FoodSavingBEC: 200 studenti di tutto il mondo contro lo spreco alimentare con Bocconi per EXPO

La competition internazionale si svolge in collaborazione con EXPO MIlano 2015, Mipaaf e CE

04/11/2014

FoodSavingBEC: 200 studenti di tutto il mondo contro lo spreco alimentare con Bocconi per EXPO
Milano 4 novembre 2014. Presentata ieri mattina a Milano la competition internazionale, organizzata con la collaborazione di EXPO Milano 2015, del Ministero delle politiche agricole e della Commissione europea e il patrocinio di Onu per EXPO2015, Fao e World food programme
L’Università Bocconi, con la collaborazione di EXPO Milano 2015, Ministero delle politiche agricole e Commissione europea, chiama a Milano 200 studenti universitari da tutto il mondo per una settimana di studio, teamwork e sfida sui temi dello spreco alimentare: #FoodSavingBEC – Bocconi EXPO2015 Competition, alla Bocconi dal 24 giugno all’1 luglio 2015. L’iniziativa gode del patrocinio di Onu per EXPO2015, Fao e Programma alimentare mondiale.

I 200 studenti dovranno elaborare ipotesi innovative di soluzione del problema e, una volta rientrati a casa, diventeranno altrettanti ambasciatori capaci di sensibilizzare i coetanei di tutto il mondo sulla necessità di prevenire e combattere lo spreco di 1,3 miliardi di tonnellate di cibo l’anno.

#FoodSavingBEC e il sito www.foodsavingbec.com, attraverso il quale avverrà la selezione dei partecipanti, sono stati presentati all’Università Bocconi da Maurizio Martina, ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali; Giuseppe Sala, commissario unico del governo per EXPO Milano 2015, e Andrea Sironi, rettore dell’Università Bocconi.

Secondo i dati della Fao un terzo del cibo prodotto sul pianeta non viene mai mangiato e lo spreco alimentare è responsabile dell’emissione in atmosfera di 3,3 Gtonnellate equivalenti di CO2 (tra il 6 e il 10% delle emissioni totali di gas serra – solo Stati Uniti e Cina, tra le nazioni del mondo, emettono di più), dell’occupazione di 1,4 miliardi di ettari di suolo (solo la Federazione russa è più estesa) e del consumo di 250 chilometri cubi d’acqua (nessun paese al mondo ne utilizza altrettanta).

I 200 studenti selezionati frequenteranno lezioni appositamente progettate dai docenti Bocconi, assisteranno a testimonianze di esperti individuati dai partner dell’iniziativa e saranno suddivisi in squadre per trovare soluzioni creative e innovative al problema dello spreco alimentare. Gli stessi studenti voteranno le cinque idee migliori, che si sfideranno nel giorno finale della competition al Padiglione Italia di EXPO 2015 di fronte a una giuria qualificata.

Per partecipare alle selezioni gli studenti dovranno girare un video motivazionale e di autopresentazione in inglese, della durata di non più di 90 secondi, e condividerlo nel sito www.foodsavingbec.com insieme alle informazioni del loro curriculum. Dieci posti saranno assegnati in base ai risultati della votazione online, gli altri in base al giudizio di un comitato di selezione, che terrà conto di vari parametri: carriera universitaria; chiara esplicitazione delle motivazioni a partecipare; esito della votazione online; esperienze extra universitarie; conoscenza della lingua inglese. Ai cinque studenti di università straniere meglio piazzati in graduatoria sarà assicurato anche il biglietto aereo di andata e ritorno per Milano.

I numeri dello spreco alimentare
Come funziona #FoodSavingBEC

 
Expo, Mipaaf: parte concorso start up giovani
per settore agricolo, alimentare e della pesca

Roma 31/10/2014. Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali rende noto che è stato indetto un concorso per la selezione nazionale dei "Nuovi Talenti Imprenditoriali" finalizzato alla valorizzazione e rappresentazione, in occasione di Expo 2015, delle migliori esperienze imprenditoriali realizzate nel settore agricolo e agroalimentare della pesca e dell'acquacoltura da aziende start up, aperte da meno di 48 mesi, condotte da giovani tra i 18 e 40 anni e provenienti da tutto il territorio nazionale.

Alle prime 25 aziende classificate nella graduatoria finale sarà attribuito un premio da 30mila euro e la loro partecipazione a Expo 2015, in uno spazio dedicato. Il budget complessivo stanziato per sostenere queste iniziative è di 750mila euro.

I progetti potranno essere presentati entro il 15 dicembre 2014 e saranno valutati da una giuria presieduta da Alessandra Poggiani, direttore dell'Agenzia per l'Italia digitale.

"Le start up agricole e alimentari - ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina - avranno un ruolo importante nella rappresentazione del modello agricolo italiano in Expo. Questo bando si inserisce in un progetto più ampio di iniziative che riguardano le nuove imprese in vista dell'appuntamento di Milano. Puntiamo sull'innovazione per raccontare le storie dei giovani che investono in questo settore. Il ricambio generazionale è una priorità, vogliamo far crescere il numero di aziende condotte da giovani e proiettare davvero il comparto nel futuro. Ringrazio anche Alessandra Poggiani per aver accettato il nostro invito a presiedere la giuria e valutare così nel merito i progetti che arriveranno".

È online il bando start up giovani per @Expo2015Milano Lo trovate QUI
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner