Giuseppe Ricchebuono e Nicola Portinari Chef dell'Anno per la "Guida ai Ristoranti 2014" di Davide Paolini

“Venissa” di Mazzorbo (VE) con la chef Anna Krugmann il ristorante rivelazione 2014

19/11/2013

Giuseppe Ricchebuono e  Nicola Portinari Chef dell'Anno per la "Guida ai Ristoranti 2014"  di Davide Paolini

Milano 19 novembre 2013. Nuova grafica e nuovo formato per l’edizione 2014 della “Guida ai Ristoranti del Sole 24 ore” curata dal popolare critico gastronomico Davide Paolini, che quest’anno recensisce 1.090 locali, di cui ben 144 nuovi, con le novità della categoria “Fumoir”, che indica locali con sale per fumatori, e della categoria “Silenziosi”, che contraddistingue quelli caratterizzati da un’acustica che permette di gustare i piatti senza essere disturbati da rumori particolarmente fastidiosi

La guida è stata presentata lunedì scorso a Milano e sarà disponibile in libreria a partire dal 20 novembre.
Inoltre la Guida a partire da quest’anno sarà disponibile dal 19 novembre su App Store (versione per iPhone e iPad).
Nel corso della presentazione della Guida sono stati premiati i migliori ristoratori segnalati nell’edizione 2014.

Cinque i premi alle eccellenze assegnati:
· PREMIO ALLA CARRIERA: Sergio Mei del ristorante “Il Teatro” di Milano;
· PREMIO CHEF 2014: ex-aequo tra Giuseppe Ricchebuono del ristorante “Vescovado” di Noli (SV) e Nicola Portinari del ristorante “La Peca” di Lonigo (VI)
· PREMIO RIVELAZIONE DELL’ANNO: Antonia Klugmann del ristorante “Venissa” di Mazzorbo (VE) (Leggere "Antonia la rivelazione di Davide Paolini)
· PREMIO TRATTORIA 2014: ex-aequo tra “Osteria della Villetta” di Palazzolo sull’Oglio, “Osteria dei Sassi” di Matera e “Osteria Macchiavello” di Alghero (SS)
· PREMIO DIETRO AL BANCO:La Tradizione” di Vico Equense (NA)

La presentazione della guida è stata preceduta dalla tavola rotonda, moderata dallo stesso Paolini, intitolata “Ristorante come impresa", a cui hanno partecipato Antonio Santini, Vice presidente Le Soste, Lino Stoppani, Presidente Fipe, Andrea Sarri, Presidente Jeune Restaurateur d’Europe, Igles Corelli, Uir - Unione Italiana Ristoratori.

La Guida
L’edizione 2014 della Guida ai Ristoranti 2014 di Davide Paolini, già firma del Sole 24 ORE e di Radio 24, continua a crescere – questa edizione tocca le 482 pagine - grazie all’arrivo di nuovi collaboratori, che coprono territori che negli anni precedenti non avevano ricevuto l’attenzione che meritavano.

Rimane immutata invece la filosofia che sin dagli esordi la caratterizza: non dare voti ma inserire solo i locali che vengono considerati meritevoli di citazione, siano essi ristoranti, pizzerie, wine bar o persino street food e botteghe che si sono trasformate in cucine con bottega, raccontandoli come esperienze di gusto e d’atmosfera, dove è sempre privilegiata la scelta di prodotti di qualità e l’attenzione al cliente.

La guida, composta da schede sintetiche che contengono le notizie essenziali per agevolare una scelta consapevole e allineata al gusto di ciascuno, accompagna infatti la segnalazione dei locali con un simbolo “originale” che ne evidenzia le peculiarità.
Oltre ai classici simboli come ad esempio quelli dei ristoranti “Intoccabili”, degli intramontabili “Vai sul sicuro” o “Dietro al banco”, di anno in anno se ne sono aggiunti altri più di servizio, che puntano a portare alla ribalta nuovi “fenomeni”. Se per la scorsa edizione il simbolo “new entry” era stato il “Con i piedi nell’acqua”, che indicava quelli – in riva al mare, a bordo lago o lungo le sponde dei fiumi – che si cercano nelle sere d’estate, le novità per questa edizione 2014 sono due: i locali contraddistinti dal simbolo “Fumoir”, ossia i locali dotati di un aspiratore ad hoc e quindi spazi per quanti non resistono senza fumare durante il pasto o desiderano godersi un sigaro bevendo un distillato dopo cena, e quelli accompagnati dal simbolo “Silenziosi”, caratterizzati da un’acustica che permette di gustare i piatti senza essere disturbati da rumori particolarmente fastidiosi. Dovrebbe essere uno degli elementi più curati ma non lo è.

Da quest’anno, inoltre, la “Guida ai Ristoranti” sarà disponibile al prezzo di € 7,99 anche su App Store. Il cuore dell’applicazione è costituito sicuramente dalle recensioni dei ristoranti, accompagnate dai simboli caratteristici della guida e corredati dalle indicazioni sulle caratteristiche aggiuntive (simboli “Gli extralarge”, “Locanda”, …). Le strutture potranno essere ricercate per nome, regione, fascia di prezzo, giorno di chiusura, oppure utilizzando le indicazioni di Davide Paolini (i simboli della Guida).

Tra le altre funzionalità, si aggiunge la possibilità di salvare uno o più ristoranti sotto la voce “Preferiti” (I RISTORANTI DEL CUORE), quella di visualizza la posizione della struttura sulla mappa del territorio.

La sezione “I PREMIATI” ospita invece gli 8 esercizi premiate nell’edizione 2014 della Guida.

L’app sarà disponibile dal 19 novembre versione per iOS (smartphone e IPad).

Guida ai Ristoranti de Il Sole 24 ORE - Edizione 2014
A cura di Davide Paolini
Edizioni Gruppo 24 ORE (482 pagine, € 19,50)
In libreria dal 20 novembre 2013

L’autore
Davide PaoliniDopo l’esordio come giornalista, Davide Paolini fa della sua passione per il mondo della gastronomia un vero e proprio lavoro. Dal 1983 con lo pseudonimo de Il Gastronauta firma la rubrica per il Sole 24 Ore e collabora con numerose testate e con Radio 24, dove nel 1999 comincia la trasmissione Il Gastronauta.
Negli anni un pubblico crescente ha sposato la filosofia del Gastronauta, colui che ha scelto di mangiare con la propria testa, fuggendo i luoghi comuni culinari.
Davide Paolini è stato inoltre docente di Turismo enogastronomico alla Facoltà di Scienze Gastronomiche dell’Università di Parma e creatore di molti eventi tra cui: Taste, Territori in Festival, Viaggio nelle diversità, SemplicementeUva, Università della Spesa e collaboratore di Squisito! Ogni anno dal 2003 è curatore della Guida dei Ristoranti del Sole 24 ORE.

Recentemente è stato chiamato dal Commissario Expo 2015 a far parte delle “Firme”, gruppo di esperti per la creazione di eventi enogastronomici.
Ha scritto diversi libri tra cui: la Garzantina dei prodotti tipici, Il Mestiere del Gastronauta, La geografia emozionale del gastronauta, Dal Riso al risotto (tradotto in 5 lingue), Viaggio nei giacimenti golosi, (tradotto in 3 lingue), Le ricette della memoria e L’arte di far la spesa etc .
 

Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner