Campi da Sapere by Alce Nero: un viaggio nel biologico e nella sana nutrizione

30/06/2016

Dott. Franco BerrinoDott. Franco Berrino
Dott. Franco Berrino

Campi da Sapere, l'iniziativa ideata da Alce Nero in collaborazione con l'associazione La Grande Via fondata dal Dott. Franco Berrino, epidemiologo dell'Istituto dei tumori di Milano, di cui ha diretto per anni il reparto di medicina preventiva studiando in particolare il rapporto fra alimentazione e salute, farà tappa il prossimo 17 luglio all'Azienda Agricola Selvello, in Località Selvello del Maiani, in provincia di Grosseto.

Campi da Sapere è un progetto che unisce la conoscenza dei luoghi di coltivazione a quella di un cibo sano e di una corretta nutrizione.
Un viaggio lungo un anno, un percorso in 5 tappe in tutta Italia che si concluderà a giugno 2017 con l’obiettivo di portare le persone direttamente nei campi, favorire un incontro diretto con gli agricoltori e i produttori che ogni giorno li coltivano, e far sperimentare al pubblico non solo la qualità del prodotto finale ma anche il grande impegno e l’autenticità dello sforzo di ricerca e di controllo che sono alla base della produzione biologica firmata Alce Nero.

Le tappe del viaggio che prevede sempre un incontro fra il pubblico, il grande divulgatore, il presidente di Alce Nero e i responsabili della produzione, saranno scandite dal ritmo delle stagioni. L’idea che è alla base del progetto è che si possa nutrirsi in modo consapevole ricavandone piacere, salute, benessere e che lo stile alimentare semplice e salutare torni nel nostro quotidiano aiutandoci a vivere meglio e più in sintonia con l’ambiente che ci circonda.

Campi da Sapere by Alce Nero: un viaggio nel biologico e nella sana nutrizione

L'azienda agricola Selvello si estende su una superficie di oltre 160 ettari di cui 122 a frutteto ( pere , mele, albicocche e susine ) . Qui il pubblico, il 17 Luglio a partire dalle ore 18.30, potrà partecipare gratuitamente alla conversazione con il Dott. Berrino, alla visita dei campi e alla degustazione di frutta e prodotti a base di frutta. L'azienda, socia del gruppo Alce Nero, è il risultato della conversione di terreni in cui fino al 2001 venivano praticate colture estensive come grano e girasole. La prima produzione di frutta biologica risale al 2003. Da allora si pratica la potatura e la raccolta manuale, le piante vengono trattate esclusivamente con prodotti di origine naturale, come rame e zolfo, la concimazione è a base di prodotti organici mentre il contenimento delle erbe infestanti è controllato intervenendo con semplice trinciatura meccanica.

Per partecipare è necessario prenotare telefonando al numero 051 6540200, http://www.alcenero.com

La tappa successiva è prevista il 13 ottobre in Puglia alla scoperta degli ulivi secolari e dell'olio extravergne di oliva.


Il commento di Lucio Cavazzoni Presidente di Alce Nero: “Quando abbiamo iniziato, il nostro impegno era tutto finalizzato all’esclusione delle chimica dai processi di coltivazione. Ci concentravamo sul suo abuso, nelle terra e nei prodotti. Nel tempo, quando la nostra gamma di referenze è aumentata, e si è differenziata, abbiamo aggiunto l’assoluta attenzione agli ingredienti che sceglievamo: l’esclusione certamente di quello che il regolamento del biologico vieta, ma andando oltre ed escludendo ad esempio anche aromi, addensanti, pectina e olio di palma. Questo perché volevamo che il nostro prodotto fosse l’espressione della sua origine, non mascherata o camuffata. Ci siamo accorti poi che non bastava, che le modifiche degli ultimi 50 anni sui cibi e le varietà colturali erano tali e tante che l’attenzione doveva ancora andare oltre: non “solo” gli aspetti nutrizionali (ingredienti e quindi anche bilanciamento tra proteine, carboidrati, sali e zuccheri..) ma la salute a tutto tondo. Nasce da questa consapevolezza la nostra relazione con il Dott. Franco Berrino, vicina alla certezza che sia necessario ritrovare un equilibrio tra Uomo e Terra, sapendo che ciò che fa bene all’uno fa bene anche all’altro”.

ALCE NERO

Alce Nero è il marchio di oltre mille agricoltori e apicoltori biologici, impegnati, dagli anni ’70, in Italia e nel mondo, nel produrre cibi buoni, sani e che nutrono bene. I prodotti biologici Alce Nero nascono da un’agricoltura che si fa custode della terra, rispettandone ogni componente, che sia vegetale, animale o umana. Nessun utilizzo di sostanze chimiche di sintesi come pesticidi ed erbicidi, scelta di terreni vocati, lavorazioni che esaltano le caratteristiche organolettiche e nutrizionali delle materie prime: questi i criteri che contraddistinguono il marchio Alce Nero. Al centro il sapere degli agricoltori, un patrimonio prezioso che si riflette in ogni ingrediente, dal pomodoro naturalmente ricco di licopene, al grano Senatore Cappelli con il suo stelo lungo, fino all’olio extravergine di oliva. Le oltre 250 referenze Alce Nero si possono acquistare in circa 30 paesi del mondo, in Europa, Asia, America e nel negozio online: www.alceneroshop.com

LA GRANDE VIA

La Grande  Via  è  un’Associazione  fondata  da  Franco  Berrino,  Luigi  Fontana  e  Enrica Bortolazzi allo scopo di favorire iniziative volte a: promuovere la salute, il benessere e la longevità,  prevenire  le  malattie  croniche    e  l’invecchiamento  accelerato  dell’organismo, ristabilire lo stato di salute  in pazienti che sono stati colpiti da patologie croniche  associate a scorretti stili di vita. I fondatori Franco Berrino  (70 anni) e Luigi Fontana (45 anni) sono medici ricercatori di fama mondiale che hanno dato un importante contributo alla ricerca scientifica sulle cause, sulla prevenzione e sulla prognosi delle malattie croniche  e sui meccanismi attraverso cui gli  stili  di  vita  influenzano  la  salute  e  la  longevità, oltre che sulla sopravvivenza dei malati di tumore in Europa.  Enrica  Bortolazzi  ha  contribuito  con iniziative  editoriali  e  organizzazione  di  eventi  a  promuovere  la  consapevolezza  di  temi spesso ignorati come l’empatia, la compassione e l’etica. “La  Grande Via”  nasce  con  l’intento  di  creare  un movimento  che  riduca  il  numero  delle persone    che  soffrono  di  patologie  croniche    attraverso  strategie  preventive  in  cui  gli individui  possano  partecipare  “attivamente”  a  metter  in  atto  gli  interventi  necessari per rallentare i processi d’invecchiamento e mantenere l’organismo  in salute ristabilendo un equilibrio che permetta di rimanere fisicamente e mentalmente sani, felici, indipendenti e socialmente attivi sino in tarda età. Si può giungere a morire serenamente, da vecchi, senza malattie. www.lagrandevia.it

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner