Fishweek: l’unica manifestazione nazionale dedicata alla cultura del pesce

Tre giorni di incontri, showcooking di grandi chef e degustazioni gratuite per incontrare i protagonisti del mare

08/04/2014

Fishweek: l’unica manifestazione nazionale dedicata alla cultura del pesce

A Lignano Sabbiadoro Terrazza a Mare dall' 11 al 13 Aprile 2014 si terrà l'imperdibile manifestazione Fishweek.

L’apertura al pubblico della manifestazione è prevista per sabato 12 Aprile 2014 alle ore 09:30 alla presenza delle autorità con l’inaugurale taglio del nastro. Si susseguiranno cinque showcooking che vedranno chef d’eccellenza cucinare la loro interpretazione dei prodotti ittici e delle ricette tipiche del territorio. Ai fornelli, la stella Michelin Andrea Canton del ristorante la “Primula” di San Quirico, il volto tv de “La Prova del Cuoco”, lo chef Daniele Cortiula, Piergiorgio Siviero, del ristorante “Lazzaro 1915”, uno dei locali più antichi d’Italia. Si assisterà alla creazione di piatti come il Guazzetto Guazzetto di garuse con raviolo alla lattuga della laguna di Grado e si finirà con l’Asparago in B, piatto dalla ricetta assolutamente top secret.

Domenica 13 Aprile 2014 sarà la giornata del grande spettacolo in cui davvero non si potrà mancare. Si comincerà con una Focaccia multicereale al formaggio asìno, spuma di erbe spontanee, sgombro e fasolari dell’alto Adriatico, poi l’ospite d’eccezione Saulo Della Valle cucinerà un’ Anguilla del fiume Stella in gremolada con i suoi ciccioli, e un altro chef osannato dalle guide internazionali, Paolo Bodon, la sua Zuppetta di granchio, foglia di cappero e silene. Lo chef Arnaldo Anastasia giocherà in casa, si potrà assaggiare un Orzotto con seppie e piselli e guazzetto di murici dell’alto Adriatico, omaggio a Gianni Cossetti, mentre la giornata si concluderà con un inedito finger food.

Gli incontri
#Fishweek sarà anche occasione in cui prendere parte a veri e propri appuntamenti culturali, difatti nella giornata di sabato sono previste le presentazioni di due libri, “Manuale di cucina sentimentale” della giornalista Martina Liverani e “Essenzialmente la mia cucina” di Milly Callegari, esperta di farmacia, fitoterapia, aroma terapia e omeopatia. Domenica mattina è invece il turno di Elisa D’Ospina, una delle modelle curvy più richieste al mondo. Sempre nella giornata di sabato, più precisamente alle 17:30 è prevista una conferenza dibattito dal titolo “Il pesce: conoscenza, sostenibilità ed evoluzione in cucina”.

Non solo pesce: un percorso nelle eccellenze friuliane, dalle montagne al mare
Nella splendida cornice della Terrazza a Mare, sospesa fra acqua e cielo, sarà allestito un percorso enogastronomico, dalla montagne al mare, attraverso le eccellenze agroalimentari del Friuli Venezia Giulia, da quelle più tipiche come gli insaccati, il Prosciutto di San Daniele, i formaggi, i dolci e la Trota, a quelle più di nicchia, come i formaggi freschi, la cioccolata, il miele, l’olio extravergine di oliva, le birre artigianali, i presidi Slow food. Gli assaggi saranno accompagnati da una attenta selezione dei migliori vini con particolare attenzione per i vitigni autoctoni.Un affascinante viaggio all’interno della regione, una occasione per poter degustare gratuitamente le eccellenze locali e vivere dalla viva voce dei produttori le caratteristiche e le peculiarità di ogni prodotto.

La manifestazione
#Fishweek nasce per volontà della testata www.semprepesce.it  e del suo ideatore, Vittorio Tomaso Azzano, con il patrocinio del Comune di Lignano Sabbiadoro, il sostegno della Li.Sa.Gest, della Lignano Holiday, della Duck Page e dell’Associazione Progetto Trezza con il Progetto Trecorala.

È stata però la storia e la conformazione geografica di Lignano a suggerire i due temi della prima edizione di #Fishweek.
La città-penisola, famosa per la spiaggia sabbiosa dal tipico color oro, più volte premiata con la bandiera blu e meta di vacanze per molti milioni di turisti ogni anno, divide la laguna di Lignano, Marano e Grado dalle acque dell’alto Adriatico. Da qui i due temi della manifestazione: la riscoperta dei pesci dimenticati della laguna di Lignano, Grado e Marano – e – la valorizzazione delle specie ittiche più rappresentative dell’alto Adriatico. Temi che, come spiega l’Assessore alle Attività Produttive Guido Pilutti – sono fortemente caratterizzanti e rappresentano uno stimolo nuovo per i tanti chef famosi che, è bene sottolinearlo, per la prima volta in Friuli Venezia Giulia hanno aderito senza indugi alla manifestazione facendo quadrato intorno al pesce dell’alto Adriatico, tema nuovo e ancora mai sviluppato, impegnandosi per proporre al pubblico ed ai media presenti preparazioni e idee davvero allettanti. Nasce così #Fishweek, prima manifestazione dedicata interamente alla valorizzazione del prodotto ittico quale ideale cornice alla promozione delle eccellenze dell’enogastronomia locale.
Gli spettacoli di cucina - spiega l’Assessore al Turismo Massimo Brini - sono stati selezionati seguendo i criteri ed i punteggi delle due più autorevoli guide in tema di ristoranti, la Guida Michelin e quella del Gambero Rosso.
Gli showcooking fungeranno anche da stimolo per i tanti appassionati, divenendo dei veri e propri corsi di cucina, a cui è possibile partecipare gratuitamente, dove poter imparare tecniche e trucchi dai grandi chef. Una occasione unica che Lignano è lieta di offrire a coloro i quali si accrediteranno per tempo. Al termine di ogni showcooking il pubblico potrà porre domande e, coloro i quali saranno accreditati, potranno assaggiare i piatti proposti dai topchef

Il programma: Sabato 12 aprile
#Fishweek entrerà nel vivo dalle 10:00 quando sarà il carnico Daniele Cortiula, chef della nota trasmissione televisiva “La Prova del Cuoco” di Rai 1 e del ristorante “Alle Viole” di Gradisca di Isonzo (Go
), allievo prediletto del compianto Gianni Cossetti a proporre il primo piatto intitolato Lungo il Tagliamento. Una preparazione complessa e di grande concretezza, in grado di racchiudere attraverso una scelta accurata delle materie prime più rappresentative il Friuli Venezia Giulia, dalle montagne al mare, attraverso un immaginario percorso lungo il naturale confine tra Friuli e Veneto.

Alle h 11.00 sarà la volta di Andrea Canton, del ristorante “La Primula” di San Quirino (Pn), locale che per primo in Friuli Venezia Giulia è stato premiato con la prestigiosa Stella Michelin e al quale la Guida del Gambero Rosso ha attribuito il punteggio di 87/100 e tre forchette. Andrea Canton, già facente parte della associazione Giovani Ristoratori Europei (JRE) saprà stupire i presenti con la tecnica e l’eleganza di cui è riconosciuto, a livello internazionale, proponendo una Millefoglie di seppia grigliata dell’alto Adriatico con piccole verdure e salsa al nero. Un piatto che porterà tutti gli opsti con la mente fino alla magnifica cittadina di Grado dove ha sede il ristorante “Antica Trattoria Alla Fortuna”, locale gestito da Paolo Toso e dallo chef Gunter Piccolruaz, dove l’alta cucina di mare raggiunge livelli elevatissimi tanto da valergli la menzione sulla Guida Michelin, 81 punti e due forchette per la Guida del Gambero Rosso.
Alle 13:30 Gunter Piccolruaz (della prestigiosa associazione Charming Italian Chef) ed alla Terrazza Mare proporrà un suo “cavallo di battaglia”: Guazzetto di garuse con raviolo alla lattuga della laguna di Grado.
Alle 14.30 la Terra a Mare si animerà con l’arrivo, direttamente dal Veneto e più precisamente da Pontelongo (Pd), di uno dei più famosi chef italiani, Piergiorgio Siviero, del ristorante Lazzaro 1915, uno dei locali più antichi d’Italia. Piergiorgio, JRE Chef, è stato braccio destro di Aimo e Nadia Moroni a Milano e con la leggenda della cucina Alain Ducasse prima a Parigi e poi a Montecarlo. Oggi Piergiorgio Siviero, sulla divisa da chef ha una Stella Michelin, 78 punti e una forchetta per la Guida Gambero Rosso. Dalla Riviera del Brenta porterà a Lignano Sabbiadoro un primo piatto d’autore, Lo Scoglio dell’alto Adriatico, dove i molluschi saranno protagonisti.
Alle 16:30 la giornata si concluderà con lo chef Alessio Cazzador e il patron Roberto Marussi, del ristorante “Al Bagatto” di Trieste che proporranno un piatto avvolto dal mistero: Asparago in B.

Il programma: Domenica 13 aprile, dalle h 10.00 Alle 11:00 Andrea Gabin della Gabinfood di Pasian di Prato (Ud) proporrà una focaccia multicereale al formaggio asìno, spuma di erbe spontanee, sgombro e fasolari dell’alto Adriatico.
Alle h 12.00, dai fondali sabbiosi della costa lignanese, l’attenzione sarà spostata sulla laguna di Lignano, Grado e Marano e più precisamente sulle anguille del fiume Stella. Sarà lo chef lombardo Saulo Della Valle del Ristorante L’Osteria Suer & Garbino, locale considerato il tempio italiano della cucina del pesce d’acqua dolce, ad avere il compito di valorizzare l’anguilla con il piatto Anguilla del fiume Stella in gremolada con i suoi ciccioli. Saulo Della Valle, menzionato dalla Guida Michelin, con 78 punti e una forchetta per la Guida del Gambero Rosso, proclamato Eccellenza dalla Regione Lombardia, autore del disciplinare per la nota ricetta del Coregone all’Olio è in attesa del grande riconoscimento internazionale.

Alle 14.30, dopo l’anguilla i granchi, altra specie tipica dei bassifondi lagunari, saranno interpretati dal topchef bresciano Paolo Bodon, con Zuppetta di granchio, foglia di cappero e silene. Paolo Bodon è uno chef che si concretizza per una cucina classica con alcune note internazionali. Ottanta punti e una forchetta per la Guida del Gambero Rosso, menzionato dalla Guida Michelin, al suo terzo libro ha lavorato in alcuni dei dieci più importanti ristoranti del mondo come executive chef.
Alle 16:00 tocca ad Arnaldo Anastasia del ristorante “Al Bancut” di Lignano Sabbiadoro, punto di riferimento per i tanti gourmand che frequentano il suo ristorante, uno dei pochi aperti tutto l’anno e che negli anni ha saputo mantenere alta la tradizione della ristorazione legnanese. Arnaldo con il suo staff presenterà un Tagliolino di farro con carbonara di cefalo della laguna, piatto semplice e assolutamente non scontato, in grado di valorizzare il cefalo o muggine, pesce troppo spesso snobbato.
Alle 17:00 è la volta del più promettente chef del Friuli Venezia Giulia, Elia Bulgarelli, executive chef de Al Picaron di San Daniele del Friuli di proprietà della C&C Group che proporrà un avvincente Acquerello di sugarello del golfo di Trieste.
Alle 18:00 sarà la volta di Marco Talamini del Ristorante “Alla Torre nel Castello” di Spilimbergo (Pn), con ottantatre punti e due forchette per il Gambero Rosso che proporrà Finger food: incontro tra mare e terra. Il compito di mettere il cappello alla prima frizzante edizione di #Fishweek 2014 è affidato a Carlo Piasentin del ristorante “’900 All’Isola” di Palazzolo dello Stella (Ud) che ha saputo coniugare la qualità con una formula agile e veloce che gli ha permesso di imporsi nella zona con settantanove punti e una forchetta. Il Ristorante “’900 all’Isola” proporrà un omaggio a Gianni Cossetti con un Orzotto con seppie e piselli e guazzetto di murici dell’alto Adriatico.

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner