Expo 2015: si è svolto a Milano il Forum delle Regioni italiane

Le Regioni, per Martina Sottosegretario con delega all’Expo, dovranno essere "protagoniste"

01/07/2013

Expo 2015: si è svolto a Milano il Forum delle Regioni italiane

Milano, 1 luglio 2013. A poco meno di due anni da Expo 2015 si è svolto oggi a Milano, nella sede della Regione Lombardia, “Le Regioni d’Italia per Expo Milano 2015”. L’evento, promosso dal Governo e in particolare dal Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Graziano Delrio, dal Sottosegretario con delega all’Expo 2015 Maurizio Martina, e dal Presidente della Conferenza delle Regioni VascoErrani, è il primo appuntamento per coinvolgere le Regioni sui temi legati all’Esposizione Universale.

Questi i principali punti che ha visto convergere tutti i partecipanti: mettere in piedi una cabina di regia a quattro, fra governo, conferenza delle regioni, Expo e il padiglione Italia per "preparare bene nelle prossime settimane il cambio di passo necessario" per l'esposizione del 2015.

Erano inoltre presenti all'incontro milanese, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che assieme ai presidenti di Lazio, Campania, Marche, Piemonte, Emilia Romagna, Liguria e Friuli Venezia Giulia, hanno incontrato il ministro della coesione sociale Carlo Trigilia, e quello degli Affari regionali, Graziano Del Rio. In videoconferenza anche il ministro dei Beni culturali, Massimo Bray. Per Expo presenti l'amministratore delegato Giuseppe Sala e il presidente Diana Bracco, presenti anche il presidente della Confcommercio Carlo Sangalli e il presidente della Provincia di Milano Guido Podestà.

Il summit di stamane ha spiegato il sottosegretario con delega all'Expo 2015 Maurizio Martina e' stato "volutamente il nostro primo atto dopo la configurazione del commissario unico, una mattinata di lavoro con le regioni italiane, consapevoli che Expo deve raccogliere la sfida di una grande partita nazionale, un grande evento che coinvolga tutti i territori italiani. Molto e' stato fatto fin qui, ma adesso siamo nelle condizioni di poter accelerare questo lavoro di interazione delle regioni in Expo e di Expo nelle regioni".

Sara' dunque attivata "rapidissimamamente" la cabina di regia "con il compito fondamentale di sviluppare tre o quattro fronti e con questo strumento operativo contiamo di preparare bene nelle prossime settimane il cambio di passo necessario".

"C'e' grande consapevolezza da parte di tutti - ha continuato Martina - che Expo sia una grande occasione e che ci sono due anni in cui bisogna correre, ma si possono fare le cose bene e l'obiettivo di oggi è centrato perchè ci siamo dati uno strumento adeguato al compito che ci siamo dati".

Un passo ulteriore, ha ricordato Martina sarà la Commissione di coordinamento, il primo Coem del governo Letta, "che terremo venerdì mattina a palazzo Chigi. Facciamo due salti di qualità fondamentali".

La nota di Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, dopo l’incontro ‘Le Regioni d’Italia per l’Expo’ oggi a Milano.

“L’Expo 2015 non è un evento che riguarda solo Milano o la Lombardia. L’obiettivo è trasformarlo in un catalizzatore di energie per rilanciare l’economia italiana, con un impatto molto significativo sul Pil e sulla creazione di posti di lavoro, e certamente il Lazio sarà in prima fila per cogliere questa opportunità. Oggi è stato un incontro molto utile per fare il punto e stabilire un metodo di lavoro comune tra le Regioni italiane e il Governo. Già nelle prime settimane di luglio, incontrerò le forze produttive della nostra Regione per discutere insieme forme e modalità della nostra partecipazione e fare in modo che il Lazio sia da subito protagonista di questa sfida”.

“Quello dell’Expo – aggiunge Zingaretti – è un appuntamento che sarebbe folle gestire in maniera approssimativa o burocratica. Si tratta di un evento fondamentale sia per i numeri che ci sono stati forniti oggi nel corso della riunione, con stime di 20 milioni di visitatori e una produzione di 25 miliardi di Pil in 8 anni, molti dei quali si trasformerebbero in ossigeno per le imprese, sia per i suoi contenuti, che pongono l’Italia al centro di un dibattito globale sulla costruzione di un nuovo modello di sviluppo tecnologico e sostenibile: non solo un volano economico, dunque, ma un’occasione imperdibile per aprire un cantiere di innovazione e indicare al nostro sistema produttivo la strada possibile della ripresa”, conclude il governatore del Lazio.

I prossimi appuntamenti

L'appuntamento svoltosi stamane in Regione Lombardia, come annunciato nei giorni scorsi (vedi INformaCIBO intervista al Sottosegretario Martina) apre una settimana decisiva nei rapporti tra il Governo e l'Expo.

Venerdì 5 luglio, dopo il Consiglio dei ministri, si riunirà la Coem (commissione di coordinamento delle attività connesse) e domenica prossima a Monza è previsto un incontro al quale è atteso il premier Enrico Letta e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

E poi, dopo il periodo estivo, il prossimo settembre si svolgerà la Giornata Nazionale dei Comuni italiani verso l'Expo 2015. (Vedi l'annuncio su INformaCIBO).

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner