Biglietti per Expo: Obiettivo 4 milioni venduti prima dell'estate - Si inizia con la BIT

Expo, Bit, Explora: il turismo una partita fondamentale per l'Expo 2015

04/02/2014

Biglietti per Expo: Obiettivo 4 milioni venduti prima dell'estate - Si inizia con la BIT

Milano febbraio 2014. Notizie ai margini della presentazione della Borsa Internazionale del Turismo che si svolgerà alla Fiera di Rho-Pero dal 13 al 15 febbraio.

Expo, Bit, Explora: quella del turismo è una partita fondamentale per l'Expo 2015 che si avvicina sempre più. L'ambizioso obiettivo gli organizzatori di Expo 2015 è quello di vendere 4 milioni di biglietti “entro l’estate”: arrivare cioè a 24 milioni di biglietti venduti per 20 milioni di visitatori, di cui una percentuale che varia dai 6 agli 8 milioni provenienti dall’estero.

Questo il pronostico di Giuseppe Sala durante la presentazione, nei giorni scorsi, della partnership tra Expo 2015 e la Bit.
“Dobbiamo il possibile arrivare all’evento senza dover vendere biglietti, al massimo solo il 25% di visitatori dovrebbe arrivare senza ticket – ha spiegato Giuseppe Sala (il primo sx nella foto, poi, Pisapia, Sangalli e Pazzali) -. Tra marzo e aprile fisseremo prezzi e tipologia, orari di apertura diurni e serali, più diversi altri dettagli, quando annunceremo anche i rivenditori autorizzati. Entro questo primo trimestre dell’anno conto di avere idee chiare sul numero significativo di biglietti collocati”. Sala ha precisato che attualmente è in corso la “fase di dialogo con i tour operator” italiani (uno è stato già annunciato: Alessandro Rosso Group) e internazionali, questi ultimi attraverso l’ausilio di Enit, con il quale Expo partecipa alle fiere incontrando gli operatori. Per quanto riguarda i biglietti propriamente, a questa “fase” seguirà quella retail vera e propria.
“L’obiettivo è non solo vendere Expo, ma l’Italia nel mondo, dunque lavoriamo con Enit e stiamo riscuotendo un grande successo”.

In questo contesto s’inserisce la partecipazione all’imminente fiera milanese del turismo – Bit, da giovedì 13 a sabato 15 febbraio– in uno spazio con la Regione Lombardia, il cui assessore al Turismo Alberto Cavalli ha ricordato le iniziative di finanziamento per la riqualificazione degli esercizi attraverso i 100 milioni di fondi di Lombardia Concreta, la campagna pubblicitaria e la nuova destination management organization (Dmo) Explora che dovrebbe in questi giorni avere completato la scelta della squadra.

Mille tour operator verranno da tutto il mondo per incontrare Expo - ha aggiunto l’ad di Fiera Milano, Enrico Pazzali - e «preparare» pacchetti turistici da vendere in tutti gli angoli del pianeta.

Pisapia: inserire Expo nei pacchetti

“Il settore turistico è la nostra grande chiave di volta e queste giornate si preparano a dimostrarlo, con operatori di oltre 100 Paesi nel mondo, e con un protagonismo forte dei Paesi che partecipano ad Expo, oggi saliti a 142 – ha detto il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia -. Milano, con i suoi 20 milioni di visitatori attesi per Expo, dei quali 6-8 internazionali, sarà un volano eccezionale per il turismo in tutta Italia. Tutto questo servirà a rilanciare l’economia e l’occupazione, sia nel periodo dell’Esposizione che negli anni seguenti. Sono infatti previsti complessivamente circa 200 mila nuovi posti di lavoro. La nostra città sta facendo ogni sforzo perché ci sia un turismo in crescita anche nel dopo Expo, potenziando i suoi punti di forza: turismo congressuale, moda, design, cultura. Lo stesso devono fare i distretti turistici italiani e molti sono già attivi con eventi correlati ad Expo”.
Fondamentale per il sindaco, in questa fase della commercializzazione dell’evento “inserire Expo in modo sempre più incisivo nei pacchetti turistici, dare la possibilità a che verrà nel nostro Paese di fare una vera Expo-experience, come parte di un viaggio di piacere, di formazione e di informazione.
Dobbiamo avere il coraggio e l’entusiasmo di mettere Expo al centro di un rinnovato “Viaggio in Italia”, quello che ha affascinato i viaggiatori di ogni tempo, e che deve tornare ad affascinare il mondo”.

"Explora - ha detto Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano - è un motore innovativo del sistema turistico milanese e lombardo che sta facendo il suo debutto in Cina. Il suo compito è quello di promuovere il sistema turistico milanese e lombardo proponendo prodotti turistici mirati , sostenendo e integrando l'attività dei nostri operatori turistici che proporrano l'offerta ai tou operator mondiali. Sarà una delle principali eredità di Expo".
Expo al centro di Bit, ma anche Italia a tutto tondo perché il turismo mondiale è un mercato che nel 2013 ha superato la soglia di un miliardo di clienti ed è cresciuto del 5%, pari a 52 milioni di nuovi viaggiatori. Un mercato che secondo le previsioni del’Unwto, l’Organizzazione per il turismo delle Nazioni Unite, crescerà ancora nel 2014 del 4-5%. Aumentano le persone che si spostano in vacanza per il pianeta e cresce la spesa media procapite. Il turismo internazionale cresce e l’Italia resta una delle mete più desiderate ma deve recuperare appeal e competitività.

Per informazioni: www.bit.fieramilano.it

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner