"Giornata della Qualità Italia" Mattarella premia il Pastificio Rana e Davide Campari

Tutti i premiati del "Premio Leonardo" 2015

08/03/2016

"Giornata della Qualità Italia" Mattarella premia  il Pastificio Rana e Davide Campari
Roma 8 marzo 2016. Si è svolta ieri mattina al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, la celebrazione della "Giornata della Qualità Italia" con la partecipazione di rappresentanti del governo, esponenti del mondo istituzionale, imprenditoriale e culturale che, in diversi settori, promuovono l'immagine e l'eccellenza del Made in Italy e dell'Italia nel mondo.

Agli indirizzi di saluto del Presidente del Comitato Leonardo, Luisa Todini, e del Presidente dell'Ice-Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, Riccardo Monti, hanno fatto seguito le testimonianze del Presidente Fondatore di Altagamma, Santo Versace, e del Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, Carlo Capasa. Sono quindi intervenuti il Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi e il Presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

Il Capo dello Stato ha consegnato - per l'anno 2015 - il "Premio Leonardo" a Ermenegildo Zegna, Amministratore Delegato del Gruppo "Ermenegildo Zegna"; il "Premio Leonardo International" a Ahmad Pourfallah, Presidente della Camera di Commercio, Industrie e Miniere Irano-Italiana; i "Premi Leonardo Qualità Italia" a Davide Campari - Milano SpA, a Fiam Italia Srl, a Ima SpA, a Pastificio Rana SpA (nella foto mentre Sergio Mattarella premia Giovanni Rana) e a Pedrollo SpA; e i "Premi di Laurea", promossi dal Comitato Leonardo e riservati ai neolaureati che hanno discusso tesi su argomenti rilevanti per il successo del made in Italy.

Le parole Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
"Un anno trascorso al Quirinale ha rafforzato la mia convinzione che l'Italia dispone di risorse straordinarie che costituiscono già un ponte prezioso verso il futuro. Dobbiamo avere fiducia in noi stessi" ha detto il presidente Mattarella.

"Per aumentare la qualità servono tante cose: un'amministrazione più efficace e moderna, regole più snelle, decisori democratici competenti, collaborazione tra le istituzioni, imprese coraggiose che investono innovano". "Serve una società coesa che non dimentica gli ultimi che restringe la forbice della diseguaglianza nel momento in cui è pronta a migliorare la propria competitività", aggiunge il capo dello Stato.
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner