Enrico Letta a Bruxelles: "Quello del 2015 non sarà l'Expo italiano, ma l'Expo europeo"

Il prossimo autunno una Conferenza di alto livello su scienza e tecnologia

30/01/2014

Enrico Letta a Bruxelles: "Quello del 2015 non sarà l'Expo italiano, ma l'Expo europeo"

Bruxelles, 30 gennaio 2014 "Quello del 2015 non sarà l’Expo italiano, ma l’Expo europeo". Lo ha detto Enrico Letta a Bruxelles dove il premier ha incontrato il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy e, più tardi, i parlamentari italiani e il presidente della commissione europea Josè Manuel Barroso.

Alla trasferta di Bruxelles hanno partcipato, tra gli altri, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, il presidente e l’ad della società Expo 2015, Diana Bracco e Giuseppe Sala, il sottosegretario alle Politiche agricole con delega all'Expo, Maurizio Martina, il vicepresidente della Commissione Ue, Antonio Tajani.

L’esposizione universale a Milano "sarà un grandissimo successo e riporterà l’Italia in cima all’idea di Europa", è l'opinione di Letta che ha annunciato, per metà ottobre, "un vertice che unirà i 28 capi di Stato e di governo dei Paesi europei e quelli dei paesi asiatici". Nella presentazione al Parlamento europeo, Letta ha posto l'accento sul tema della sicurezza alimentare che, per Expo 2015, "è l’argomento perfetto per l’Italia e per l’Europa: l’argomento del futuro". L'expo "non sarà solo l’occasione per esporre e creare posti di lavoro per cinque mesi - ha illustrato il premier - ma il momento in cui si metteranno in discussione tematiche drammatiche e le loro soluzioni più positive che faranno la differenza tra la vita e la morte di milioni di persone".

Il prossimo autunno una Conferenza di alto livello sulla scienza e la tecnologia
Agli appuntamenti del semestre italiano di presidenza dell'Ue che prepareranno la kermesse milanese, si aggiunge una conferenza di alto livello sulla scienza e la tecnologia che sarà organizzata il prossimo autunno dalla commissione Ue, dalla presidenza di turno italiana dell'Unione e dal Jre, il centro comune di ricerca dell'esecutivo Ue con sede a ispra (Va). Lo ha annunciato ieri il presidente della commissione europea Josè Manuel Barroso.

“Il Padiglione dell'Eu -ha precisato Barroso- contribuirà a dare visibilità a come le politiche europee affrontano le grandi domande di domani su alimentazione e sostenibilità, che per noi sono centrali nella Strategia Europa20020 di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”.
Sempre ieri la Rete delle Regioni Ogm Free, ha tenuto un incontro a Bruxelles sul tema: L’Expo 2015 dovrà essere No Ogm (leggere QUI)

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner