Enovitis in Campo a Corato (BA) il 17 e 18 giugno

La manifestazione UIV- Veronafiere presso l’Azienda Torrevento

13/05/2016

Enovitis in Campo a Corato (BA) il 17 e 18 giugno
Prosegue a piena velocità la macchina organizzativa dell’edizione 2016 di Enovitis in Campo: lo scorso 22 marzo si è svolto presso l’azienda vitivinicola Torrevento a Corato (Ba), un primo incontro con gli operatori del settore vitivinicolo e dell’olivicoltura pugliesi, con l’obiettivo di illustrare alle imprese locali il programma e le modalità di partecipazione. “Le premesse sono molto buone – ha commentato Giordano Chiesa, brand manager Enovitis –. È la prima volta che realizziamo un incontro di preparazione alla manifestazione dedicato agli operatori locali e l’attesa per l’evento è notevole. Non sarà quindi difficile bissare il successo di Enovitis in Campo 2015 in Sicilia, superando i 130 espositori e andando oltre le 6.000 presenze”.
Sono stati infatti una quarantina i rivenditori di attrezzature, tecnici e rappresentanti di marchi grandi e piccoli, a rispondere a questa prima chiamata in Puglia.
 
Confermata anche per il 2016 la presenza dei più importanti costruttori della meccanica made in Italy ma “molto ci si aspetta  – hanno confessato gli organizzatori – dai produttori locali che hanno sviluppato appositi dispositivi per andare incontro alle esigenze delle produzioni  autoctone  e che possono pertanto candidarsi a svolgere un ruolo da protagonisti nella manifestazione”. Come sempre a Enovitis in Campo, che in questa edizione ha ricevuto il patrocinio di Regione Puglia e FederUnacoma, saranno infatti in esposizione tutte le attrezzature per la lavorazione del vigneto che potranno essere visionate e “testate” in movimento tra i filari.
 
L’edizione pugliese di Enovitis in Campo - in programma i prossimi 17 e 18 giugno presso l’azienda vitivinicola Torrevento di Corato (Ba) - punta a migliorare ancora di più le performance delle precedenti edizioni con un programma ricco e diversificato dedicato alla viticoltura di precisione, alle energie alternative ma anche all’olivicoltura, argomenti che saranno sviluppati anche grazie a un ampio programma di convegni e workshop ospitati in due tensostrutture dedicate.
 
In primo piano ci sarà anche la coltivazione biologica e la regione ospitante, la Puglia, cui saranno dedicati diversi appuntamenti. Da una parte le esperienze e le ricerche in tema di agricoltura di precisione, dall’altra un confronto tra le viticolture di Nord e Sud Puglia. Ma spazio anche al vino rosato, una tipologia produttiva dalle mille sfaccettature che sta vivendo oggi un’importante rivalutazione.
 
 
Convegni
  • Viticoltura biologica

Venerdì 17 giugno ore 9,30 – 11,00
Il vino biologico, prodotto secondo le nuove norme recentemente approvate in sede di Unione Europea e recepite dall’Italia, sta vivendo un periodo di grande sviluppo. In particolare nella Regione Puglia e nella Regioni limitrofe la viticoltura biologica ha registrato negli anni recenti incrementi percentuali a due cifre e l’interesse è tutt’ora in grande crescita. Organizzato da Il Corriere Vinicolo in collaborazione con Valoritalia
 
  • Il Rosato testimone di una tradizione, scomessa sul futuro

Venerdì 17 giugno ore 9,30 – 11,00
Il rosato ha sfatato un pregiudizio, riscoperto una traccia produttiva ingiustamente sottostimata, è stato rivalutato e valorizzato, reso ricco di dignità e qualità elevandolo alla grande tradizione dei vini. Il mondo del rosato è molto vasto e copre un ventaglio di possibilità in termini di gusto, equilibrio e quindi di adattamento al mercato globale.
 
  • Agricoltura di precisione: esperienze in Puglia

Sabato 18 giugno ore 9,30 – 11,00
Anche nel Sud Italia stanno crescendo le esperienze e le ricerche in tema di agricoltura di precisione e Unione Italiana Vini, tramite il progetto Tergeo, con questo incontro si ripromette di aggiornare sui recenti sviluppi. Tra le case history, il progetto di ricerca portato avanti proprio a Torrevento dall’Università di Perugia e dal Crea.
  • Nord e sud Puglia: due viticolture a confronto

Sabato 18 giugno ore 11,30 – 13,00
Il Nord e il Sud della Puglia presentano peculiarità e tratti distintivi che hanno seguito percorsi di valorizzazione diversi: il punto sulla situazione e le prospettive nelle parole dei protagonisti.


Worshop tecnico-scientifici

  • La gestione del suolo nell’interfila e nel sottofila del vigneto

Venerdì 17 giugno ore 11,30 – 13,30
Il ruolo del suolo nella coltivazione della vite e la sua influenza sulla qualità dell’uva e del vino sono stati oggetto di recenti approfondimenti che promettono di influenzare significativamente le tecniche colturali e in generale la gestione del vigneto. La corretta gestione del suolo è particolarmente rilevante nel Sud Italia dove il controllo delle infestanti e la gestione dell’acqua hanno un ruolo fondamentale nella ricerca della qualità. Il seminario intende rispondere ad alcuni quesiti: inerbimento o lavorazione dell’interfila? Diserbo, trinciatura o lavorazione del sottofila? Quesiti semplici per i quali ricerca e tecnologia offrono oggi nuove soluzioni.
  • Meccanizzazione dell’olivo

Venerdì 17 giugno ore 14,00-16,00
Le operazioni colturali dell’olivo sono estremamente onerose sia dal punto di vista economico che di impegno di mano d’opera e nonostante i molti anni di studi e sperimentazioni non si è ancora giunti a soluzioni ottimali. Unione Italiana Vini organizza un seminario dedicato alle soluzioni più innovative per la meccanizzazione dell’olivo, ponendo a confronto tecniche agevolatrici e cantieri di meccanizzazione integrale. Ricercatori del Crea presenteranno risultati di loro ricerche e sperimentazioni, mentre aziende olivicole riassumeranno le esperienze da loro maturate. Il seminario sarà completato da una visita guidata alle attrezzature esposte a Enovitis in Campo.
  • Nuove varietà resistenti alle malattie e i nuovi portinnesti serie M.

Sabato 18 giugno ore 9:30-11:00
Seminario Tergeo in collaborazione con Vivai Cooperativi Rauscedo per presentare le nuove varietà che consentono e evitare o ridurre drasticamente gli interventi con fitofarmaci contro la peronospora e l’oidio. Verranno inoltre presentati i nuovi portinnesti della serie M con prestazioni nettamente migliori di quelli storici abitualmente utilizzati anche in Puglia.
 
Per approfondimenti: www.enovitisincampo.it

La location: Azienda vitivinicola Torrevento
La cornice è quella assolata e selvaggia della Puglia settentrionale, al centro del Parco Rurale dell’Alta Murgia, sul territorio ai piedi di Castel del Monte, dove le imponenti mura di pietra di un monastero seicentesco e gli antichi locali a otto metri di profondità custodiscono i vini prodotti dalla Azienda vitivinicola Torrevento, cantina fondata nel 1948 dalla famiglia Liantonio, promotrice di una politica aziendale volta al recupero della migliore tradizione vitivinicola pugliese. Torrevento seleziona accuratamente le uve autoctone più preziose del territorio: Nero di Troia, Aglianico, Bombino Nero, Bombino Bianco, Pampanuto, Moscato Reale di Trani, Fiano, Falanghina in area Castel del Monte e le varietà Verdeca, Primitivo, Negroamaro, Malvasia Nera nell’area della Puglia centrale, ionica e del Salento. Uve che, grazie alle favorevoli climatiche, alla natura rocciosa del territorio e alle moderne e controllate tecnologie di vinificazione (Torrevento è azienda certificata secondo gli standard internazionali di qualità BRC-IFS, ISO 22000, ISO 14001, BIOLOGICO e di recente SA8000) danno vita a prodotti di tipicità ed eccellenza in un perfetto connubio tra “antico” e “moderno”. È questa infatti la filosofia di Torrevento, oggi tra le strutture più attente alla vinificazione dei vitigni autoctoni, moderna interprete di antiche tradizioni dell’intero territorio pugliese, ambasciatrice dei vini di Puglia
 
  
ENOVITIS IN CAMPO
Organizzatori: Unione Italiana Vini e Veronafiere
Dal 1997 Unione Italiana Vini con il brand ENOVITIS organizza eventi dedicati al comparto dei prodotti, attrezzature e servizi per la viticoltura e l’olivicoltura. Sotto il brand Enovitis a febbraio 2014 Unione italiana Vini - la principale Associazione del settore vitivinicolo-  e Veronafiere - la piattaforma fieristica italiana a respiro internazionale più prestigiosa nell’ambito agricolo -  hanno siglato una partnership per raggiungere l’obiettivo di diventare insieme il riferimento europeo per la promozione delle tecnologie per la viticoltura.
Il programma di promozione delle tecnologie per la viticoltura ENOVITIS si articola in eventi che hanno sempre una natura informativa, formativa e di relazione business tra gli attori del comparto, con specializzazioni diverse a seconda del tipo di appuntamento: networking e agenda setting per Enovitis Business, predominanza espositiva e di marketing di prossimità per Enovitis in Fieragricola, natura dimostrativa con sperimentazioni delle tecnologie nel vigneto per Enovitis in Campo, confronto permanente sui contenuti viticoli di natura tecnico-scientifica tra gli attori del ciclo economico negli incontri Tergeo.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner