Full immersion nei sapori tipici al Wine Food Festival

Nel primo weekend ottombrino

01/10/2012

Full immersion nei sapori tipici al Wine Food Festival
Tartufo bianco, Anguilla di Comacchio, Patata di Bologna DOP, Fungo Porcino IGP, sfoglia bolognese, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, Mortadella Bologna: si apre con un ghiotto fine settimana il mese di ottobre del Wine Food Festival 2012, con ben 8 appuntamenti nel weekend del 6-7 ottobre, dedicati ad alcuni dei più tipici prodotti emiliano romagnoli ed ospitati in alcune delle località più suggestive della regione.

Non c’è che l’imbarazzo della scelta, da “Autunno in Valtaro” a Berceto e Bedonia, nel parmense, a “Tartufesta” a Castiglione dei Pepoli, Lizzano in Belvedere e Porretta Terme (Bo), da “Vetrine Motori e Balsamici Sapori” a Spilamberto, nel modenese, alla Sagra dell’Anguilla di Comacchio(Fe), passando per “Mortadella Please”, “Sfoglia Bologna” e “Patata in Bo”, rispettivamente a Zola Predosa e Bologna, e la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato a Sant’Agata Feltria, nell’entroterra riminese. I programmi completi delle singole manifestazioni, il calendario di tutti gli eventi e i pacchetti soggiorno dedicati sono consultabili sul sitowww.winefoodfestival.it.


Tappa a Berceto e Bedonia per Autunno in Valtaro

Trial e castagne nella tappa del 5-7 ottobre a Berceto di Autunno in Valtaro, la rassegna dedicata ai gioielli gastronomici del parmense, dai funghi, a cominciare dal celebre Porcino Igp, alle castagne e ai piatti della tradizione locale. Per tutto il fine settimana la località parmense sarà teatro della 6a ed ultima tappa del Campionato Italiano Trial, con dimostrazioni pratiche dei trialisti, esposizione di foto storiche del trial e, domenica 7, la gara vera e propria con oltre un centinaio di piloti da tutta Italia. Domenica 7 si aprirà anche la Festa della Castagna, con mercatino dei prodotti tipici della montagna. Sempre domenica per le vie del centro storico di Bedonia torna la fiera di “Autunnando di Valle in Valle”, manifestazione che promuove l’incontro tra le valli d’Italia. Quest’anno la Valtaro incontra l'Altopiano di Folgaria, Lavarone, Luserna, che faranno conoscere i propri prodotti oltreché usi e costumi per le vie del paese. Tra i prodotti in esposizione ed in degustazione: il vino e i distillati, i formaggi freschi e stagionati, l’olio extravergine di oliva e i derivati delle olive, pesto, salumi tipici, miele e prodotti dell'alveare, funghi secchi e sott'olio, conserve di verdure e di frutta, confetture, sughi, salse e sottoli, prodotti da forno e farine, prodotti di pasticceria tipica, spezie, verdure e frutti di bosco.


Tartufesta sull’Appennino Bolognese

Si apre ufficialmente sabato 6 ottobre a Lizzano in Belvedere e Porretta, e domenica 7 anche a Castiglione dei Pepoli, l’edizione 2012 di Tartufesta, la tradizionale manifestazione che in ottobre e novembre anima i comuni dell'Appennino bolognese attraverso mercatini, menù prelibati e altre iniziative, tutte incentrate sul Tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi. Molte le novità dell'edizione di quest'anno, da Tartulibriin collaborazione con le librerie Coop ai Tartumercati, con prodotti tipici del bosco e artigianali, passando per leTartuvisite nel bosco e nei borghi. Nei ristoranti e agriturismi aderenti, speciali Tartumenù dedicati al gioiello bianco dei colli bolognesi.


Bologna tra tortellini, Mortadella e patata tipica

Bologna festeggia i suoi campioni di gusto celebri in tutto il mondo, dalla Mortadella alla patata DOP, passando per la tradizione dei tortellini con sfoglia tirata a mano. Ben tre gli appuntamenti che animeranno il capoluogo felsineo e dintorni nel fine settimana: “Patata in Bo”, “Sfoglia Bologna” e “Mortadella Please”.

Per tutto il weekend i ristoranti del bolognese proporranno piatti a base di patata di Bologna DOP in occasione di “Patata in Bo”. La manifestazione prevede, giovedì 4 ottobre, una serata presso l’enoteca Nove.10 di Sasso Marconi (Bo), con i migliori vini dei Colli Bolognesi, selezionati dal team dell’Accademia Italiana Maestri Sommeliers, abbinati a piatti di patata di Bologna DOP, mentre lunedì 8 ottobre, a chiusura dell’edizione 2012, si terrà a Villa Guastavillani, sede dell’Alma Graduate School, il Convegno "La Terra è finita! (ore 19.00), presieduto dall'On. Paolo De Castro, Presidente Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo.

Mattarelli “caldi” per “Sfoglia Bologna”, con la dimostrazione pubblica e gratuita di preparazione della sfoglia ospitata sabato 6 e domenica 7 ottobre (dalle 18) alla Cantina Bentivoglio, al ristorante Polpette e Crescentine e alla trattoria Paradisino, dove le sfogline guideranno le dimostrazioni e daranno spiegazioni al pubblico su tutte le principali specialità bolognesi (tortelloni, tortellini, tagliatelle, strichetti, ecc.) e le caratteristiche dei ripieni classici. Il pubblico potrà interagire con domande e riflessioni e provare a tirare la sfoglia o chiudere la pasta ripiena.

Giovedì 4 ottobre, festa di San Petronio, patrono di Bologna, Piazza de Mello ospiterà il “TOur tlen”, il Festival del Tortellino: dalle 18 alle 21 una ventina di chef daranno una loro interpretazione dell’ombelico di Venere, proposto nelle diverse preparazioni, a partire dalla versione più tradizionale. Previste degustazioni di 1, 6 e 15 assaggi. Sempre giovedì 4 ottobre, anteprima bolognese per “Mortadella Please”, che si apre con lo spettacolo itinerante “Scuffia in camuffa” (ore 21,00 – Piazza Galvani), per poi entrare nel vivo i giorni successivi a Zola Predosa. Qui nel weekend il centro cittadino si trasformerà in una "Cittadella del Gusto"in cui sarà possibile percorrere un itinerario enogastronomico in sei tappe, a cui corrisponderanno altrettante originali ricette a base di Mortadella, abbinate al Pignolettoe ai vini dei Colli Bolognesi serviti dai sommellier dell'Accademia della Muffa Nobile. Previste anche visite ai produttori locali Alcisa e Felsineo, degustazioni e animazione per le vie del centro. Venerdì 5 e sabato 6 ottobre in Corte Isolani a Bologna protagonista sarà invece il vino: oltre 100 etichette prodotte da venti aziende dei Colli Bolognesi saranno in degustazione in occasione della 21a Mostra Assaggio dei vini del Consorzio Vini Colli Bolognesi (dalle 18.00 alle 22.00).


Spilamberto celebra il suo “oro nero”

Sabato 6 e domenica 7 ottobre le strade dell'incantevole centro storico di Spilamberto, terra dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, si riempiono degli aromi della bollitura del mosto per Vetrine Motori e Balsamici Sapori.Sabato verrà allestita all’interno della Corte del Gusto, sede delle eccellenze enogastronomiche del territorio, una cena rinascimentale preparata da un prestigioso chef modenese. La giornata di domenica invece verrà dedicata all’unico mercatino dove è possibile acquistare, direttamente dai produttori, il mosto cotto certificato e garantito dalla Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale. Nel weekend si potranno visitare gratuitamente il Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale, l’Acetaia sociale della Consorteria, la sede dell’Ordine del Nocino Modenese e la “cella di Messer Filippo”.Inoltre, per tutto il fine settimana, Spilamberto ospiterà le aziende agricole del territorio con la vendita diretta dei loro prodotti, la dimostrazione di antichi mestieri, l’esposizione degli animali da cortile e delle macchine agricole con dimostrazioni delle antiche attività rurali, laboratori per bambini, spettacoli, laboratori del gusto e iniziative culturali.


A Comacchio sfila nei piatti la “regina delle valli”

Sedanini al sugo d'anguilla, trancio di anguilla ai ferri con polenta, brodetto d’anguilla "a becco d'asino" con polenta, il tutto innaffiato dai Vini d.o.c. del Bosco Eliceo. La regina delle valli di Comacchio sabato 6 e domenica 7 ottobre (con “replica” nel weekend del 13-14) sfila nei piatti della 14a edizione della Sagra dell'anguilla, con lo stand gastronomico allestito nel cortile di Palazzo Bellini, adiacente i Trepponti. La manifestazione sarà anche l’ottima occasione per andare alla scoperta del suggestivo centro storico di Comacchio, bellissima cornice di ponti monumentali color mattone e pietra d’Istria, di canali e di inconfondibili rioni, a bordo delle tipiche imbarcazioni lagunari chiamate “batane”


A Sant’Agata Feltria per sua maestà il Tartufo Bianco Pregiato

Ventottesima edizione per la Fiera Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato e dei prodotti Agrosilvopastorali ospitata a Sant’Agata Feltria, nell’entroterra riminese, tutte le domeniche di ottobre. Migliaia di visitatori attirati dalle inconfondibili qualità di questa trifola, troveranno anche quest'anno, accanto al celebre tubero, tutti i prodotti autunnali che il territorio offre e, inoltre, manufatti dell'artigianato rurale ed artistico. Domenica 7, alle 11.30, inaugurazione ufficiale della manifestazione e a seguire spettacolo itinerante per le vie del paese con la Dixieland Brass Band. La visita a Sant’Agata è anche l'occasione per ammirare i suoi antichi monumenti di alto valore architettonico: il Teatro Angelo Mariani, Rocca Fregoso, il Convento di San Girolamo, le fontane d'arte.

 ***

Wine Food Festival 2012: turismo alla tavola dell’Emilia Romagna

Fine settembre a tutto Parmigiano Reggiano: il Wine Food Festival 2012 fa tappa a Reggio Emilia

 

Si chiudono con un vero outsider della tavola, il Parmigiano Reggiano, gli appuntamenti settembrini del Wine Food Festival 2012, il calendario enogastronomico autunnale dell’Emilia Romagna.

A dedicare un intero fine settimana di eventi, da venerdì 28 a lunedì 1 ottobre, al re incontrastato dei formaggi, saranno Reggio Emilia e dintorni, con “Parmigiano Reggiano in Mostra nelle Terre di Canossa”.

Da lunedì 1 ottobre si apre invece a Bologna “Patata in BO”, manifestazione giunta alla sua quarta edizione e che quest’anno vede coinvolti 80 ristoranti nella sola zona di Bologna, e 36 ristoranti stellati a livello nazionale (a cui si aggiunge anche la Nazionale Italiana Cuochi), nella proposta di piatti e ricette a base di Patata di Bologna DOP. La manifestazione si aprirà ufficialmente lunedì 1 ottobre, con una serata di gala a Palazzo Grassi, che proporrà i piatti a base del saporito tubero realizzati dagli chef di 21 ristoranti del territorio (info Patatainbo).

Tutti gli appuntamenti del Wine Food Festival 2012 sono consultabili sul sito ufficiale della manifestazione www.winefoodfestival.itassieme ai pacchetti soggiorno dedicati ai singoli eventi e alle informazioni su tutti i prodotti DOP. DOC e IGP dell’Emilia Romagna.


Reggio Emilia rende omaggio a sua maestà il Parmigiano Reggiano

Il programma di “Parmigiano Reggiano in Mostra nelle Terre di Canossa” si apre ufficialmente alle 21 di venerdì 28 settembre, al teatro Matilde di Canossa di Ciano d'Enza, con un originale connubio tra lirica e cucina che vedrà l’esibizione del Trio Verdi, con musiche e arie dell'opera italiana, e a seguire degustazione gratuita di Parmigiano Reggiano e prodotti tipici della Strada dei Vini e dei Sapori Colline di Scandiano e Canossa.

Sabato 29 si entra nel vivo della manifestazione nel cortile della sededella Provincia a Reggio Emilia, con l’apertura (ore 16) della XXXVII Mostra Reggiana del fungoe dello stand del Parmigiano Reggiano. Alle 17 show cooking dello chef del consorzio GustaRe Gianni Brancatelli, che proporrà alcune ricette sul tema “il Parmigiano Reggiano e i Funghi una cucina da Re”, mentre dalle 18 si potrà assistere alla spettacolare cottura della forma di Parmigiano a fuoco vivo, secondo l’antica tecnica di produzione. Dalle 19 aperitivo degustazione a cura delle  aziende delle strade  dei vini e dei sapori e del consorzio del Parmigiano Reggiano, con sottofondo musicale del gruppo BorraBarrique.

Nel pomeriggio di sabato e domenica sarà possibile far tappa nelle aziende delle strade dei vini e dei sapori (caseifici, acetaie, cantine), che saranno aperte per visite guidate gratuite con degustazioni e possibilità di acquistare i prodotti. Domenica toccherà allo chef televisivo Federico Stefanini proporre alcune interessanti ricette allo show cooking su “il Parmigiano Reggiano e i Funghi una cucina da Re”, mentre alle 18 si terrà la premiazione del Concorso Fotografico sul tema Parmigiano Reggiano, e alle 19 chiusura della mostra micologica con aperitivo degustazione e dj set.

Per tutta la durata della manifestazione, i ristoranti della Strada dei Vini e dei Sapori delle Colline di Scandiano e Canossa proporranno il menù "Parmigiano Reggiano" certificato dalla Strada dei Vini, con piatti quali risotto con fonduta di parmigiano e aceto balsamico caramellato, brasato al Lambrusco con scaglie di Parmigiano Reggiano e gelato al Parmigiano Reggiano con uva, pere caramellate e aceto balsamico.

Lunedì 1 ottobre gran finale, con la Cena di Beneficienza al Circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico, per raccogliere fondi a favore delle popolazioni emiliane colpite dal terremoto. I migliori chef reggiani proporranno piatti a base di prodotti tipici e Parmigiano Reggiano.

 

 Da quest’anno il Wine Food Festival è anche su smartphone e tablet

Pacchetti soggiorno e info su www.winefoodfestival.it

Non c’è regione in Italia che si scopra di più seduti a tavola dell’Emilia Romagna, incontrastata leader del gusto con il suo paniere di 35 tra prodotti DOP e IGP, un infinito patrimonio di tradizioni culinarie e gastronomiche, un’articolata offerta enologica (21 DOC, la più antica DOCG bianca d’Italia e 9 IGT) e “outsider” internazionali del calibro di Parmigiano Reggiano, Aceto Balsamico Tradizionale di Modena e Reggio Emilia, Prosciutto di Parma, Mortadella Bologna, Piadina Romagnola e Lambrusco, solo per citarne alcuni.

La migliore occasione per partire alla scoperta di questa terra e dei suoi sapori unici? E’ tra settembre e dicembre, seguendo gli eventi del “Wine Food Festival”, calendario enogastronomico regionale (promosso dagli Assessorati regionali al Turismo e all’Agricoltura in collaborazione con Apt Servizi Emilia Romagna) che, per il quarto anno, racchiude i più golosi appuntamenti autunnali tra Piacenza e Rimini dedicati alla buona tavola (www.winefoodfestival.it), richiamando in regione oltre un milione e mezzo di appassionati. Una trentina tra sagre, mostre mercato, fiere, degustazioni, immersi nella più autentica atmosfera conviviale e di festa e circondati da luoghi ricchi di storia e cultura, ma anche natura e folclore, attendono i turisti del gusto in questo lungo autunno di sapori.

«L’enogastronomia tipica della nostra regione – sottolinea Andrea Babbi,amministratore delegato di Apt Servizi - è “una vacanza dentro la vacanza” e costituisce un’opportunità unica per il turista di vivere la nostra terra come un “locale” e non da estraneo, assaporandone lo spirito e l’atmosfera più veri ed autentici.

Oggi l’enogastronomia è sempre più una motivazione di viaggio e il Wine Food Festival si rivolge agli oltre 5 milioni di turisti gourmet che ogni anno scelgono l’Italia come loro meta di vacanza».

«Il Wine Food Festival apre quest'anno con la sagra del tartufo di Sant'Agostino, Comune terremotato - continua Tiberio Rabboni, Assessore regionale all’Agricoltura- per testimoniare anche in questo modo la volonta' collettiva di ricostruire in quelle realta' una qualità della vita che in Emilia Romagna è una costante in tutti i settori, a partire dalla genuinità e bontà della tavola e delle abitudini alimentari. I prodotti tipici, le tradizioni alimentari e gli antichi processi produttivi tuttora in uso sono gli ideali ambasciatori nel mondo dell’Emilia Romagna e del miglior made in Italy e il Wine Food Festival è una preziosa vetrina per questi ambasciatori».

Oltre 70 i convenienti pacchetti soggiorno dedicati ai singoli eventi, che permetteranno di scoprire, nello spazio di un indimenticabile fine settimana, i luoghi, le genti, i rituali e le tradizioni che si celano dietro all’inconfondibile sapore dei prodotti tipici emiliano romagnoli e dei piatti più gustosi ed inimitabili di questa regione. Si parte nel weekend a cavallo tra agostoe settembre con la Sagra del Tartufo del Bosco di Panfila a Sant’Agostino (Fe), la Festa della Coppa a Carpaneto (Pc) e il primo appuntamento a Borgonovo Val Tidone con “Val Tidone Wine Fest”, Festival dedicato alle eccellenze enologiche e ai borghi più belli della Val Tidone. Dopo tre mesi di appuntamenti, il Wine Food Festival 2012 si concluderà domenica 16 dicembre con il “Cicciolo d’Oro” di Campagnola, nel reggiano, tradizionale gara tra norcini che rende omaggio ad una lunga tradizione locale.

Tanti gli eventi assolutamente da non perdere per gli amanti della buona tavola e della tipicità, dal “XV Festival del Prosciutto di Parma” (7-16 settembre) a “Enologica”, il Salone del Vino e del Prodotto Tipico di Faenza, nel ravennate (16-18 novembre), da “Mortadella Please e Sfoglia Bologna”, a Bologna e Zola Predosa (4-7 ottobre) a “Il pesce fa festa” a Cesenatico, nel forlivese (1-4 novembre), passando per la 45a Sagra dell’Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, nel modenese (15-16, 22-23 settembre), le Fiere del Formaggio di Fossa di Sogliano al Rubicone (18-25 novembre, 2 dicembre) e Talamello (4, 11 e 18 novembre), “November Porc…Speriamo ci sia la nebbia”nel parmense (tutti i weekend di novembre) e “Parmigiano Reggiano in mostra nelle Terre di Canossa”, a Bibbiano e Reggio Emilia (22-30 settembre).

Oltre al sito ufficiale della manifestazione www.winefoodfestival.it, che riporta tutti gli appuntamenti, i pacchetti soggiorno dedicati, le schede dei prodotti tipici emiliano romagnoli e tanti spunti per rendere ancora più ghiotto il proprio soggiorno, il calendario del Festival è facilmente consultabile anche sul proprio smartphone e tablet (dispositivi compatibili: iPhone, iPod Touch, iPad).

Aprendo le app Città d’Arte (scaricabile a questo indirizzo) e Terme dell’Emilia Romagna (scaricabile a questo indirizzo) comparirà in sovraimpressione il logo della manifestazione e selezionando “eventi e offerte” si accederà a tutti gli appuntamenti e i pacchetti dell’edizione 2012.


- Pacchetti di soggiorno QUI

- 1 ottobre si apre a Bologna “Patata in BO”

- Festival del prosciutto di Parma 7 - 16 settembre

 

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner