Gli Spinosini di Vincenzo Spinosi sono stati i protagonisti dell'estate abruzzese

Nel menu del rinomato ristorante, Madonnina del Sorriso, dello chef Franco Loreto

12/09/2014

Gli Spinosini di Vincenzo Spinosi sono stati i protagonisti dell'estate abruzzese
Estate 2014. Oltre ottant’anni fa, nel lontano 1933, Nello Spinosi aprì la prima bottega alimentare a Campofilone, e proprio da questo piccolo paesino marchigiano cominciò l'avventura degli Spinosi e degli......Spinobelli.
Si iniziò col commercializzare la pasta all’uovo fatta a mano che poi, nel 1960, divenne prodotto artigianale con l’apertura di uno stabilimento proprio a Campofilone.

A distanza di tanti anni è il vulcanico Vincenzo Spinosi a portare la pasta all'uovo, pardon “gli Spinosini”, in tutto il mondo.

Perchè la pasta ha oggi un nome preciso, gli Spinosini appunto, che sono sottilissimi tagliolini all’uovo che cuociono in pochi minuti, e sono già conosciuti negli migliori ristoranti degli alberghi a 5 stelle di tutto il mondo, nello Shangri-la a Kuala Lumpur, St.Regis a Pechino, Fancy Food a New York, e ancora Oman, Russia, Inghilterra, Vienna, Parigi e nei grandi ristoranti di Roma, Venezia, Milano.....

“Gli Spinosini -ci dice Vincenzo Spinosi- vanno fatti toccare ed assaggiare. Solo così il consumatore può rendersi conto della bontà, del sapore e della versatilità di questa pasta all'uovo che contiene straordinarie proprietà nutritive”.

Questa estate gli Spinosini (ma anche gli Spinobelli) sono sbarcati nella regione leader della Pasta in Italia, l'Abruzzo.

Sono stati protagonisti in un magnifico street food situato all'ingresso di Villalfonsina, in provincia di Chieti: gli Spinosini sono riusciti a battere perfino i piatti di Paella alla valenciana.
Ma gli Spinosini non si sono fermati a Villalfonsina, non potevano mancare infatti nel menu di un rinomato ristorante, Madonnina del Sorriso, situato in campagna ma vicino al mare di Casalbordino e diretto dallo chef Franco Loreto. Cuoco di razza lui, maestra d'accoglienza lei (la moglie Laura), grande esperienza Lina (la mamma).

Lo chef Loreto lavora con mente aperta su prodotti, ricette e suggestioni che lo stimolano a creare, e andare oltre il già visto. Il piatto di Spinosini che Loreto ci ha servito era un piatto semplice ma di una semplicità.... deliziosa.
 
Selene con un piatto di Spinosini nel Ristorante Madonnina del Sorriso

Gli Spinosini non sono mancati però neanche sulla tavola di alcuni amici gourmet.
La ricetta scelta nell'occasione era quella dello Chef Paolo Antinori del Fortino Napoleonico di Portonovo.
L'abbiamo preparata in esclusiva per voi di INformaCIBO” -ci ha scritto una mail Vincenzo Spinosi, aggiungendo: “lo chef Antinori adotta i Spinosini al Fortino dal 2000, cioè dalla sua nascita. E' stato il primo chef a venire a Bangkok nel 2004 allo Shangri-la per preparare gli Spinosini. E il prossimo novembre verrà con me al Kempyschi Hotel a Pekino dove ci sarà una vera e proprio Sfilata dei Spinosini”.

Vincenzo Spinosi e lo chef Paolo Antinori
 
Ecco per i nostri lettori la ricetta “Gli Spinosini alle vongole e Zucchine e Zafferano”
dello Chef Paolo Antinori.


Versare sulla padella un po d'olio e poi Basilico e zucchine tagliate sottili a rondelle.
Versare le vongole chiuse e aggiungerci Zafferanoe un po di vino bianco.
Coprire la padella per far aprire le vongole, poi aggiungere un mestolo di acqua di cottura
Cuocere a parte i Spinosini per 2 minuti
versarli nella padella, saltarli per circa 2 minuti
se occorre aggiungere un po d'acqua di cottura, cipollina tritata o prezzemolo
un po di olio extravergine a crudo
e servire
BUON APPETTITO!


Gli Spinosini in una ricetta dello chef Franco Loreto
Condividi facebook share twitter share google+ share pinterest share
Sigla.com - Internet Partner