Giovedì 31 marzo il Forum made in Italy nei mercati internazionali

Organizzato da Il Sole 24 Ore in via Monte Rosa n. 91 a Milano

29/03/2016

Giovedì 31 marzo il Forum made in Italy nei mercati internazionali
Milano 29 marzo 2016. Anticontraffazione e internazionalizzazione del Prodotto Italia e nuovi accordi di libero scambio con il mercato Usa: sono questi i temi che verranno affrontati nel Forum made in Italy nei mercati internazionali organizzato da Il Sole 24 Ore, che si terrà il prossimo giovedì 31 marzo a partire dalle 9.00 all'interno della sede del Gruppo 24 Ore, in via Monte Rosa n. 91 a Milano.
 
Ad aprire i lavori della giornata sarà un incontro tra il Direttore dell'Agenzia delle Dogane e dei monopoli Giuseppe Peleggi e il Presidente Idicam Mario Peserico in cui verranno analizzate le esigenze, le priorità di business e le prospettive sul fronte delle politiche e delle misure di salvaguardia e di anticontraffazione per il made in Italy. Solo in Italia, infatti, ogni anno il business dei falsi ammonta a circa 7 miliardi di euro, escluso gli alimentari. Si calcola (dati Censis) che se i prodotti contraffatti fossero venduti sul mercato legale ci sarebbero 13,7 miliardi di ricchezza aggiuntiva e circa 110mila posti di lavoro in più. Si stima inoltre che il mercato dei falsi generi mancate entrate fiscali per oltre 4,6 miliardi di euro. Capitolo a parte per la pirateria alimentare dove da solo il “falso” made in Italy ha un giro d'affari da 60 miliardi di euro, ovvero quasi il doppio dell'export di “vero” made in Italy, che secondo i dati di Federalimentare si attesta a circa 37 miliardi di euro.
 
Quali sono gli scenari possibili e i mercati più promettenti per l'impresa italiana? Questo il tema del secondo focus della mattina moderata dalla giornalista de Il Sole 24 Ore Laura Cavestri.
A presentare i dati sull'internazionalizzazione del prodotto Italia sarà il Direttore del Centro Studi Unioncamere ER Guido Caselli, Partner Bureau van Dijk.
Secondo infatti uno studio del World Trade Institute dell'Università di Berna commissionato dalla Camera di Commercio americana a Bruxelles l'applicazione del Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (Ttip) gioverebbe all'Italia un aumento dell'export del 21% e una crescita annua del Pil pari allo 0,5% fino al 2030.
A parlare dei nuovi accordi di libero scambio e del mercato USA sarà il Consigliere Delegato American Chamber of Commerce in Italy Simone Crolla.
 
Il Forum si concluderà infine con una tavola rotonda moderata da Giulia Crivelli, Fashion Editor Moda24, sul tema della promozione del Made in Italy e il punto di vista delle imprese a cui prenderanno parte il Consigliere Area promozione ed Internazionalizzazione Sistema Moda Italia Stefano Festa Marzotto, il Vice Presidente Federorafi Dimitri Stella e il Vice Presidente Federalimentare Paolo Zanetti.
 
Per maggiori informazioni e iscrizioni QUI
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner