Delverde presenta a Milano "Pasta Sommelier"

Serata abruzzese al Food Week di Milano

24/05/2013

Delverde presenta a Milano "Pasta Sommelier"

di Mariella Belloni

Milano maggio 2013. Il Pastificio Delverde, che sorge ai piedi del massiccio montuoso della Majella immerso nell’omonimo parco nazionale dell’appennino centrale abruzzese, forte della qualità che da sempre caratterizza i suoi prodotti, propone al pubblico di diventare ‘pasta sommelier’.

La pasta si mette a nudo con “Pasta Sommelier”, il nuovo format studiato e promosso dal pastificio Delverde per educare i consumatori a riconoscere una pasta di qualità.

Il nome esprime subito l’idea di fondo del progetto: proprio come un sommelier fa con il vino, anche un vero degustatore di pasta è in grado, tramite un’analisi accurata, di individuare e descrivere le caratteristiche della pasta, analizzandola attentamente sia a crudo, sia dopo la cottura.

Il colore, i profumi, la consistenza, sono solo alcuni dei parametri da valutare per diventare dei perfetti sommelier della pasta.

Gesti e osservazioni tecniche, noti fino ad oggi solo a una stretta cerchia di professionisti, vengono così resi disponibili e divertenti grazie a un “protocollo di degustazione” studiato da un panel di esperti e riassunto in 5 “fun actions” raccontate e commentate da un team specializzato di chef e degustatori.

«Pasta Sommelier nasce dal dialogo costante che in Delverde abbiamo con i nostri consumatori sia tramite le ricerche di mercato, sia grazie al canale diretto dei nostri social media - ha spiegato Luca Ruffini, Ceo Delverde - Abbiamo capito che in tutto il mondo i nostri consumatori sono accomunati dalla stessa motivazione all’acquisto: scelgono Pasta Delverde perché sono speciali e si sentono, giustamente, diversi dai consumatori mainstream. La frase topica emersa da un’intervista a una consumatrice è “io non sono come tutti gli altri, io quando sono davanti allo scaffale non allungo la mano a caso per prendere la pasta più venduta. Io cerco, mi informo, assaggio, ed è per questo che poi vado a cercare la Pasta Delverde” Ed è anche per premiare dei consumatori così attenti che nasce questo progetto, con un format che parte in Italia e poi proseguirà in tutto il mondo, e che si basa sull’offerta di esperienze gastronomiche guidate e gratuite e corsi di degustazione della pasta».

Nei mesi scorsi esperti di pasta, nutrizionisti, tecnici, giornalisti enogastronomici, hanno dato il loro contributo, dietro le quinte, per arrivare a definire insieme al management aziendale, un format altamente professionale ma al tempo stesso di facile comprensione per tutti. Adesso si è finalmente giunti al nastro di partenza e il format Pasta Sommelier ha preso concretamente vita grazie agli chef del Team Delverde, coordinati dall’infaticabile Beniamino Villanova, titolare di Nuway.

“I nostri chef e sommelier sono belli e bravi - ha aggiunto Anna Lanzani, International Marketing Director Delverde - per interpretare e far vivere un marchio di pasta moderno ed elegante non potevamo che scegliere ragazzi meravigliosamente italiani e che provenissero dalle scuole migliori. L’anno scorso, in team, hanno portato l’Italian meal experience in giro per Washington e Manhattan con un tour che ha riscosso grande apprezzamento di pubblico e ampia risonanza sulla stampa italiana e americana, compreso il New York Times. Più recentemente lo chef Tiziano Magliaro (27 anni) è stato impegnato in un lungo road show in Asia che prevedeva una serie di cooking show Delverde. Accanto a Tiziano c’è anche lo chef Flavio Spini (23 anni) che nelle ultime settimane ha testato il nuovo modello di cooking show Delverde al Fuori Salone della Settimana del Design milanese e nei centri commerciali, facendo innamorare le consumatrici della nostra pasta (e non solo). Il team si completa poi con la figura di un vero e proprio Sommelier della Pasta, il dottor Daniel Nicoletti, che guida le degustazioni con grande capacità di alternare citazioni ricercate e colte a momenti divertenti”.

Il format, che è stato presentato ufficialmente a Milano durante il Food Week, sarà esportato anche negli Stati Uniti e in Canada, in un tour che toccherà i centri più importanti a partire dalla fine di maggio. Da settembre, poi, sono previste numerose altre tappe nelle principali città europee.

Anche nel periodo estivo, però, Delverde farà parlare di sé. Questa volta per il concorso “Vinci una cena da chef a casa tua”, attivo per cinque mesi (da giugno fino a fine ottobre), con il quale cinque fortunati vinceranno una visita del Foodbus Delverde sotto casa, e insieme a cinque ospiti a scelta potranno vivere un’esperienza personalizzata di cooking show e Pasta Sommelier.

La bontà è un dono di  natura

L’aria cristallina del Parco Nazionale della Majella: le meraviglie della natura fanno da cornice alla pasta che ama l’ambiente.

L’acqua pura che sgorga dalla sorgente del fiume Verde: il segreto di un impasto a regola d’arte.

Le migliori semole di grano duro: il massimo della qualità per non smettere mai di sorprendere.

L’essiccazione lenta come una volta: l’esaltazione di un’antica tradizione pastaia dove l’uomo è ancora protagonista.

 

Il Pastificio Delverde

Realizzare e selezionare prodotti alimentari di alta qualità, nel rispetto dell’ambiente e della tradizione per una alimentazione sana e genuina: questa è la “mission” che il pastificio Delverde porta avanti sin dalle sue origini, in un ambiente strettamente  legato alla natura e ai suoi valori.

La pasta Delverde prende il nome dal fiume Verde, la cui acqua scorre limpida dalle pendici della Majella, a Fara San Martino, e viene captata dalla sorgente in profondità per essere utilizzata nel processo produttivo grazie alle sue caratteristiche di purezza microbiologica e alla temperatura ideale per essere impastata subito con le semole di grano duro di alta qualità. L’acqua di sorgente, i grani di qualità e la lavorazione lenta sono da molti anni il segreto della pasta Delverde, l’azienda che dal Parco nazionale della Majella esporta un prodotto simbolo del made in italy e apprezzato sulle tavole di tutto il mondo.

In questo scenario ambientale mozzafiato, tra paesini arroccati, campi coltivati a grano e acque che scorrono purissime, Delverde produce una pasta di altissima qualità, selezionando e scegliendo le migliori semole di grano duro perfettamente raffinate. Da quest’aria pura nascono prodotti con caratteristiche organolettiche particolarmente vicine alle esigenze del consumatore attento a un’alimentazione sana, buona e naturale.

In accordo con l’antica tradizione pastaia, Delverde produce 130 formati diversi tra pasta fresca e secca di semola, all’uovo, biologica e integrale-bio, utilizzando trafile di bronzo e processi di essiccazione lenta e a bassa temperatura, che consentono di preservare i valori nutrizionali e il gusto del grano naturale nonché quella ruvidità tanto apprezzata dagli intenditori e dagli chef di tutto il mondo ed il sapore delicato ma dal "cuore tenace".

Esportata in più di 60 paesi, è apprezzata sulle tavole dei gourmet di tutto il mondo anche in virtù della Perfetta fermentazione superficiale del grano duro durante l’essiccazioneche rendela pasta Delverde più appetitosa e apprezzabile al palato. Il processo di essiccazione lentopermette infatti alla pasta di mantenere integre non solo le proprietà biologiche naturali, organolettiche e nutrizionali, ma anche di preservare il contenuto proteico.

http://www.delverde.eu/

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner