Barack Obama a Roma: all'EXPO 2015 gli USA parteciperanno con iniziative bellissime

Spero di poter tornare presto in Italia, a Milano, per assistere all’EXPO 2015

27/03/2014

Barack Obama a Roma: all'EXPO 2015 gli USA parteciperanno con iniziative bellissime

Roma 27 marzo 2014. Da ieri sera Barack Obama è a Roma. Stamane l'incontro con il Papa in Vaticano, poi il faccia a faccia privato con Giorgio Napolitano e, a seguire, l'atteso bilaterale con Matteo Renzi, fissato Villa Madama per le 14.30 ma iniziato in leggero ritardo.

Dopo un’incontro di quasi un’ora, tra le questioni discusse Ue, sicurezza, Russia, temi economici, jobs act e l'Expo 2015, il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e il Premier italiano Matteo Renzi si sono presentati di fronte ai giornalisti per la conferenza stampa di chiusura.

Parla prima Matteo Renzi poi prende la parola il Presidente degli Stati Uniti che a proposito dell'Esposizione Internazionale di Milano dice: “Sarò felice di venire a Milano per Expo 2015, sono molto fiero di annunciare che gli Stati Uniti parteciperanno all’Expo e assieme ai nostri alleati avremo un padiglione stupendo dove potremo mettere in mostra la nostra agricoltura, l’innovazione, la nutrizione, per aiutare la gente nel mondo. So che l’Expo di Milano è una mostra di grande importanza, ci sono molti volontari che fanno parte del mio staff che vogliono venire a Milano, faranno questo sacrificio, per venire a vedere negozi e ristoranti così belli. Gli USA -ha detto Obama- parteciperanno con iniziative bellissime".
 

Ministro Martina: adesione Usa è segnale dell’importanza strategica dell’Expo Milano

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che il Ministro Maurizio Martina ha partecipato oggi all’incontro “Milan Expo and Transatlantic Economic Ties” presso l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma.
L’appuntamento è stato l’occasione per ufficializzare la partecipazione degli USA a Expo Milano 2015.

Alla presentazione dell’accordo erano presenti, tra gli altri, anche il Segretario di Stato Usa, John F. Kerry, il Ministro degli Esteri, Federica Mogherini e il Commissario unico per Expo 2015, Giuseppe Sala.
“Sono orgoglioso – ha affermato il Ministro Martina – del risultato raggiunto oggi per Expo con l’ufficializzazione della partecipazione degli Stati Uniti, perché si tratta di un riconoscimento importante per la manifestazione e per l’Italia. Siamo convinti che il contributo in termini di contenuti al dibattito che verrà da un protagonista così importante all’interno dello scenario globale, non potrà che arricchire il confronto. Credo che vadano proprio in questo senso le parole di oggi del Presidente Obama e del Segretario Kerry sull’opportunità di Expo”.

 

Il Segretario di Stato Usa, John F. Kerry, Giuseppe Sala  e i ministri del Governo italiano
durante l’incontro “Milan Expo and Transatlantic Economic Ties”

I punti salienti dell'intervento del Presidente Obama:
 

Buon pomeriggio, grazie Renzi per le sue parole intrise di gentilezza. Vi ringranzio per averci accolti. Abbiamo trascorso un po’ di tempo insieme con i nostri amici italiani, ed è sempre un piacere.
La giornata è iniziata con un grandissimo onore: conoscere Papa Francesco. Sono commosso e grato di aver avuto la possibilità di confrontarmi con lui. Sono rimasto colpito dalle sue riflessioni sulla prospettiva morale con cui risolvere i problemi morali. é stupendo essere qui a Roma.

La riunione con Renzi è stata interessante. Avevo avuto l’opportunità di conoscerlo quando era Sindaco e adesso lo ritrovo e lo invito come Primo Ministro.

Sono felice di aver potuto avere un colloquio con un grande personaggio e amico come Giorgio Napolitano.
Vorrei dire all’Italia: gli Stati Uniti sono con voi. Sono colpito dall’energia e dalla voglia di Matteo. Le riforme saranno positive non solo per l’Italia, ma per tutta l’Europa.
Abbiamo parlato della situazione in Ucraina e siamo felice di affermare e vedere una grande coalizione internazionale contro una violazione dei diritti.
L’Ucraina non sarà lasciata sola dal punto di vista economico. L’Ucraina può intraprendere il cammino già intrapreso da altri Paesi verso riforme democratiche. Ci saranno milioni di dollari di assistenza che permetteranno loro di migliorare e stabilizzare il Paese. Gli Stati Uniti faranno la loro parte.

Stati Uniti ed Europa continueranno a imporre sanzioni sempre più dure contro la Russia se deciderà di proseguire su questo cammino.
Ringrazio il Primo Ministro e il Presidente della Repubblica per il loro impegno a fianco della NATO. Gli italiani si sono sempre dimostrati grandi alleati: in Kosovo, in Libano e in tutte le situazioni importanti di lotta al terrorismo.

Dobbiamo promuovere una ripresa economica e dar lavoro ai giovani, non solo a livello interno, ma con un’alleanza atlantica che favorirà la crescita.

Voglio ringraziare Renzi per il lavoro che sta facendo per le imprese italiane. Gli Stati Uniti vi sosterranno sempre in questo senso. A livello globale l’Italia ha svolto un ruolo fondamentale in Libia, vogliamo ristabilire l’ordine e la pace. Il mondo apprezza il ruolo dell’Italia nella distruzione di sostanze chimiche pericolose. Questo è solo un esempio di come collaboriamo.

Sarò felice di venire a Milano per Expo 2015, sono molto fiero di annunciare che gli Stati Uniti parteciperanno all’Expo e assieme ai nostri alleati avremo un padiglione stupendo dove potremo mettere in mostra la nostra agricoltura, l’innovazione, la nutrizione, per aiutare la gente nel mondo. So che l’Expo di Milano è una mostra di grande importanza, ci sono molti volontari che fanno parte del mio staff che vogliono venire a Milano, faranno questo sacrificio, per venire a vedere negozi e ristoranti così belli. Gli USA parteciperanno con iniziative bellissime".

Ringrazio ancora il Primo Ministro Renzi per la sua amicizia e la sua leadership. Sono sicura che le nostre Nazioni potranno solidificare ancora i loro rapporti.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner