Convegno a Parma il 16 novembre su responsabilità amministrative e penali da reato agroalimentare

L' Incontro è promosso da ACCREDIA, FederQuality e S.S.I.C.A. di Parma

15/11/2015

Convegno a Parma il 16 novembre su responsabilità amministrative e penali da reato agroalimentare
A Parma, lunedì 16 novembre 2015, presso la Sala Convegni della SSICA – Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari, si terrà un incontro promosso da ACCREDIA, FederQuality e S.S.I.C.A. di Parma, dove magistrati, ispettori dell’ICQRF e rappresentanti di ACCREDIA, approfondiranno tutte le tematiche giuridiche e operative necessarie, collegate all’operato dei principali attori del sistema di certificazione dei prodotti agroalimentari oltre a porre l’accento sulla valenza delle prove analitiche chimico-fisiche e sensoriali e sull’accreditamento dei laboratori di prova.
Il tutto esaurito degli iscritti al'incontro di domani dimostra l'attenzione e l'attualità delle problematiche che verranno affrontate.

Sarà il Prof. Andrea Zanlari, presidente della SSICA di Parma, ad aprire (alle ore 9,30 QUI il programma) la giornata di fondamentale importanza per aziende di produzione, laboratori di analisi, organismi di certificazione e per tutte le figure operanti a vario titolo nel settore del controllo qualità degli alimenti, anche a fronte delle revisioni in materia di giudizio di conformità sui rapporti di prova.

L’incontro trae origine dai recenti fatti di cronaca giudiziaria a cominciare dall'inchiesta del Procuratpore Guariniello sul "falso" olio extravergine oltre ai sequestri effettuati dagli Organi di controllo in regioni quali Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Abruzzo, Puglia e Campania che hanno evidenziato un “sistema” complesso, talvolta con più ombre che luci e probabilmente non sempre compreso appieno dalle parti attrici delle varie filiere di produzione, dal prosciutto al vino, dai formaggi all’olio d’oliva.
La certificazione “di prodotto”, nel settore agroalimentare, come ben noto, è regolamentata da un articolato complesso normativo, essenzialmente costituito da Regolamenti CE, dalle norme UNI-ISO e – per quanto riguarda gli Enti terzi di certificazione ed i laboratori di analisi - dai requisiti previsti da ACCREDIA.

Un sistema normativo multidisciplinare che riconosce e distribuisce responsabilità giuridiche di natura civile, penale e risarcitoria non solo in capo all’azienda, ma anche in capo al tecnico ispettore e all’Organismo di Controllo e Certificazione, con responsabilità oggettive anche per i laboratori di analisi chimiche e sensoriali che operano, talvolta, solo con metodi interni e/o privi dell’accreditamento dei metodi ufficiali di analisi.
Un sistema complesso dunque, dove luci e ombre si alternano e dove il confine tra “colpa cosciente e dolo eventuale” può apparire spesso troppo sottile o addirittura invisibile.

L’incontro si terrà presso la Sala Convegni della SSICA in via Tanara a Parma ed è stato ideato e promosso da ACCREDIA, FederQuality e S.S.I.C.A .
 



Ulteriori informazioni e programma sul sito www.federquality.org
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner