Giornalismo a 5 Stelle al Palace di Milano Marittima

Una serata in memoria di Antonio “Tonino” Batani

26/04/2016

Giornalismo a 5 Stelle al Palace di  Milano Marittima
Milano Marittima 26 aprile 2016. E' stata una serata all'insegna del ricordo di Antonio “Tonino” Batani che nel 2006 ideò il Premio internazionale 5 Stelle al Giornalismo che da allora si celebra il 25 aprile di ogni anno al Palace Hotel organizzato dal gruppo Batani Select Hotels col patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti.

Il grande imprenditore è scomparso qualche mese fa, lasciando la famiglia al timone della catena di alberghi Select.
“Mio padre -ha detto commossa la figlia Paola Batani (nella foto) davanti a Massimo Giletti- pensò di organizzare il Premio internazionale 5 Stelle al Giornalismo all'inizio della stagione balneare per richiamare qui al Palace i grandi nomi del giornalismo nazionale e internazionale, far conoscere l'ospitalità della Riviera e far parlare di noi. Fu lungimirante: in dieci anni ha portato a Milano Marittima le migliori penne del giornalismo”.

Il Premio nascque insieme al Palace Hotel, l'albergo cinque stelle che è uno dei gioielli del Gruppo Batani Hotels insieme al Grand Hotel Rimini.

Il riconoscimento a quattro firme italiane e una internazionale
Hanno ricevuto la spilla in oro bianco e diamanti, creazione esclusiva della Maison Bartorelli, Andrea Cangini direttore del QN, Antonio Di Bella direttore di Rai News, Luciano Fontana, direttore del Corriere della Sera, Annette Ruebesamen giornalista del Welt Am Sonntag. Impossibilitata a partecipare alla serata Myrta Merlino giornalista e conduttrice di La7. I premiati, selezionati da una giuria presieduta dal prof. Ruben Razzante docente di Diritto dell'Informazione all'Università Cattolica del Sacro Cuore, hanno ritirato i riconoscimenti nel corso della serata di gala tenutasi ieri, lunedì 25 aprile, al Palace Hotel, cinque stelle della catena alberghiera del Gruppo Batani Select Hotels e sede storica dell'iniziativa, presentata da Massimo Giletti e Vira Carbone.

Quest'anno, nel corso della cerimonia di gala, oltre ai riconoscimenti attribuiti dalla giuria, sono stati consegnati altri due premi. Uno di questi, il Premio Batani, a cadenza annuale, voluto dalla famiglia in ricordo del patron Tonino, anche in futuro, verrà assegnato ad un illustre personaggio distintosi nella sua attività. E il primo a ricevere il riconoscimento è stato Giorgio Squinzi, presidente uscente di Confindustria. Un premio speciale è andato anche a Giancarlo Mazzuca per i 60 anni di attività del quotidiano “Il Giorno” di cui è direttore. Ospite d'onore della manifestazione Valeria Marini, amica della famiglia Batani nonchè madrina, nel 2005, dell'inaugurazione del Palace Hotel.

Bei premi ma anche una bella festa, con tra gli ospiti illustri personaggi del mondo dell'informazione, da Pierluigi Visci e Gabriele Canè (già direttori dei giornali del gruppo Poligrafici), da Giuliano Molossi, condirettore de Il Giorno a Giuseppe Tassi direttore del QS Sport


Il momento spettacolare della serata è stato affidato, come da tradizione, alla Maison Bartorelli che ha organizzato una sfilata di moda per presentare la collezione di alta gioielleria griffata "Bartorelli Rare and Unique" e in anteprima nazionale la collezione della prestigiosa manifattura tedesca A. Lange & Soehne, simbolo dell'alta orologeria a livello mondiale. Star della serata Jenny Watwood, top model americana, nota come Madre Natura del programma "Ciao Darwin" di Canale 5, affiancata da splendide modelle professioniste, selezionate dalle migliori agenzie di moda di Milano.

Novità di quest'anno la presenza di due modelli uomini che hanno indossato sofisticati segnatempo della manifattura tedesca, abbinati a gemelli Bartorelli e ad eleganti smoking griffati Isaia. La colonna sonora live dell'evento è stata eseguita da una saxofonista che suona abitualmente con i più grandi musicisti italiani.

Hanno sostenuto il Premio la casa automobilistica Maserati, ConfCommercio Ravenna ed Emilia Romagna, il Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. Sono partner APT (Azienda Promozione Turistica Emilia Romagna), BPER (Banca Popolare Emilia Romagna), Bartorelli Gioiellerie, Federeventi, Dolp's Studio, Associazione Italotedesca dei Giornalisti. Hanno aderito come sponsor dell'iniziativa Orogel, Vini Celli, Consorzio Parmigiano Reggiano, Consorzio Prosciutto di Parma, Venturi, Bolla, Brain Giotto, Martini. Media partner QN (Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Giorno).
 

Lo chef del Palace Hotel Roberto Scarpelli
 






Savino Vurchio, Donato Troiano e Claudio Zeni
 
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner