Brina Food: una macchina, infinite opportunità

Non è gelato, ma una piccola rivoluzione nel settore alimentare... che parla bolognese

16/04/2014

Brina Food: una macchina, infinite opportunità
Questo è un nuovo capitolo di quel genio tutto nostrano che continua a stupire. Perché vede, pensa, immagina e alla fine crea, anche partendo dagli elementi più disparati. Che si fa apprezzare in Italia e nel mondo, per la qualità e l'innovazione che riesce ad esprimere. Questa è la storia di Brina Food e dei suoi creatori. Due ingegneri meccanici uno modenese e l’altro bolognese, operativi nel settore della motoristica, determinati a portare una 'fresca' ventata di novità nell'ampio ambito dell'alimentare destinata a lasciare il segno.

Loro sono Davide Fontanesi e Stefano Bastia che, folgorati dallo show cooking, ovvero la preparazione del cibo sotto gli occhi attenti del cliente - cosa normale in estremo Oriente, ma ben più rara da noi – hanno realizzato una macchina finalizzata all'utilizzo del medesimo procedimento. Ribaltato però: anziché a caldo i cibi vengono lavorati col freddo polare, fino a -35° sotto zero. Quasi incredibili le mousse, le creps di yogurt con frutta fresca, i gelati e i cocktails che si riescono ottenere in pochissimi secondi, da prodotti naturali senza alterazione alcuna dei sapori...

La nostra mission è sviluppare, produrre e commercializzare macchine innovative nel settore alimentare della piccola ristorazione, sia a livello nazionale che internazionale. Brina food è al servizio di clienti ed è in grado di realizzare customizzazioni di prodotti e servizi.
Brina food è un'azienda competitiva sia a livello qualitativo che economico ed ha dalla sua parte le caratteristiche innate del Made in Italy: fantasia, creatività, eleganza, dinamicità, versatilità.

Le macchine  trasformano in modo innovativo, grazie l’ausilio di comuni spatole, innumerevoli tipologie di alimenti in gustose e piacevoli fredde mousse. Il tutto con ingredienti freschi di stagione scelti al momento e sotto gli occhi incuriositi del pubblico. Diversi sono i modelli che propone, facili da posizionare ed utilizzare, da quello per servizi di catering (modello SD), eventi all’aperto od uso privato (modello SB1) a quelli da incasso per banchi espositivi e da lavoro (modello SB3).
 

Qualche delucidazione sul funzionamento...


Anzitutto occorre uno chef . Ne abbiamo uno molto in gamba (Chef Alessandro Varenna) che collabora con noi rimasto letteralmente ammaliato dalle potenzialità di questo strumento. Con una nostra macchina a sua disposizione dà sfogo alla sua fantasia creando ricette che poi realizza con lo show cooking. Ha già sviluppato all'incirca 25 ricette alla cui base ci sono anche i prodotti tipici del nostro territorio come il Lambrusco, il Parmigiano Reggiano, la mortadella, etc... Si usano soltanto prodotti naturali o di derivazione naturale scelti al momento direttamente dal cliente - come dire: “non c'è trucco, non c'è inganno”.

Abbattendo la temperatura e lavorando il prodotto con l’utilizzo di spatole per pochi minuti, si crea una sorta di mousse fredda ma non gelata, che assomiglia ad un gelato ma non lo è. In altre parole: il prodotto viene prima reso liquido tramite un semplicissimo frullatore o mixer, versato sulla piastra di Brina Food dove si brina in modo quasi istantaneo mentre viene lavorato a spatola; si crea una mousse omogenea senza il minimo cristallo di ghiaccio poiché la temperatura scende talmente in fretta che l'acqua contenuta nell'alimento non fa in tempo a dividersi dalle sue fibre.

Man mano che procediamo nell'affinamento dei macchinari Brina Food scopriamo caratteristiche che paiono essere brevettabili, ragione che ci ha già indotto ad intraprendere anche l'iter procedurale per la brevettabilità”.
 

Una macchina da infinite possibilità dunque...


"...il cui limite è solo per ora la fantasia dato il suo prestarsi e la sua versatilità per ogni tipo di prodotto dolce o salto che sia, come dal punto di vista della sua collocazione: dal chiosco sulla spiaggia, al ristorante; dal bar alla yogurteria, fino alla gelateria. E che comincia avere anche mercato. Abbiamo già soddisfatto le prime commesse provenienti da Malesia, Messico ed Australia. Mentre le prossime sono destinate al Brasile".
 

Box


Brina Food è praticamente sita sul confine tra le province di Modena a Bologna. Le macchine sono prodotte in collaborazione con Officine Piccinini Group di San Giovanni in Persiceto e la ditta Elettromontaggi di Sant'Agata Bolognese, aziende specializzate nella tecnologia del freddo e nell'elettronica.

La progettazione delle macchine viene effettuata nel massimo rispetto per l'ambiente in termini di: consumi energetici contenuti; l'utilizzo di materiali a basso impatto ambientale; l'utilizzo di sostanze non inquinanti; la realizzazione di prodotti ecocompatibili.

Tutti elementi che spiegano il successo in così breve tempo.
 

Brina Food s.r.l

Via F. Parri,1 - 40017 San Giovanni in Persiceto (BO) Italy
Tel. 335 7698180
www.brinafood.com
mail: info@brinafood.com

Galleria immagini

Brina Food: una macchina, infinite opportunità
Brina Food: una macchina, infinite opportunità
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner