Dal 1851, anno della prima Expo a Londra, fino all'Expo 2015 alla Triennale di Milano: 3 Mostre intorno a Cibo, Nutrizione e Convivio

Una grande area tematica che ripercorre la storia del cibo e della cucina

07/04/2015

Dal 1851, anno della prima Expo a Londra, fino all'Expo 2015 alla Triennale di Milano: 3 Mostre intorno a Cibo, Nutrizione e Convivio
Milano aprile 2015. A Milano si può già  iniziare ad assaporare i grandi temi dell’Esposizione Universale grazie ad una serie di Mostre allestite in uno dei luoghi simbolo della cultura di Milano: il Palazzo della Triennale.
 
Un bellissimo dipinto di Giuseppe De Nittis “Colazione in giardino” accoglierà i visitatori di EXPO 2015 nella mostra “Arts & Foods. Rituali dal 1851”, allestita dall’8 aprile fino al 1° novembre 2015 negli spazi di Viale Alemagna.
 
È una sorta di ritorno all’Expo quello che De Nittis ripercorre, con l’ideale viaggio nel tempo: dal lontano 1878 quando partecipò all’”Esposizione Internazionale di Parigi” con un insieme di opere, all’evento di Milano dal 1 maggio, che vedrà al centro dell’attenzione mondiale una delle sue opere più note: “Colazione in giardino”. Posizionata strategicamente in modo da accogliere i visitatori, nella Prima Sezione dedicata al periodo che va dal 1851 al 1900 (dal tema: “Cibarsi in viaggio: dal pic nic al cibo nello spazio”), l’opera del nostro artista dialogherà con le immagini fotografiche coeve, estratte dall’Archivio Alinari, e altri documenti sulla tematica insieme a preziose suppellettili dell’epoca.
 

L’opera di Giuseppe De Nittis “Colazione in giardino”
 
La prima mostra che vi presentiamo si chiama Arts & Foods. Rituali dal 1851 e sarà l’unico Padiglione espositivo al di fuori dell’area di Rho-Pero: un grande contenitore targato Expo che ripercorre e analizza la storia della cucina e l’innata relazione tra cibo e arte.
La mostra, curata da Germano Celant e allestita dallo Studio Italo Rota, prende vita in uno spazio di circa 7000 mq, sia interni sia esterni alla Triennale: qui saranno indagati con una pluralità di linguaggi visuali e plastici, oggettuali e ambientali, tutti i riti del nutrirsi che hanno caratterizzato gli ultimi due secoli, prendendo come data iniziale di questo immaginario percorso il 1851, anno della prima Esposizione di Londra.
Un vero e proprio viaggio nel tempo per scoprire come la creatività, la comunicazione e l’arte hanno definito non solo il cibo, ma anche il concetto di rito legato ad esso, dalla preparazione al consumo.
Nell’allestimento troveranno spazio tutte le soluzioni che l’uomo ha adottato nel tempo per relazionarsi al cibo: strumenti di cucina, tavole imbandite, bar e ristoranti, e ancora il ruolo del cibo nel viaggio e nello spazio, in aereo o per strada, e tutti i mutamenti che i più grandi momenti storici hanno comportato.
Il tutto apparirà intrecciato alle testimonianze di artisti, scrittori, film makers, grafici, musicisti, fotografi, architetti e designers che, dall’Impressionismo e dal Divisionismo alle Avanguardie storiche, dalla Pop Art alle ricerche più attuali, hanno contribuito allo sviluppo della visione e del consumo del cibo.
 
 “Arts & Foods coinvolge tutti i media e linguaggi: dalla pittura alla scultura, dal video all’installazione, dalla fotografia alla pubblicità, dal design all’architettura, dal cinema alla musica e alla letteratura. – ha dichiarato Germano Celant – Si articola con un andamento cronologico che copre il periodo dal 1851 all’attualità, attraverso la creazione di ambienti dedicati ai luoghi e agli spazi del convivio, sia in ambito privato sia nella sfera pubblica.
Con questo Padiglione speciale extra-Expo sarà quindi possibile immergersi fisicamente in un viaggio tra cibo e arte, una visione a 360° sui temi che saranno parallelamente sviluppati dalla grande Esposizione (clicca qui per sapere tutto su Expo 2015).
 
Arts & Foods. Rituali dal 1851
Dal 9 aprile fino  al 1 novembre 2015
La Triennale di Milano  viale Alemagna 6, Milano
 
Note
Con il biglietto di EXPO si potrà accede alla mostra oppure si potrà acquistare il biglietto a 12.00 euro per la sola mostra Arts & Foods che comprende anche l’ingresso all’Ottava edizione del Design Museum Cucine & Ultracorpi.
Aperto tutti i giorni!.
 
ARTE, mensile di Arte e Cultura della Mondadori "1500 capolavori in Triennale nella Mostra per Expo"
 
Cucine & Ultracorpi: il Triennale Design Museum guarda ad Expo
 
Sempre nel Palazzo della Triennale in occasione di Expo Milano 2015, dal 9 aprile fino al 21 Febbraio 2016 l’ottava edizione del Triennale Design Museum che  propone “Cucina & Ultracorpi”, a cura di Germano Celant, sviluppata con Silvana Annicchiarico e il Triennale Design Museum.
“Cucina & Ultracorpi” è una mostra che vuole raccontare la lenta quanto inesorabile trasformazione degli utensili da cucina in macchine e automi attraverso oggetti di design italiano.
 
  1915, Valdangano, Cucine a gas Floreal Boggiali 
 
Il titolo della Mostra prende ispirazione dal libro di fantascienza “L’invasione degli Ultracorpi”, scritto da Jack Finney nel 1955 e divenuto poi un film, che si è imposto come opera di rottura e cambiamento nell’immaginario collettivo.
Infatti nella narrazione gli alieni da “invasori” divengono “cospiratori” capaci di confondersi e insinuarsi tra gli abitanti della terra: entrano nel quotidiano degli esseri umani, attuando una rivoluzione interna e perciò endemica della società, invasa da forze aliene che si mescolano agli umani e ne assumono la forma per prendere il sopravvento.

1947, Depero, Gas apparecchi Fargas
Allo stesso modo, “Cucine & Ultracorpi” vuole raccontare la lenta quanto inesorabile trasformazione degli utensili da cucina in macchine e automi.
Un’armata “di invasori” che, dalla metà del XIX secolo con l’avvento dell’industrializzazione, è dilagata arrivando a sostituire molte pratiche umane del cucinare. L’intento è proprio di tracciare l’evoluzione in Italia dei “cospiratori”, cucine ed elettrodomestici, dalla prima emergenza documentabile fino al 2015, anche in relazione a episodi della progettazione internazionale e dell’industria estera.

Questa VIII edizione del Triennale Design Museum acha ha aperto lo scorso 8 aprile sarà visitabile fino al 21 febbraio 2016. Si estenderà su una superficie espositiva di circa 2000mq e metterà in mostra una selezione di 350 opere provenienti dalla Collezione Permanente del Triennale Design Museum.
Musei, aziende, istituzioni pubbliche e private, collezionisti e designer italiani e internazionali hanno inoltre messo a disposizione i loro fondi e le loro competenze per la costruzione di questo paesaggio tecnologico ironico e perturbante, insieme alieno e famigliare, che, partendo dal tema di Expo Milano 2015 Nutrire il pianeta. Energia per la vita, permette il racconto di un universo visuale e sensoriale dinamico, mutevole e ancora inesplorato. Un racconto sul cibo ma volutamente realizzato in assenza di esso e in assenza degli oggetti associati alla tavola e al mangiare.
 
VIII edizione Triennale Design Museum
Triennale di Milano, viale Alemagna 6, Milano
Apertura: 9 aprile 2015 – 21 febbraio 2016
Orari
Martedì – Domenica 10.30 – 20.30
Giovedì 10.30 – 23.00
La biglietteria chiude un’ora prima delle mostre.
Lunedì chiuso.
 
Alla Triennale dal 14 al  26 aprile la mostra  dedicata alla relazione tra design e spazi della casa
E prima dell’apertura di Expo, all’interno del prestigioso Salone d’Onore della Triennale di Milano rimarrà aperto fino al 26 aprile, in occasione del Salone del Mobile, l’evento “The Art of Living”.
 
Cucine con pattern d’autore
Sono più di 30 tra designer e architetti italiani e stranieri a designare con tutta la loro creatività dei pattern (potremmo definirli ”una carta da parati digitale”).
I loro lav0ri sono proiettati come sfondo per 12 set domestici che sono altrettanti, interessanti esempi di come si stia evolvendo, tra design e moderna tecnologia, il modo di vivere la casa. 
The Art of Living
Triennale di Milano (dal 14 al 26 aprile 2015
)
 

Tag: Expo 2015

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner