Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna

Un sorprendente incontro di cucine, un dialogo fra culture, Nord e Sud uniti nel nome del gusto

04/12/2014

Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Al Pomireou un’occasione unica per vivere un’esperienza inedita che ha visto protagonisti un celebrato maestro della cucina italiana, Giancarlo Morelli, e l’estroso cuoco Giuseppe D’Abundo. La cucina solare e mediterranea di Giuseppe D’Abundo incontra la concretezza visionaria di Giancarlo Morelli in un’esclusiva cena a 4 mani nella cornice elegante e accogliente del Pomiroeu, storico ristorante dello chef lombardo. Un incontro tra cucine lontane per provenienza geografica ma unite dal fil rouge dell’attenzione alle materie prime del territorio e della sapiente reinterpretazione della tradizione.

Nell’antica corte alle porte di Milano hanno fatto il loro ingresso i profumi e i sapori di Ischia, segno distintivo della cucina di Giuseppe D’Abundo, ischitano di nascita ed executive chef dello Chandelier, raffinato ristorante del Mezzatorre Resort & Spa, uno dei più esclusivi hotel dell’isola. E Giancarlo Morelli ha condiviso i suoi fornelli con l’energia dirompente e la sensibilità geniale che gli hanno permesso di raggiungere le vette della cucina internazionale.
Il menù a 4 mani nasce dal sorprendente connubio tra la matrice mediterranea dell’ospite e quella spiccatamente lombarda che Giancarlo Morelli ha scelto di accostarle: via libera dunque al gusto ineguagliabile di astice e crostacei, alla semplicità della zucca e alla solarità degli agrumi, alla delicatezza della spigola e all’eccellenza del salva cremasco.
Passioni comuni ai due chef sono la ricerca e la selezione degli ingredienti del territorio unite a una sapiente rilettura creativa delle ricette della tradizione e a una costante attenzione per la qualità.

La cena a quattro mani, un’occasione unica per gustare l’incontro due mondi culinari distanti per provenienza ma vicini per filosofia e per conoscere un giovane chef di talento che ben interpreta l’atmosfera e lo spirito raffinati e squisitamente mediterranei del Mezzatorre Resort & Spa.
Innovazione, creatività, tradizione, sono gli ingredienti di questa serata gourmet. Sapori unici a cominciare dagli Appetisers di Benvenuto, Parallelepipedo di riso ai semi di finocchietto al profumo di wasabi, Crema di castagne montata al latticello,Tartare di scottona con maionese di carne e riso nero soffiato
Si continua con una Catalana di astice con il suo corallo e emulsione di crostacei
Ancora Riso selezione carnaroli mantecato con salva cremasco, zucca all’agretto e crescione, Cotto e crudo di spigola agli agrumi e la sua tartare di gambero rosso, vellutata all’arancia e mandarino
Gran finale il tiramisu del Pomireou, caffè e piccola pasticceria
 
Giancarlo Morelli: una “firma” eclettica e inconfondibile

Giancarlo Morelli, bergamasco, classe 1959, inizia giovanissimo la sua formazione. Dopo il diploma all’Istituto Alberghiero di San Pellegrino Terme, entra nel mondo dell’alta cucina e parte per la sua avventura personale e professionale negli Stati Uniti e in Francia, si perfeziona facendo esperienza e portando il suo palato e la sua mano in importanti ristoranti stellati, al fianco di grandi maestri.
Forte dell’esperienza maturata salpa alla volta dell’Oceano Pacifico come capo chef della “Pacific Princess”. In breve tempo diviene consulente in numerose compagnie di ristorazione italiana nel mondo e nel 1981 inizia il suo percorso imprenditoriale gestendo diverse realtà fino al 1993, quando apre il Pomireou a Seregno alle porte di Milano.
Il ristorante si trova in un’antica corte; un angolo di quiete, un progetto che unisce classicità, allure contemporanea e spirito cosmopolita. Qui Giancarlo è libero e riesce a esplodere la propria creatività sfoderando un potenziale di assoluto livello. Cresce in modo esponenziale nel corso degli anni - nella tecnica, nella conoscenza della materia prima, nella padronanza delle basi della cucina e nella ricerca sulla purezza dei prodotti.

Negli anni, il frutto di questo lavoro è stato riconosciuto e tanti sono stati gli attestati di stima e i riconoscimenti ottenuti.
Nel 2010 vince il premio “Riso Gallo, Risotto dell’anno” e si aggiudica il podio più alto al “Sandwich Club Contest”. Sempre nello stesso anno Giancarlo è l’unico rappresentante della cucina italiana durante la rassegna enogastronomica “Perù Mucho Gusto” e partecipa alla “Chef Cup”,la kermesse di alta cucina, sport e lifestyle divenuta oggi un atteso appuntamento di grande risonanza.

Il riso rimane alimento del suo cuore: “Considero il riso, con la sua elementare eleganza, una preziosa materia prima, un po’ come una stupenda pietra grezza che, sapientemente lavorata, rivela il proprio potenziale e il proprio valore.”

Nel 2011 eccolo così ad Alicante al ‘Tunnel del Arroz” manifestazione internazionale dedicata al riso.

Il mondo lo vuole e lo chiama a partecipare a grandi eventi internazionali come “Lo Mejor de la Gastronomia” in Spagna e, insieme a Massimo Bottura e Aurora Mazzuchelli, alla “Mistura 2012”, a Lima il congresso culinario più importante nel Sud America, Il suo nome varca i confini e la sua fama diventa internazionale.

Viene scelto da Bulgari e San Pellegrino all’evento ”Wine&Food Noble Night” a san Pietroburgo per la presentazione della nuova etichetta creata dalla Maison.

Oggi, Giancarlo vanta il prestigioso conferimento della stella Michelin, l’inserimento del ristorante tra i presenti nel circuito “Associazione Le Soste”, il ruolo di consigliere nell’”Associazione Ristoratori Golfisti”.

Nel 2011 l’apertura del concept store “Pensieri di gusto” e nel 2012 il lancio di un ristorante in Marocco “Pomiroeu Marrakech”, sono una prova dell’estensione fisica e concettuale del Pomiroeu e di Giancarlo.  

Il 2013 è l’anno della partnership estiva con il “Phi Beach  open air club situato in Baja Sardinia. Una collaborazione che continua anche per stagione 2014. Qui Giancarlo porta la sua idea di cucina: al centro l’ingrediente estivo, materia viva catalizzatrice di un equilibrio meditato e puro con gli aromi, i sapori, le percezioni e il paesaggio naturale. 

Lo staff del Ristorante, aperto tutti i giorni dal lunedì alla domenica,  vi accoglierà ogni giorno, sette giorni su sette, con proposte variegate che seguono l’ispirazione dello Chef Giancarlo Morelli che tra i fornelli non smette di stupire: creativo e appassionato, si rivela per quello che è, una persona pura dal palato sopraffino e dal gusto raffinato, uno chef che non dimentica il proprio passato e le proprie origini, un uomo generoso che mantiene fede alla propria genuinità. Una cucina di ricerca, con ingredienti selezionati, semplici, naturali, freschi e spontanei, per trasmettere un amore per i prodotti di qualità rispettandone rigorosamente la stagionalità.  Ogni piatto è qualcosa di vivo e vitale, che si espande e si trasforma dal primo boccone all’ultimo, pur rimanendo sempre se stesso; riflesso dell’infinito.
 
Pomiroeu di Giancarlo Morelli,
Via Garibaldi, 37 - Seregno (MB).
Per informazioni e prenotazioni 0362.237973

Pomireou

Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Da Ischia alla Brianza, connubio tra cucina mediterranea e di campagna
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner