Bellavista cantina dell'anno per guida Gambero Rosso

01/11/2016

Paolo Cuccia,  Vittorio Moretti e Thierry DesseauvePaolo Cuccia, Vittorio Moretti e Thierry Desseauve
Paolo Cuccia, Vittorio Moretti e Thierry Desseauve
Bellavista, azienda vinicola franciacortina capofila del gruppo Terra Moretti con cantine firmate da archistar tra Erbusco (Brescia) e Toscana, è stata designata "Cantina dell'anno" dai curatori della guida "Vini d'Italia 2017", presentata a Roma dal Gambero Rosso.

Quest'anno per l'ambita lista dei "Tre bicchieri" sono stati prescelti 429 grandi vini provenienti: 80 dalla Toscana, 75 dal Piemonte, 38 dal Veneto, 27 dall'Alto Adige, 26 dal Friuli Venezia Giulia, 22 dalla Lombardia e dalla Campania, 21 dalla Sicilia, 20 dalle Marche, 14 dall'Emilia Romagna, 12 dall'Abruzzo, dalla Sardegna e dalla Puglia, 10 dall'Umbria e dal Trentino, 7 dal Lazio, 6 dalla Valle d'Aosta e dalla Liguria, 4 dalla Basilicata, 3 dalla Calabria, 1 dal Molise. Le aziende che hanno ottenuto un punteggio "Tre bicchieri" dieci o più volte ottengono una o più stelle. Ai vertici tra queste c'è Gaja con 6 stelle; Ca' del Bosco con 4; La Spinetta, Elio Altare - Cascina Nuova, Allegrini, Castello di Fonterutoli, Valentini con 3. 

"Sono particolarmente orgoglioso per questo premio, che costituisce in primo luogo un riconoscimento al Franciacorta e alla Franciacorta, a tutti gli imprenditori che come me hanno creduto in questa terra e nelle sue potenzialità", ha commentato Vittorio Moretti, che dal 2016 è anche presidente del Consorzio per la tutela del Franciacorta. "Ma, insieme, il premio "Cantina dell'anno 2017" del Gambero Rosso è anche un riconoscimento alla mia famiglia, che ora trova in mia figlia Francesca l'emblema di un presente che si rinnova costantemente guardando al futuro, oltre che all'enologo Mattia Vezzola, che ha saputo dare un'identità precisa alla nostra cantina e ai suoi vini".

Il premio "Miglior rapporto Qualità Prezzo" va all'ottimo Pecorino '15 dell'abruzzese Tiberio, mentre il Viticoltore dell'Anno è Aimone Vio, un vigneron ligure di grande talento passione. 
La Cantina Emergente è la chiantigiana Istine. Il premio per la Viticoltura Sostenibile, infine, premia la cantina Roccafiore dell'Umbria. 

"Il Gambero Rosso festeggia con estrema soddisfazione la trentesima edizione della Guida Vini d'Italia, l'unica tradotta anche in tedesco, inglese, cinese e giapponese. - ha concluso il presidente Paolo Cuccia - In questi anni il vino italiano ha posto le basi per successi duraturi nella qualità, oggi riconosciuta a livello mondiale"
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner