Conad e Umbria Jazz un legame sempre più forte

07/07/2016

Conad e Umbria Jazz un legame sempre più forte
Per l’undicesimo anno consecutivo, Conad porta a Perugia quello che è ormai una vera e propria tradizione, facendosi promotore e interprete di un nuovo modo di coniugare cultura musicale e territorio, dando vita, al contempo, a un’opportunità di sviluppo per l’intera regione e per le attività economiche locali.

L’appuntamento nei giorni di Festival è fissato per sabato 9, domenica 10 e lunedì 11 con Invito a Umbria Jazz, che permetterà agli ospiti di Conad di condividere i due concerti di apertura della manifestazione Diana Krall e Mika e gli incontri in programma, come l’ormai tradizionale appuntamento con la conversazione nella Sala Podiani della Galleria Nazionale dell’Umbria.
 
Conad e Umbria Jazz sono un esempio di come, sulla base di un valido progetto, dietro un evento culturale di portata internazionale possa esserci a pieno titolo il privato, senza che le istituzioni culturali debbano attendere dallo Stato contributi che vengono meno anno dopo anno. Una presenza, quella di Conad, che permette a giovani musicisti di essere protagonisti di un evento musicale di assoluto rilievo nel panorama del jazz. In quest’ottica Conad e Umbria Jazz hanno rinnovato la propria partnership promuovendo la quinta edizione del Contest riservato a giovani artisti under 35.
Conad e Umbria Jazz un legame sempre più forte
All’indomani della chiusura delle iscrizioni, sono oltre 500 i giovani talenti in gara, per un totale di 136 formazioni, che hanno già raccolto oltre 68.400 voti e 322.600 ascolti dei propri brani sul sito dell’iniziativa. All’esibizione sul palco del Festival (Perugia, 8-17 luglio 2016), messa in palio come di consueto per i 10 finalisti, si sono aggiunti due importanti riconoscimenti: un premio di 5.000 euro per il 1° classificato, individuato dalla Giuria Artistica presieduta da Renzo Arbore, e un buono del valore di 500 euro per il più votato dalla community online, valido per la registrazione del proprio album in una sala di incisione professionale.
 
“Un impegno al quale teniamo in modo particolare – fa notare il direttore generale di PAC 2000A Danilo Toppettiperché è l’ennesima occasione per far conoscere l’impegno della nostra cooperativa in un campo che ha importanti implicazioni sociali. Riteniamo importante far sentire la nostra presenza e far parte integrante della comunità: saper cooperare significa crescere meglio con i nostri clienti e con le comunità in seno alle quali operiamo con i nostri soci”.

“Il nostro è un vero e proprio progetto d’impresa in cui siamo partner dell’istituzione culturale”, sostiene l’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese. “Sosteniamo questa iniziativa nella quale crediamo molto e che vediamo come un’opportunità per lo sviluppo dell’intero territorio umbro e della sua comunità. Siamo andati oltre il classico ruolo di sponsor facendoci promotori e interpreti di un nuovo modo di coniugare la cultura musicale e i giovani dando loro una concreta opportunità di crescita e di esposizione al grande pubblico. I risultati sono dalla nostra parte”.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner