Francesco Pugliese, Ad di Conad, ritira il "Grappolo d'Argento"

Riconoscimento del Comune di Rutigliano al Fruit Logistica di Berlino

12/02/2016

Francesco Pugliese, Ad di  Conad, ritira il "Grappolo d'Argento"
Berlino febbraio 2016. "I prodotti italiani e quelli pugliesi hanno bisogno di essere pubblicizzati meglio, quindi dobbiamo finirla con la malattia, tutta italiana, di trasformare strumenti di promozione e aggregazione, in strumenti di assistenza". Lo ha sottolineato l'amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese (al centro mnella foto), ritirando lo scorso 4 febbraio a Berlino, nell'ambito della fiera internazionale Fruit Logistica, il Grappolo d'Argento, un riconoscimento che il Comune di Rutigliano gli ha assegnato per il suo impegno nella promozione dell'uva da tavola.

Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Rutigliano, Roberto Romagno, l'europarlamentare Paolo De Castro, il direttore di Unioncamere Puglia, Luigi Triggiani, e il presidente della associazione di produttori ed esportatori di ortofrutta Apeo, Giacomo Suglia.

"Proprio per aprirci a nuovi mercati - ha sottolineato Romagno - il Grappolo d'Argento, che in questa edizione compie 18 anni, lo consegnano da 7 anni nella più importante fiera mondiale dell'ortofrutta ".

E le occasioni per le imprese pugliesi del settore, che ogni anno nel mondo esportano per circa circa 900 milioni di euro, non mancheranno con il nuovo Piano di sviluppo rurale (Psr): "Alla Puglia - ha precisato De Castro - saranno assegnate risorse per un miliardo e duecento milioni, e vanno spese bene, puntando sulla innovazione". Anche per questo, è stato sottolineato, la Puglia punterà sul trasferimento alle imprese delle conoscenze acquisite tramite la ricerca. Un impegno, questo, che riguarderà le 45mila imprese che occupano 25 addetti, anche se solo "48 di queste - ha ricordato Triggiani - superano il fatturato di un milione di euro" e quindi possono affrontare da sole la sfida della internazionalizzazione. Insieme, però, è più facile.
Per questo Suglia, la cui associazione mette insieme 80 produttori ed esportatori, ritiene che il 2015 sia stato "positivo" e nonostante "la produzione di uva da tavola abbia segnato un meno 20%, la sua qualità è addirittura aumentata". Vendere oggi "nei mercati internazionali - ha sottolineato infine l'ad Conad - significa proprio garantire qualità e quantità di prodotto.

Quindi non è neppure un problema di prezzo, ma se siamo tanti piccoli produttori non ci arriveremo mai". La premiazione del Grappolo d'argento, promossa dal Comunedi di Rutigliano con lo scopo di promuovere e valorizzare su scala internazionale l'uva da tavola, è realizzata in collaborazione con la Regione Puglia-Area Politiche per lo sviluppo Rurale, il Gal del Sud Est Barese e il comitato 'Sagra dell'uva di Rutigliano'. (Agenzia Ansa)
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner