Estate 2014, calano in Italia i consumi di gelato - Il 7 settembre il migliore gusto di gelato a Rimini

Salgono all’estero le vendite delle macchina di gelato made in Italy

17/08/2014

Estate 2014, calano in Italia i consumi di  gelato - Il 7 settembre il migliore gusto di gelato a Rimini
Roma 17 agosto 2014. La crsi colpisce anche i consumi dei gelati. Frana l’apertura dei punti vendita, ma le vendite delle macchina da gelato salgono all’estero.
Questa la dichiarazione rilasciata da Claudio Pica, rampollo di una stirpe di gelatai romani: “I dati sui consumi del gelato sono in calo in media di circa il 4% a livello nazionale. E’ un calo generalizzato dovuto sia alle condizioni atmosferiche di un’estate che ha stentato dal punto di vista meteorologico ma dovuto anche alla situazione economica delle famiglie italiane”.

Anche segretario dell’Associazione Italiana Gelatieri e vice presidente della Fiepet Confesercenti, Pica indica una via d'uscita per il settore: “Si registra invece una buona tenuta e quindi una sostanziale parità rispetto all’anno scorso, per le gelaterie che hanno apportato ammodernamenti alle proprie attività ed alle strutture sia di produzione che di esposizione ed investimenti sul versante della qualità del prodotto offerto.  In alcuni casi, grazie a questi fattori (ammodernamenti e qualità del gelato offerto) si sono registrati anche incrementi nell’ordine del 3% circa”,

Ma il trend del settore ha il segno negativo, anche se per Roma si va in controtendenza: “A livello nazionale il numero delle gelaterie in attività è sceso di circa 2.000 unità, questo dato è riferito in comparazione al biennio precedente mentre per quanto riguarda la città di Roma si registra un incremento che si assesta tra l’8 ed il 10 %, quindi con un dato in controtendenza”.
Conclude il mastro gelataio: “Questi dati sottolineano che il buon gelato artigianale si conferma un prodotto d’eccellenza del Made in Italy che deve essere supportato dalle aziende del settore e dagli organismi preposti a livello statale ma soprattutto a valorizzarlo a livello internazionale. Molti giovani possono cogliere in questo settore una ottima opportunità, soprattutto se viene vista come possibilità di aprire delle gelaterie all’estero.

A tal proposito, per quanti vorranno vedere all’opera i migliori gelatieri italiani e mondiali ed assaggiare le loro prelibate creazioni, l’appuntamento è dal 5 al 7 settembre a Rimini dove ci saranno le Finali del Gelato World Tour. Una manifestazione di grande successo che è partita a maggio dell’anno scorso da Roma e che ha fatto tappa in molte nazioni (incluse Australia ed Emirati Arabi Uniti) dove si sono tenute le selezioni di tantissimi gelatieri concorrenti e una partecipazione entusiastica di migliaia di persone. Il prossimo 22 agosto  ci sarà l’appuntamento di Berlino in Germania”.
Una via d’uscita al calo del consumo interno è la strada dell’export.

Andrea Cocchi, dg di Carpigiani, che controlla oltre il 50% del mercato mondiale delle macchine per gelato artigianale così dichiara oggi al Sole 24 Ore: “L’unico via per allargare la nostra torta è educare gli stranieri alla cultura del gelato. In questa ottica vanno letti i nostri investimenti nella Carpigiani Gelato University, la scuola oggi più frequentata nel settore, 7mila studenti formati nelle 11 sedi che abbiamo nel mondo, nel Museo Gelato di Anzola e nel Gelato World Tour”.
Proprio il  Campionato mondiale del Gelato che vedrà la finale svolgersi a Rimini il prossimo 7 settembre con INformaCIBO tra i giurati.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner