarà dolce, con diverse confetture di frutti di bosco e mele. Sarà presentato in diverse varianti: come tortino aperto, simile nell'aspetto ad una pizza, oppure con pasta decorata che lo richiude.
Si può dire che il Pirog sta alla base della cucina russa.
Ha infatti origini antichissime e veniva preparato in occasione di festività particolari. La parola stessa “pirog” porta la radice slava “pir”, che significa “festa”: senza pirog la festa non poteva neanche cominciare!

Ancora oggi il Pirog occupa un posto d’onore sulle tavole e non poteva mancare come specialità servita dalla cucina del padiglione, come simbolo dell'ospitalità russa.

Tra le altre pietanze proposte negli assaggi gratuiti presso la Cucina a vista del Padiglione Russia abbiamo:
mercoledì 17 giugno, polentina di miglio;
giovedì 18 giugno, le giornate del pesce russo: halibut, spigola, coregono e omul affumicati su pane nero di Borodinò;
venerdì 19 giugno, frittelle con marmellata di pigne;
sabato 20 giugno, Pirog dolci in occasione della Festa della Pizza
domenica 21 giugno, grano saraceno con cipolla e funghiùlunedì 22 giugno, il rito del tè con biscotti, stuzzichini, caramelle e dolcetti del Tatarstan
martedì 23 giugno, polentina di farro con frutta e miele
mercoledì 24 giugno, giorno della pastila
giovedì 25 giugno, tornano le giornate del pesce russo.
 
 
L'orsetto-matryoshka, la mascotte del Padiglione Russia a Expo Milano 2015,
è stato battezzato: il suo nome è Mishka

Come da programma, nella Giornata Nazionale della Russia il 10 giugno si è chiuso il concorso ed è stato finalmente annunciato il nome ufficiale della mascotte del Padiglione Russia a Expo Milano 2015. Il simpatico orsetto-matryoshka si chiama Mishka, parola che in russo significa “orsacchiotto”.
Il fortunato vincitore a proporre per primo questo nome sarà presentato nei prossimi giorni sui nostri social media.

Nel giorno ufficiale dedicato alla Russia a Expo, dopo la solenne cerimonia di apertura, il Presidente Putin e il Premier Renzi hanno visitato il Padiglione Russia, condividendo molteplici impressioni positive. A conclusione della visita, ad ognuno è stata consegnata un'edizione speciale di Mishka, l'orsetto sempre-in-piedi. Lo stesso Vladimir Putin ha esclamato: "È un orsacchiotto, viene naturale chiamarlo Mishka”.

Mishka ora comparirà su molteplici gadget che saranno presto in vendita al negozio di souvenir. Tra questi, edizioni limitate di Mishka sempre-in-piedi, il giocattolo, e di Mishka matryoshka, composto da tre elementi uno dentro l'altro. Ma anche borse, magliette, felpe, portachiavi, chiavette usb, spille, tazze e calamite.

"Venite a salutare Mishka, la nostra simpatica e colorata mascotte!", questo l'appello della delegazio ne russa presente al Padiglione di Expo Milano.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner