Cibus 2014 (dal 5 all'8 maggio a Parma) scalda i motori e guarda ad Expo 2015

Il Fuorisalone di Cibus, animerà la città di Parma per ben sei giorni dal 5 all'8 maggio

28/04/2014

Cibus 2014 (dal 5 all'8 maggio a Parma) scalda i motori e guarda ad Expo 2015

Cibus si avvia verso la sua 17esima edizione che sarà inaugurata lunedì 5 maggio (fino a giovedì 8 maggio) alla presenza del ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina.

Per la principale fiera italiana del made in Italy alimentare (la terza fiera alimentare al mondo con l'obiettivo di risollevare le sorti della produzione alimentare made in Italy) sono attesi più di 60mila operatori, tra new entry e ritorni (Nestlè, Lactalis), italiani e stranieri.
Mille top buyer da cento Paesi da tutto il mondo. La presentazione a Milano.

Export prima di tutto
E l’organizzazione guarda già al 2015 e all’Expo di Milano, dove le Fiere di Parma sono riuscite a ritagliarsi due padiglioni insieme a Federalimentare. Per questo la parola chiave dell’edizione 2014 di Cibus non può che essere export. Soprattutto perchè alle spalle c’è il 2013, l’anno più difficile della storia dell’industria alimentare, con un -0,7% della produzione alimentare, che sommato agli anni precedenti arriva a un -3,4%.

Le novità dell'edizione 2014
A Cibus 2014 si svolgerà l’evento Barilla sul Protocollo di Milano ideato dalla Fondazione Bcfn: l’accordo mondiale su cibo e alimentazione in vista di Expo 2015 sulla falsariga del Protocollo di Kyoto.
Ma le novità di questa edizione non finiscono qui: la prima giornata dura fino alle 21 su richiesta degli operatori, mondo dolciario integrato all’area grocery, un focus sul padiglione dei territori, particolare attenzione al commercio al dettaglio con un padiglione dedicato, alle produzioni biologiche, gluten free, halal e kosher. Show-cooking ed esibizioni culinarie dal vivo col partner tecnico Alma, la Scuola internazionale di cucina italiana di Colorno (Parma).


"La Cucina Italiana nel Mondo verso l'Expo 2015" protagonista a Cibus con "Panino da Re" nello stand del Consorzio del Prosciutto di Parma
La kermesse internazionale de La Cucina Italiana nel Mondo, che gode del patrocinio dell'Expo 2015, e che vede anche Cibus tra i collaboratori, sarà presente a Cibus in maniera speciale, con una super anteprima de Il Panino da Re, una gustosissima performance inserita nella più ampia iniziativa promossa in tutto il mondo da INformaCIBO che vede Main sponsor il Consorzio del Prosciutto di Parma, Consorzio Parmigiano Reggiano e Fabbri 1905.


Alle Fiere di Parma, per tutta la durata di Cibus (5-6-7 maggio), nello stand del Consorzio del Prosciutto di Parma tre grandi Chef si cimenteranno nella preparazione di un Panino da Re con il Prosciutto di Parma.
Nei prossimi giorni uscirà uno SPECIALE INFORMACIBO con le ricette degi chef stellati che saranno protagonisti, nello stand del Consorzio di tutela, del PANINO DA RE!

(qui altre notizie)
 


Cibusland: il Fuori salone delle Fiere di Parma
Fuorisalone di Cibus, animerà la città di Parma per ben sei giorni dal 5 all'8 maggio. Parma diventa il Centro Food and Beverage. Made in Italy & Italian Style con degustazioni, aperitivi, food&beverage, mostre, presentazioni di libri, ed eventi-sorpresa. La lounge After Cibus riservata a visitatori ed espositori verrà allestita a Palazzo del Governatore. (Cibusland su INformaCIBO)

I programmi di Fiere di Parma per il 2015
E intanto si pensa già il 2015 quando le Fiere di Parma s’incroceranno con l’Esposizione universale di Milano. Con due padiglioni gemelli di circa 1.500 metri quadrati l’uno, collegati da una passerella larga otto metri: questo il progetto di Federalimentare e Fiere di Parma. Una vetrina per farsi conoscere al mondo battezzata Federalimentare 4Expo: tre piani dedicati all’esposizione di aziende, una sala conferenze da 1.500 posti. Nove percorsi alimentari associati ad altrettanti colori per indicare i settori chiave dell’industria alimentare. Per adesso, però, è solo un progetto perchè bisogna trovare 20 milioni di euro in 60 giorni. Due milioni sono già stati messi sul tavolo dalle Fiere insieme a uno sponsor istituzionale storico che però viene tenuto anonimo.

Cibus 2014 tra novità ed eventi collaterali (Video su Gazzetta di Parma)
 

Le tante novità presenti a Cibus
 

Cresce la passione degli italiani per l’arte del cucinare in casa e, contemporaneamente, per i cibi biologici e salutistici: una domanda alla quale l’industria alimentare sta rispondendo con la creazione di nuovi prodotti. Non a caso saranno centinaia le novità che verranno presentate alla 17° edizione di Cibus. Elencare le diverse centinaia di nuovi prodotti che verranno presentati per la prima volta al pubblico nel corso di Cibus 2014 è impossibile, ma una selezione, necessariamente parziale, di 100 prodotti sarà pubblicata sul sito http://www.cibus.it, in prima pagina, nella rubrica “Novità di prodotto - Le aziende informano”, a partire da lunedì 28 aprile.

Per dare almeno una traccia delle tendenze di mercato, citiamo qualche esempio.

Loison a Cibus Pad. 6 stand D4 

Per l'appuntamento di Cibus Loison, la casa artigianale della grande pasticceria italiana, sarà presente al pad. 6 stand D4 per mostrare in anteprima le Novità Natale 2014 e Pasqua 2015 nel superbo Spazio Loison: una Pasticceria Italo-Francese, nata dal connubio di queste due grandi culture, un ambiente in cui tutto concorre a trasmettere dolcezza e calore.

Per leggere la presenza di Loison a Cibus clicca QUI.

Per vedere lo Spazio Loison di Cibus, clicca QUI e QUI


NUOVI PRODOTTI PER LA CUCINA IN CASA
Per chi vuol mangiare bene, ma ha poco tempo per cucinare, ecco 7 piatti con ricette del noto chef Vissani, pronti in due minuti, e corredate di consigli per l’abbinamento del vino: una su tutte, la crespella toscana al cavolo nero con salsa alle banane e curry rosso (Gastronomia Toscana).

Tanti i suggerimenti per chi si cimenta ai fornelli: dalla crema di aceto balsamico di Modena con salsa tabasco, da usare su carne e pesce (Fini) alle perle di aceto balsamico di Modena per la cucina (Mengazzoli); dai dadi da brodo declinati al pomodoro, peperoncino, spinaci, gamberetto (Fattoria Italia) al pesto genovese fresco con tartufo bianco (Tab GreenLine); dal pesto con broccoli, alla pugliese (Costaligure) alla salsa di pomodorini datterini, più dolce (Mutti). E per i gourmet una nuova confezione di cinque bocconcini di culatello più pratica da servire (Terre Ducali), il culatello cotto da cosce suine del suino pesante padano (Ibis Cremonini) ed il preparato di tartufi specifico per il sushi (Urbani Tartufi).

E poi ancora, arriva il parmigiano da spalmare sul cucinato o semplicemente sul pane (Parmareggio) e le sfoglie sottili di formaggio stagionato in vaschetta, da usare su pasta, carpacci e insalate (Nitti Ferrari). E per cucinare una pizza tradizionale a casa, ecco il Kit fai da te preparato dai Maestri piazzaioli che spiegano tutto, da come regolare il forno fino ad ogni singolo passaggio necessario per un buon risultato (Sapori Antichi).

Novità per gli amanti della cucina anche tra i prodotti surgelati, come le fette di mozzarella già pronte (Alifood) ed il gorgonzola al tartufo (Selektia Italia).

Nel dolciario vengono proposte le perle di caffè da usare sul gelato, ma anche in cucina (Taurocaf), e il kit per “sferificare” nel mondo del dessert: i liquidi vengono trasformati in sfere, attraverso prodotti naturali, la cui struttura, liquida all’interno, si presta alla preparazione di dessert e cocktail molecolari (Fabbri). E per un caffè diverso dall’espresso, arriva la macchinetta a capsule per fare il caffè americano (Segafredo Zanetti).

NUOVI PRODOTTI SALUTISTICI
Si annuncia una rilevante presenza dei prodotti biologici tra gli stand di Cibus 2014: dalle uova fresche bio, da galline alimentate con cereali a filiera controllata (Alce Nero) alla pasta di riso bio, da coltivazioni con metodi sostenibili, senza glutine e con basso contenuto di sodio (Riso Viazzo); dai savoiardi bio (Lanaittu) alle piadine bio (Natural Food); dalla mousse di mele bio (Ad Chini) al burro al tartufo bio (Calugi), fino alle salse per contorni o aperitivi che non utilizzano l’olio (Ponti).

Al di là del biologico, cresce anche l’offerta di prodotti salutistici: dal burro senza lattosio (Dalla Torre) alla robiola e il caprino senza lattosio (Latteria Montello); dalla bresaola a basso contenuto di sodio (Venus Paganoni) ai grissini fatti con farina di farro e cereali (Grissin Bon); dal chinotto senza zucchero e a zero calorie (Neri) al ragù bolognese rivisitato in chiave naturale con soia e verdure e il pesto con Tofu (Biffi); dalla pasta preparata con acque oligominerali, direttamente trasferite dalla sorgente (Dal Verde) agli spaghetti “turanici” realizzati con un grano antico trattato biologicamente, con poco glutine (Mancini).

Nel campo dei dolci ecco un preparato per fare marmellate a casa senza zucchero, a base di dolcificante Stevida (Novarese Zuccheri), e poi il gelato al sorbetto pieno di frutta (Valsoia) o il semifreddo congelato di crema al croccante gluten free (La Donatella). Tra le bevande, viene proposto il succo di frutta con aggiunta di latte (Parmalat).

Per la merendina dei bambini viene presentato un kit studiato dai nutrizionisti contenente uno snack di parmigiano, grissini e frullato (Parmareggio).
Per gli appassionati di “super alimenti” con nutrienti essenziali concentrati: le barrette biologiche crude con frutta secca e noci; i cereali per la prima colazione a base di grano saraceno germogliato e frutta secca (Ambrosiae).

Altre novità......
E naturalmente, al di là dei prodotti per la cucina fai da te e i prodotti salutistici, sono tante le novità in ogni comparto.

Nel settore dei prodotti da forno, per esempio vedremo le focacce in monoporzione snack (Barilla) e nuove referenze di pan soffice, grissini, cracker e tarallini con grano duro tenero, kamut e saraceno (De Cecco).
Nel comparto dell’olio, l’olio biologico in bag in box, la confezione con rubinetto che non si ossida da tempo utilizzata per il vino (Frantoio D’Orazio Picicco) e l’olio extra vergine in spray, che riduce gli sprechi (Limoni Sicilia), le vinaigrette all’aceto balsamico, arancia e lime, pomodori secchi e cipolla e scalogno (Monini).
Ci sarà Verde Abruzzo della Tenuta Fragassi di Gianni Fragassi con il suo eccellente Olio extravergine e non manca in questo stand la “Pera d'Abruzzo”, una imperdibile Passata di Pomodoro “figlia della terra abruzzese”.

Tra i formaggi le vaschette di formaggio fresco spalmabile (Strakì Sterilgarda) con crema di latte e quello con fermenti lattici vivi e calcio (Galbani). E ancora: le zuppe di verdura in bicchiere, dalla vellutata di carote al passato di verdure (Euroverde), le panelle prefritte surgelate, a cottura rapida (Cgm), la camomilla a infusione diretta in acqua minerale (Rocchetta).
A Cibus verrà presentata anche una nuova Dop: il formaggio Puzzone di Moena (Consorzio Trentino).

A CIBUS nell'area bollicine con Luca Maroni anche l'Azienda Agricola Odoardi
L'Azienda Odoardi a vocazione vitivinicola ed olivicola con 500 anni di vita spesi nella crescita del territorio e nella continua ricerca di innovazione e affinamento per i prodotti che la caratterizzano sui mercati di tutto il mondo, ha appena lanciato una nuova etichette presentata all'ultima edizione del Vinitaly a Verona: Terra Damia Calabria IGT Bianco, l'azienda sarà presenta anche al CIBUS dove invita tutti i suoi estimatori a farle visita a: CIBUS Padiglione 7 stand L004 - Area bollicine con Luca Maroni.

Per informazioni:
Azienda Agricola Dott. G.B. Odoardi
CANTINE: Contrada Campodorato n. 35 88047 Nocera Terinese (Catanzaro) – Italy
tel +39 0968 91159
www.cantineodoardi.it - info@cantineodoardi.it

La famiglia Odoardi di antica origine tedesca si stabilisce in Calabria nel 1480 nel territorio dell'attuale Nocera Terinese in provincia di Catanzaro.
I membri della famiglia, dediti nel tempo alle professioni ed anche all'agricoltura, si rivelano proprietari terrieri innovativi legati al territorio e al suo sviluppo tendendo sempre ad affinare la qualità dei prodotti.

L'ampia proprietá che va dal fiume Savuto a Falerna, con centralitá operativa in Nocera Terinese, ha terreni particolarmente vocati alla olivicoltura e alla viticoltura.

L'azienda di oltre 270 Ha produce olio d'oliva e vini provenienti da singole vigne. Possiede la DOC Savuto e la DOC Scavigna. La zona del Savuto DOC si estende per circa 40 Ha ed è situata nel Comune di Nocera Terinese, la zona dello Scavigna DOC è estesa per circa 40 Ha ed è situata nel Comune di Falerna.

Le terre prettamente collinari si affacciano sul mare Tirreno di fronte le Isole Eolie e le coltivazioni sono disposte su diverse altitudini che vanno dal livello del mare fino a 600 metri.
L'ultima generazione degli Odoardi rappresentata da Gregorio Lillo Odoardi e la moglie Barbara Spalletta continua la tradizione familiare con impegno e successo ottenendo qualificati riconoscimenti e conquistando mercati di assoluto significato in Italia e all'estero.

Cibusland dibattiti

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner