Con il progetto "Expo Lodi 2015" l'Agricoltura al centro di Expo2015

Il Ministro Martina: le iniziative sui territori daranno un contributo a valorizzare l’agricoltura

16/02/2015

Con il progetto "Expo Lodi 2015" l'Agricoltura al centro di Expo2015

Milano, 16 febbraio 2015 – L’agricoltura e gli agricoltori saranno protagonisti di Expo2015 dove un ruolo rilevante sarà giocato anche dalla realtà agroalimentare del territorio di Lodi, di questo si è parlato oggi all’EXPO Gate in occasione della presentazione delle attività di LODI2015, il progetto predisposto dal territorio lodigiano per EXPO2015.

“Le iniziative sul territorio programmate per Expo 2015 daranno un contributo importante a valorizzare l’agricoltura italiana – ha detto Maurizio Martina, Ministro delle Politiche Agricole intervenuto con un videomessaggio – ed il progetto Lodi 2015 è promosso a pieni voti”.

“Il comparto agricolo deve migliorare, sia a livello qualitativo (dove già siamo forti con le nostre doc e igt) che a livello organizzativo – ha detto ancora il Ministro – dobbiamo lavorare meglio nella filiera per essere in grado di affrontare il mercato estero e per la promozione internazionale. Il Ministero dal canto suo è impegnato a realizzare il progetto Agricoltura 2.0 per portare tutti i contenuti on line ed eliminare il cartaceo. E’ importante anche la continuità: in 7 anni abbiamo avuto 7 ministri dell’agricoltura, mentre ora si presenta l’occasione di portare a termine progetti a medio e lungo termine in grado di creare più reddito per gli agricoltori”.

“Uno dei punti programmatici – ha concluso Martina - riguarda la lotta alla contraffazione alimentare, anche in chiave Expo, e proprio a Lodi, al Parco Tecnologico terremo in marzo un importante forum internazionale su questo tema”.

Il progetto “Lodi2015 – Living Expo” ha l’obiettivo di mostrare realmente “in campo” le tecniche più innovative per un’agricoltura sostenibile unendo la ricerca scientifica con la realtà rurale, artistica, ambientale ed enogastronomica tipica di un territorio come quello lodigiano.

“La nostra offerta per il fuori-EXPO vuole mostrare come un territorio possa concretamente incarnare il tema “nutrire il pianeta” e farlo senza rinunciare alla sua storia, anzi, valorizzandola attraverso un’innovazione sostenibile – ha dichiarato Gianluca Carenzo, Direttore Generale del Parco Tecnologico Padano – A soli 30 minuti da Milano i visitatori potranno scoprire un’area agricola moderna con un centro di ricerca agrobiotecnologico di livello europeo, dove poter toccare con mano l’agricoltura del futuro, ma potranno anche visitare la Cattedrale Vegetale e sperimentare oltre 200 percorsi culturali, naturalistici e turistici. Ora stiamo finalizzando un sito web dove sarà possibile trovare tutto questo e molte altre iniziative nate sul territorio anche grazie a partner come l’Università di Milano, il CRA e il CNR”.


Un’immagine del campo dimostrativo “Agriculture of Tomorrow”


Queste le iniziative principali del progetto “Lodi2015 – Living Expo”:

AGRICULTURE OF TOMORROW”: un campo dimostrativo che ha l’obiettivo di promuovere un uso razionale ed efficiente delle risorse per diverse colture in varie condizioni climatiche ed agronomiche. Il campo racconterà l’agricoltura del futuro a partire dall’acqua, fondamentale per aumentare produttività ed efficienza in agricoltura. Le colture interessate saranno: mais, soia, riso, sorgo, melo, pomodoro, ortaggi e fragole.

LA CATTEDRALE VEGETALE”: realizzata sulla base del progetto originale dall’artista lodigiano Giuliano Mauri, è patrocinata da Regione Lombardia ed Expo. E’ una struttura composta da circa 100 “colonne” lignee all’interno delle quali verrà stato piantato un albero di quercia che interagendo negli anni con l’opera le fornirà l’aspetto di una cattedrale gotica. All’interno di questa struttura saranno organizzati concerti ed altre iniziative culturali per fare della “Cattedrale” un luogo di aggregazione.

200 APPUNTAMENTI TRA ARTE, CAMPI E BOSCHI: Nel semestre di Expo, in particolare nei weekend, Lodi2015 offrirà ai visitatori:
Trekking nel bosco, ogni domenica mattina sarà possibile scoprire, accompagnati da pescatori di grande esperienza, le bellezze dei sentieri che costeggiano il fiume Adda, all’interno del Parco Naturale Adda Sud. Il ritrovo per chi arrivasse in treno è alle 9,30 nel Piazzale della Stazione. Per tutti gli altri direttamente presso il Parcheggio del Parco Belgiardino alle ore 10.00.

Ciclopasseggiate, per chi volesse scoprire i panorami, i colori e i sapori delle campagne lodigiane ogni sabato e domenica pomeriggio alle ore 14.15 (luglio e agosto alle ore 16.15), un gruppo di volontari dell’Associazione Ciclodi, amatori della bicicletta, accompagneranno i visitatori su biciclette da adulti e bambini, lungo le piste ciclabili del Lodigiano, per raggiungere cascine, antiche ville e riserve naturali.

Visite guidate tra le bellezze artistiche e monumentali del centro storico di Lodi, ogni sabato mattina alle ore 10.00 e domenica pomeriggio alle ore 15,30 guide del FAI, del Touring e delle Associazioni e Cooperative di guide turistiche locali accoglieranno i visitatori nel Piazzale della Stazione e li accompagneranno a scoprire i luoghi più incantevoli e meno conosciuti di Lodi.

L’ARTE DEL FORMAGGIO: ogni domenica pomeriggio alle ore 15,00 al Parco Tecnologico Padano l’originale iniziativa che consente ai visitatori di realizzare con le proprie mani un formaggio molle (da portare a casa).

UN SITO WEB DEDICATO, che permetterà di avere il calendario aggiornato delle varie iniziative sul territorio lodigiano in chiave Expo2015 e sulle produzioni agricole dell’area.

Il progetto “Lodi2015 – Living Expo” è stato realizzato da una pluralità di realtà quali il Parco Tecnologico Padano, l’Università di Milano, il CRA – Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, il CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, il Comune di Lodi, la Provincia di Lodi, la Camera di Commercio di Lodi.

Nel corso della conferenza stampa sono anche intervenuti i rappresentanti degli enti territoriali lodigiani.
Carlo Gendarini, Presidente della Camera di Commercio di Lodi “Questo progetto è l’espressione di un territorio che ha capito fin da subito che per affrontare la sfida di EXPO è necessario fare squadra. Ciascuno degli attori istituzionali, scientifici e associativi di LODI2015 ha contribuito in modo significativo affinché ciò che presentiamo oggi rappresenti un’opportunità per tutti. Alle imprese ad esempio consentirà di incontrare buyer internazionali e stiamo già organizzando due eventi di accoglienza dedicati a loro”.

Un ruolo chiave nel progetto è rivestito dal Parco Tecnologico come ha sottolineato il Presidente della Fondazione Parco Tecnologico Padano, Simone Uggetti, che è anche il Sindaco di Lodi: “Il Parco ospiterà il 19 e 20 marzo il Forum internazionale sulla contraffazione alimentare, organizzato dal Ministero delle Politiche Agricole cui parteciperanno gli esperti di 28 Paesi. La scelta della location non è casuale perché il Parco vanta tra le sue expertise la tecnica del ‘DNA agroalimentare’ che consente di rivelare in poco tempo la struttura reale di cibi e bevande”.

“Il progetto prevede anche altre iniziative, oltre quelle focalizzate sulla ricerca in agricoltura – ha aggiunto Mauro Soldati, Presidente della Provincia di Lodi - dall’offerta enogastronomica alle proposte dimostrative e didattiche con il coinvolgimento di aziende agricole e di trasformazione, dalla realizzazione del nuovo portale del turismo, all'organizzazione di percorsi cicloturistici, saranno molte le iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale e economico del Lodigiano”.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner