Expo 2015: la ricerca di Indire per il Progetto Scuola

Progetto Vivaio Scuola di Padiglione Italia per l'Esposizione Universale

29/01/2015

Expo 2015: la ricerca di Indire per il Progetto Scuola
Roma, 29 gennaio 2015. – Parte la collaborazione scientifica tra l’Indire e il progetto Scuola di Padiglione Italia di Expo 2015, la grande esposizione universale di Milano che prenderà il via il prossimo 1 maggio e si concluderà il 31 ottobre 2015.

L’Indire offrirà il proprio contributo con la presentazione dei primi risultati di alcune fra le più innovative linee di ricerca sulla scuola: dalle Avanguardie Educative, che ridefiniscono il rapporto fra spazi e tempi dell’apprendimento, ai modelli didattici offerti da Piccole Scuole Crescono, il progetto rivolto agli istituti montani e delle piccole isole, passando attraverso il più ampio tema delle architetture scolastiche innovative. Nel mese di ottobre, nello spazio di Padiglione Italia – Progetto Scuola i ricercatori dell’Indire, insieme a insegnanti, professionisti ed esperti, racconteranno i processi di innovazione in atto nella scuola.

La scuola avrà un ruolo centrale a Expo 2015: dei venti milioni di visitatori attesi, si stima infatti che ben il 10% saranno studenti. Oltre un milione e mezzo gli studenti italiani, circa settecentomila quelli provenienti dall’estero.
All’interno del Padiglione nazionale dedicato all’eccellenza del “Made in Italy”, il Progetto Vivaio Scuola www.padiglioneitaliaexpo2015.com/it/iniziative/vivaio
-scuole con cui l’Indire collabora sarà un luogo privilegiato di riflessione e condivisione sulle iniziative legate all’intero sistema formativo nazionale, dalla scuola dell’infanzia all’Università.

“La collaborazione scientifica con Padiglione Italia – dichiara Flaminio Galli, Direttore Generale dell’Indire – testimonia la centralità del nostro Istituto nel sistema scolastico italiano ed è frutto dell’impegno sul versante della ricerca educativa anche sul piano internazionale”.

“Grazie all’ accordo siglato con il MIUR e con Expo Milano 2015 – sottolinea Patrizia Galeazzo, Responsabile del Progetto Scuola – Padiglione Italia presenterà nel Vivaio scuola 736 progetti digitali realizzati dagli studenti con i loro docenti a testimonianza del valore educativo coltivato nel nostro Paese. L’esperienza scientifica dell’Indire guiderà il racconto e accompagnerà la vocazione internazionale del progetto”.
 

Il cuoco Bruno Serato
 
“Caterina’s club foundation” dell'Emilia Romagna
Una storia internazionale dell’ Istituto di Istruzione superiore Archimede di San Giovanni in Persiceto –Bologna

Un italiano, il cuoco e ristoratore veneto Bruno Serato (su INformaCIBO) trapiantato in USA da circa 30 anni, proprietario del ristorante Anaheim White House in California, ha costruito un’organizzazione non profit per assicurare il pasto a 300 “motel kids” in California. Che opera meravigliosa: cucinare la pasta per i bambini significa, cura, attenzione, famiglia. (Da Padiglione Italia)
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner