Davide Battistini, amministratore unico di Sinapsi Group, è il nuovo Presidente della Società dei Concerti di Parma

La presentazione delle nuove attività con un incremento dell'attività concertistica

10/04/2015

Davide Battistini, amministratore unico di Sinapsi Group, è il nuovo Presidente della Società dei Concerti di Parma
Parma 10 aprile 2015. E' stata presentata oggi alla Casa della Musica la nuova “veste” della Società dei Concerti di Parma con il rinnovo delle cariche di direzione.

Davide Battistini, amministratore unico di Sinapsi Group, è il nuovo Presidente ed eredita da Maurizio Silva, presidente uscente, oneri e onori della gestione della storica istituzione culturale.

“L’obiettivo - ha dichiarato il neo Presidente Davide Battistini - sarà quello di rinforzare la presenza e la visibilità della Società dei Concerti sul territorio. Nell'ottica di questa importante ristrutturazione (rinnovo dello statuto e delle cariche sociali, restyling dell'immagine e della comunicazione, ricerca nuovi sponsor e contributi, nuovo sito web, nuovo logo), vi è anche il progetto di incrementare l'attività concertistica, in modo da poter garantire una costante e regolare programmazione. Obiettivo ambizioso, raggiungibile qualora verranno attuate le giuste politiche di collaborazione con il territorio e con tutte le istituzioni locali, coinvolgendo la cittadinanza ad un’attiva partecipazione”.

Alla presentazione alla stampa hanno partecipato il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, Davide Battistini (Presidente della Società dei Concerti di Parma), Giampaolo Bandini (Direttore Artistico della Società dei Concerti di Parma), Anna Maria Meo (Direttore Generale Fondazione Teatro Regio) Barbara Minghetti (Consulente progetti speciali e sviluppo Teatro Regio), Roberto Cappello, (Direttore del Conservatorio di Musica A.Boito), Alberto Spinelli (Coordinatore didattico del Liceo Musicale Bertolucci).
 
I partecipanti all'incontro con la stampa
 
Nell'aprire l'incontro, definito una semplice “chiacchierata”, Giampaolo Bandini, riconfermato direttore artistico, ha ringraziato la Casa della Musica per l’attiva collaborazione più che decennale con la Società dei Concerti, ricordando come i recenti cambiamenti ministeriali abbiano di fatto costretto all’interruzione del sodalizio con Solares Fondazione delle Arti, rendendo necessario ripristinare la Società dei Concerti come nuova entità autonoma e con un nuovo assetto amministrativo e logistico.

Ha fatto seguito il saluto del Sindaco di Parma Federico Pizzarotti: «Sono particolarmente orgoglioso del rinnovamento intrapreso dalla nuova dirigenza della Società dei Concerti; la musica da camera è un bene prezioso in assoluto, e in particolare per una città dalla ricca tradizione musicale come Parma. Una città che, al contrario di quella che alcuni si affannano a descrivere come vuota di proposte, vede invece oggi offrire una nuova e preziosa iniziativa che si affianca alle tante presenti. Le rassegne della Società dei concerti sono d’arricchimento, quindi, per un tessuto culturale cittadino che lavora nelle sue molteplici forze produttive nella costruzione di un’identità sempre più incisiva e riconoscibile.”

“Prerogativa della Società dei Concerti”- ha spiegato il direttore artistico Bandini -“sarà quella di rinnovare e confermare la collaborazione con artisti che più si sono distinti per la loro professionalità nel panorama artistico nazionale e internazionale, garantendo al pubblico di Parma, famoso per la conoscenza e competenza musicale, spettacoli di rilevante spessore culturale. È nostra intenzione riavvicinarci alla Fondazione Teatro Regio con la volontà di proporre nuovi progetti e ci auspichiamo di poter ripristinare una stagione concertistica congiunta come avveniva già in passato“.

Anna Maria Meo ha raccolto l’invito di Bandini e ha espresso come sia “fondamentale la collaborazione con le istituzioni per dare forma e struttura al tessuto culturale della città”. Barbara Minghetti, consulente ai progetti speciali e sviluppo del Teatro Regio ha ribadito tale concetto, affermando di avere accolto con entusiasmo l’invito della nuova dirigenza della Società dei Concerti: “Per noi oggi essere qui è anche per dimostrare la volontà di concretizzare un percorso insieme, unire le forze per convergere a un obiettivo comune”.

E’ stato annunciato inoltre il concerto per Celebrare i 120 anni di attività della Società, domenica 3 maggio all’Auditorium Paganini.

Il 5 maggio del 1895, infatti, si è svolto il primo concerto della Società dei Concerti, e in occasione di questa importante ricorrenza l’Orchestra del Conservatorio di Parma, diretta da Eliseo Castrignanò, eseguirà un articolato “Omaggio a George Gershwin”: tra i brani in programma il Concerto per pianoforte in fa, La rapsodia in Blu e Un Americano a Parigi. Prestigioso solista della serata il pianista e attuale direttore del Conservatorio “A. Boito” Roberto Cappello.
I biglietti dell’evento saranno in vendita a partire da sabato 18 Aprile presso la biglietteria del Teatro Regio (20 € intero numerato – 10 € ridotto studenti del Conservatorio e soci Società dei Concerti). Cappello ha sottolineato quanto sia storica la collaborazione tra la Società dei Concerti di Parma e il Conservatorio Statale di Musica Arrigo Boito: “Per noi la ricorrenza, festeggiata, con il concerto del prossimo 3 Maggio, è come un ritorno a casa. È vero che Parma sia stata negli ultimi tempi toccata da fatti non sempre positivi, ma la città ha in sé le energie, le possibilità, le risorse per tornare a primeggiare”.

Particolare attenzione verrà data a progetti volti a coinvolgere un pubblico giovane: verranno proposti seminari, dibattiti, workshop, oltre alla possibilità di assistere alle prove dei concerti.

A questo proposito saranno attivati a breve progetti educational con il Liceo Musicale "A. Bertolucci". Alberto Spinelli, coordinatore didattico del Liceo Musicale Bertolucci ha dichiarato: “La musica rappresenta la creatività da una parte e il rispetto delle regole dall’altra; essa è incontro con gli altri e un esercizio di democrazia; nostro compito è quello di fare in modo che fra i nostri studenti, i più dotati possano diventare dei musicisti, ma soprattutto prepararli affinché tutti possano diventare degli ascoltatori. Siamo orgogliosi che la Società dei Concerti ci abbia coinvolto nei loro progetti: questo sarà certamente di grande stimolo ai nostri studenti”.

È stata ideata una campagna associativa, che prevede quattro diverse formule di tesseramento e grazie alla collaborazione attivata con la rivista “Amadeus – il mensile della grande musica”, i nuovi soci potranno ricevere in omaggio esclusivi cofanetti cd, copie della rivista e usufruire di uno sconto sull’abbonamento al mensile Amadeus.

Fondamentali per l’attività futura della Società dei Concerti di Parma la vicinanza e il sostegno di aziende e fondazioni private: proprio grazie al supporto di Chiesi, Opem, Sinapsi Group, Net Project e con la collaborazione di Piu Hotels e Osteria Rangon è stato possibile realizzare le rassegne concertistiche attualmente in programmazione.
Con rinnovato entusiasmo, la Società dei Concerti di Parma si propone di continuare a rappresentare un esempio virtuoso di produzione culturale.
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner