Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, tifa per l'Expo e volta le spalle a Grillo

Parma con "Exponiamoci" punta sul turismo del Gusto in vista di Expo 2015

15/05/2014

Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, tifa per l'Expo e volta le spalle a Grillo
Parma 15 maggio 2014. Mentre Beppe Grillo scherza col fuoco e su tutte le piazze d'Italia urla e inveisce contro l'Expo 2015 arrivando a parlare addirittura di una sua “cancellazione”, Federico Pizzarotti, sindaco “grillino” di Parma, definisce l'Esposizione Universale di Milano “una grande opportunità per il turismo” e a nome del Comune ha anche creato una partnership con la società Explora per fare di Parma una protagonista di Expo. Una scelta assennata per la capitale della food valley italiana.

Questa mattina si è anche svolto al Ridotto del Teatro Regio di Parma il convegno Exponiamoci, una iniziativa che sancisce l’adesione della città emiliana al progetto di promozione Città del Gusto sviluppato da Explora in occasione dell’Expo 2015. Il convegno odierno aveva come sottotitolo: “Il nuovo sviluppo del turismo di Parma / Da destinazione turistica a sistema”.

Sono intervenuti al Convegno, tra gli altri, il sindaco Pizzarotti, Giordana Pancosta (ticketing and tourism manager Expo 2015 S.p.A.), Giuliano Noci (presidente Explora S.C.p.A.), Josep Ejarque (direttore Explora S.C.p.A.), Cristiano Casa (assessore al Turimso del Comune di Parma), Bruno Bertero (amministratore delegato di Four Tourism s.r.l.).

Ecco qui sotto come il portale del Comune di Parma riporta il Convegno.
“E’ stato siglato questa mattina al Ridotto del Teatro Regio l’accordo tra Comune ed Explora per fare in modo che Parma emerga come destinazione turistica non solo per Expo 2015, ma anche dopo. Nei prossimi mesi Parma verrà promossa sul portale di Explora fra il gruppo delle “Città del Gusto”, un modo per diffonderne la conoscenza via web anche nel mondo.

Sarà necessario, poi, realizzare un “Prodotto Parma” da presentare entro metà luglio.
Un progetto per cui è stata richiesta la partecipazione di tutti gli enti, operatori e i soggetti interessati scrivendo direttamente all’assessore Cristiano Casa (casa@comune.parma.it).

Ma tante sono le implicazioni legate alla sottoscrizione dell’accordo per la realizzazione di un vero e proprio “Prodotto Parma” da esportare attraverso il coinvolgimento da parte di Explora di tour operator internazionali, la presentazione in varie fiere a livello mondiale e soprattutto via web in diverse lingue.

“E’ necessario fare sistema – ha detto il sindaco Federico Pizzarotti (nella foto con Cesare Azzali, direttore di Confindustria Parma)- liberarsi dei campanili per poter sfruttare l’enorme potenzialità legata al flusso dei turisti in occasione di Expo 2015”.

In questa ottica si è svolto questa mattina, il convegno “Exponiamoci”, promosso dall’assessorato al turismo del Comune di Parma. L’iniziativa ha sancito l’adesione di Parma al progetto di promozione “Città del Gusto” sviluppato da Explora, in occasione dell’Expo 2015.

Il convegno ha rappresentato un momento di confronto ed approfondimento in cui è stato presentato nei dettagli il progetto, al fine di avviare un processo di sviluppo strategico orientato a posizionare la città di Parma in modo competitivo sul mercato.

Tra i relatori il sindaco Federico Pizzarotti, l’assessore al commercio, attività produttive e turismo Cristiano Casa, Josep Ejarque direttore di Explora ed il presidente Giuliano Noci, Giordana Pancosta event management Division Expo 2015 e Bruno Bertero amministratore delegato di Four Tourism.

All’iniziativa hanno partecipato diversi membri della Giunta Comunale e il presidente del consiglio comunale Marco Vagnozzi.

La sala del Ridotto ha visto la presenza, fra gli altri, dei rappresentanti di categoria della città, tour operator, dell’assessore al turismo della Provincia Agostino Maggiali, del direttore dell’Unione parmense degli industriali Cesare Azzali e di alcuni amministratori dei Comuni della provincia.

Il sindaco Federico Pizzarotti ha sottolineato come “la sottoscrizione del protocollo tra Explora e Comune sia fondamentale per il futuro del turismo a Parma”. Ed ha rilevato la necessità di fare squadra a livello territoriale in vista della predisposizione di un piano strategico del turismo basato sulle eccellenze del territorio, come il “food” inteso in senso ampio, che vada oltre i campanili.

Giuliano Noci, Presidente Explora S.C.p.A, ha spiegato “come Expo 2015 rappresenti un’opportunità irripetibile di rilancio per l’Italia intera”. Ed ha illustrato il ruolo che Parma potrà ricoprire nell’ambito della promozione turistica a livello mondiale legata all’esposizione universale con particolare riguardo alla combinazione di diversi elementi come cultura e agroalimentare. “Il nostro obiettivo – ha detto – non è quello di promuovere destinazioni, ma le motivazioni per cui un turista dovrebbe scegliere Parma piuttosto che un’altra città”. Explora si connota come marketing company che vuole superare le frammentazione e costruire pacchetti in grado di attrarre l’attenzione del turista in un mercato che nei prossimi dieci anni raddoppierà portandosi a raggiungere il miliardo e 900milioni. Musica, cultura, cibo, agrofood fanno di Parma una meta appetibile. “Per questo – ha concluso - vogliamo inserire Parma in un circuito di valorizzazione del gusto per massimizzare le ricadute per gli operatori di Parma, attraverso il web e attraverso un appropriata campagna di marketing”.

Giordana Pancosta, Event Management Division Expo 2015, Ticketing and Tourism Manager, ha ricordato come il tema centrale di Expo 2015 sia: “Feeding the planet. Energy for life”. “La nostra sfida – ha precisato – è quella di fare in modo che Expo 2015 non sia un evento fine a se stesso, ma promuova il turismo in Italia anche per il futuro”. I tempi sono stretti: Expo2015 sarà inaugurata il primo maggio del 2015, per chiudere in ottobre. Sono 147 i Paesi che parteciperanno all’evento e sono stati previsti 20 milioni di turisti di cui 14 milioni dall’Italia e il resto dall’estero.

Expo 2015 ha una superficie di 1 milione di metri quadrati dove verranno collocati i padiglioni dei vari Pesi partecipanti. Certamente un’operazione imponente “in cui Parma – ah concluso – potrà avere un ruolo grazie all’accordo sottoscritto oggi”.

Josep Ejarque, Direttore Explora S.C.p.A , ha spiegato che “Parma va immaginata come prodotto che possa essere valutato come meta anche per il futuro”. Ha ribadito l’importanza della fruibilità delle proposte turistiche anche da un punto di vista di facilità dei trasporti. “Parma potrà rafforzare la propria immagine – ha precisato - e potenziare la propria reputazione di destinazione enogastronmica proprio in questa ottica. Per questo è necessario strutturare un progetto turistico che sia complementare alla visita dei turisti ad Expo, in base alle eccellenze che Parma può offrire”.

Cristiano Casa, Assessore al Turismo del Comune di Parma, ha parlato della necessità di saper attirare i turisti a Parma con proposte accattivanti attraverso un progetto strategico.
“Il nostro impegno – ha detto - è di incrementare la visibilità di Parma, facendo sistema, in modo incisivo. E’ necessario coinvolgere soggetti pubblici e privati in un percorso volto ad incrementare le presenze turistiche a Parma, anche attraverso la creazione di un consorzio tra Comune, Provincia e Camera di Commercio per un modello di azione che guardi al futuro. Cogliamo la sfida di posizionare Parma come città del buon gusto. La proposta di prodotto del club città del gusto di Parma sarà pronta entro metà luglio. Siamo aperti al contributo di tutti coloro che vogliono concorrere allo sviluppo turistico di Parma, raccogliendone le adesioni”.

Bruno Bertero, Amministratore delegato Four Tourism, ha spiegato come verrà costruito il prodotto “Parma destinazione del gusto” ed ha rilevato l’importanza di differenziare Parma per il valore espresso nell’ambito dell’offerta e delle potenzialità della città".
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner